Utente 152XXX
Salve a tutti,
scrivo in questa sezione per riuscire ad avere diverse delucidazioni in merito al mio caso. Circa 30 giorni fà ho subito un estrazione ad un molare, precisamente il terz'ultimo (contando il dente del giudizio) nell'arcata inferiore dx.
3 giorni dopo l'estrazione (ritornando a mangiare cibi solidi) mi è comparso un fischio all'orecchio dx, tollerabile ma un pò fastidioso che piano piano sta cominciando ad allentarsi (forse dando merito ad ACUFEN) e comincio a ritenerlo abbastanza tollerabile. Il mio problema però è che i giorni dopo (oltre al fischio) ho cominciato ad avere dolore all'orecchio, prolungandosi poi un pò sul collo, un pò sulla mandibola e sulla gengiva. Tornando dal mio dentista mi rassicurò dicendo che era normale averli fino a quando la ferita si sarebbe riemarginata. Nei giorni seguenti continuavo ad avere dolori all'orecchio oltre ke un alterazione uditiva come un ipersensibilità ai rumori forti da questo orecchio. Mi sono così recata da un otorino, fatti i vari accertamenti mi è stato trovato un lieve deficit all'orecchio sx di poca rilevanza, mentre l'orecchio dx ( quello di mio interesse) nella norma e in ogni caso mi è stato prescritto del cortisone per escludere ogni tipo di infiammazione a carico dell'orecchio. Con i giorni seguenti sono comparsi click nelle orecchie nella deglutizione come se si tappassero e si stappassero le orecchie, durante lo sbadiglio (a volte durante lo sbadiglio noto anke un clik sulla tempia dx) a volte ho delle pressioni all'interno di entrambe le orecchie, che si prolungano anche sotto il lobo dell'orecchio, come una sorta di morsa. Sento anke varie tensioni alla mandibola, sintomi che si accentuano quando sono in posizione supina e le tensioni si prolungano anke sul collo. Premetto che ho sempre avuto il morso inverso a sx e un palato stretto e incavato ma il mio dentista non ha mai ritenuto indispensabile mettere nessun tipo di apparecchio. la mia domanda è: dopo 30 giorni dall'estrazione è possibile aver subito un trauma temporo-mandibolare tale da avere questo tipo di problemi? un estrazione può sconvolgere così tanto? Si possono avere miglioramenti in qualke modo con il tempo? Aspetto notizie, Cordiali Saluti

[#1] dopo  
Dr. Marco Finotti

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
4% attualità
20% socialità
PADOVA (PD)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2006
potrebbe essersi rotