Attivo dal 2011 al 2015
Salve,
il mio problema è un rumore nell'orecchio dx che somiglia un pò al rumore della 'radio guasta', ho sentito parlare di acufeni ma leggo spesso che si tratta di rumori o suoni continui, a me invece questo rumore capita solo in corrispondenza di suoni molto forti (tipo quando si passa vicino alle casse acustiche) o acuti (tipo sirena delle ambulanze) o a volte quando parlo a voce alta, inoltre mi capita solo ed esclusivamente durante la primavera-estate e mai nei periodi freddi. Inoltre tale fastidio è presente solo quando il suono forte o acuto è in corrispondenza dell'orecchio, lo stesso suono diffuso in un luogo ampio non mi crea tale problema. Il tutto lo avverto ancora di più quando sono sotto stress. In nessun altro contesto avverto questo fastidio, neanche quando ho le cuffie per ascoltare musica o tv. Non ho simile fastidio all'orecchio sinistro.
Sicuramente tale fastidio non lo avevo da ragazzina, a memoria credo sia sorto verso i 20 anni, non ci ho prestato mai tanta attenzione poiché durante l'anno mi capita appunto solo in determinate circostanze e periodi e ricordo anche che per alcuni anni è passato. Per altri motivi ho effettuato elettroencefalogrammi risultati negativi, varie visite dall'otorinolaringoiatra che hanno evidenziato solo un leggero ispessimento dei turbinati e nulla alle orecchie, la misurazione dell'udito è ottima, ho effettuato visite neurologiche che sono risultate negative. Negli ultimi due anni mi sono resa conto che tale fastidio è aumentato, le cause sono sempre le stesse ma la frequenza è maggiore. Nell'intento di approfondire ulteriormente verso novembre ho riprodotto visita neurologica ed effettuato doppler transcranico anche esso negativo. Vorrei continuare ma non so cosa fare, la settiman prossima prenoterò una ulteriore visita dall'otorino, secondo voi una tac o una angio-rm (non vorrei usare contrasti) potrebbero essere utili? Ma soprattutto...cosa si deve cercare? Si può parlare ancora di acufeni? Potrebbe essere un problema di circolazione? Completo dicendo che a dx ho il dente del giudizio inferiore incluso e totalmente storto (orizzontale con la radice verso la lingua) che però mi hanno consigliato di non togliere. Potrebbe causare ciò? Ho anche paura che possa essere un aneurisma anche se il medico dice che non da tale sintomatologia. In realtà però una vera diagnosi non l'ho mai avuta, i medici non parlano neanche di acufeni. Potreste consigliarmi che percorso intraprendere? Grazie.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Il consiglio che posso darle a distanza, è quello di attendere cio' che emergerà dalla prossima visita specialistica otorinolaringoiatrica corredata di un esame audio-impedenzometrico. In caso negativo, una causa da prendere in considerazione è una malocclusione e, per questo, occorrerà una visita da parte di uno Gnatologo. Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Attivo dal 2011 al 2015
Grazie per la celere risposta dottore, mi scusi cosa è l'esame audio-impedenzometrico? Come si effettua? Va prenotato alla richiesta della visita o il medico può effettuarlo all'istante? E cosa rileva?

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Sarà lo Specialista a richiederle tali esami, dopo l'esame clinico. Attraverso questi esami si puo' vedere se la sintomatologia sofferta possa dipendere dall'orecchio per un problema catarrale o microcircolatorio, per esempio. Buona giornata
Dr. Raffaello Brunori

[#4] dopo  
Attivo dal 2011 al 2015
Ho effettuato visita ed esami.
La visita al naso, alla gola e alle orecchie non ha evidenziato nulla.
Riguardo gli esami riporto quanto scritto:
esame audiometrico: udito nei limiti della norma
esame impedenzometrico: timpanogrammi di tipo "A", RS presenti AuSx, parzialmente rappresentati Audx

il medico ha detto che questo ultimo dato è molto lieve, io ho avvertito il fastidio per pochissimi secondi in occasione dei primi due suoni di questo esame (in tutto erano 4 suoni)

Il medico ha concluso dicendo che non ho proprio niente, che probabilmente il nervo uditivo funziona un pochino male a dx opponendo meno resistenza e di prendere degli antinfiammatori quando il fenomeno è molto forte. Ha detto di non dare importanza a questa cosa e che è un minimo.
Secondo lui può dipendere anche dal fatto che soffro di fibromialgia primaria, ma comunque ha detto che non vi sono cause certe o diagnosticabili. Gli ho anche chiesto se è il caso di andare da uno gnatologo mi ha detto di no.

Io però il fastidio non lo avverto come 'minimo'. Secondo lei cosa si evince da questi esami? Cosa vuol dire che gli RS sono parzialmente rappresentati a dx?

La mia paura è che non conoscendo una causa non si conosce neanche l'effetto e che questo disturbo possa peggiorare poiché non viene identificato e quindi controllato.

[#5]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
L'esito dell'esame cui si è sottoposta è risultato nella norma, stia tranquilla. L'elasticità di entrame le membrane timpaniche è normale, cosi' come il riflesso del muscolo stapedio. In poche parole, non risulta alcuna patologia dell'orecchio medio.
Dr. Raffaello Brunori

[#6]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, l'esito di totale normalità della visita e degli esami ORL é tranquillizzante.
Credo però che l'esito altrettanto negativo di un esame gnatologico sarebbe meglio affidarlo ad uno gnatologo: come é strato escluso da parte del Collega ORL che possa essere in gioco un problema di disfunzione dell'Articolazione Temporo Mandibolare?
Le suggerirei di dare un'occhiata, in questo stesso sito agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Quanto al dente del giudizio in disodontiasi , l'indicazione all'estrazione deriva essenzialemnte dal conflitto potenzialmente dannoso con vicino il settimo dente.
Cordiali saluti ed auguri.

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1348-acufeni-e-disfunzioni-dell-articolazione-temporo-mandibolare-atm.html
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#7] dopo  
Attivo dal 2011 al 2015
Grazie dottori per la risposta.

Non mi è chiara una cosa però, se va tutto bene perché l'esito all'orecchio di dx che è quello interessato riporta "rs parzialmente rappresentati" e tale scritta non c'è a sx?
Non mi sembra una coincidenza e non mi sembrano uguali.
Il medico ha detto che è una "sciocchezza" ma che comunque indica una sofferenza all'orecchio di dx.
Quindi come mai dite che l'esito è buono?

Riguardo la domanda del dott. Bernkopf il medico mi ha detto che non è necessario un esame gnatologico, perché lui ritiene che sia come cercare il pelo nell'uovo, ritiene che il mio fastidio sia minimo in quanto non è costante ma si verifica solo in alcuni casi.
Ritiene insomma che è tutto sano, io non sono d'accordo, se è tutto sano il rumore (anche solo in alcuni casi) non si sente, infatti all'orecchio sx non lo sento, e gli altri non lo sentono quindi non direi "tutto sano", magari non è presente nulla di grave (e ne sono ovviamente molto contenta), ma "tutto sano" è un concetto diverso per me.

Come si conosce l'evoluzione di un disturbo se non se ne conoscono le cause? E' questo che mi porta ulteriormente ad indagare al di là del fastidio recatomi dal disturbo che comunque quando c'è non è lieve.
Sono disposta anche a fare una rmn o angio-rmn della testa se serve.

I sintomi che descrive nel suo articolo li ho parzialmente, nel senso che io non ho un acufene continuo ma ho cefalea, dolori al cranio, collo, rigidità ecc, ma soffrendo dalla nascita di fibromialgia primaria li ho sempre attribuiti a quella. Li ho avuti per tutta la mia vita anche quando (da giovanissima) il problema all'orecchio non lo avevo.

Sia i vari otorini che mi hanno vista che i neurologi attribuiscono tale fastidio ad un piccolo difetto del nervo/muscolo uditivo e mi hanno sentenziato la non risoluzione del problema, però poi dicono "non è niente".

In realtà alla fine sono io a non capirci più niente.




[#8]  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
VICENZA (VI)
ROMA (RM)
PARMA (PR)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2008
Gentile Pazientge , il Collega " ha detto che non è necessario un esame gnatologico, perché lui ritiene che sia come cercare il pelo nell'uovo".
Lo ha escluso analizzando il suo sitema stomatognatico e l'ATM ? E' esperto in gnatologia?

Riguardo alla cefalea dia un'occhiata all'articolo qui sotto linkato.
Mi direbbe qualcosa di più su come é stata fatta all'epoca la diagnosi di fibromialgia primaria?
Cordiali saluti ed auguri


• La cefalea che viene dalla bocca
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/934-la-cefalea-che-viene-dalla-bocca.html
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#9] dopo  
Attivo dal 2011 al 2015
Mi scuso se rispondo dopo tutto questo tempo.
Ad ogni modo la fibromialgia primaria mi è stata diagnosticata da due reumatologi e confermata poi negli anni da altri reumatologi e neurologi mediante visita generale con ricerca dei vari punti dolori ecc

Comunque a questo punto farò una visita presso un gnatologo come lei mi consiglia.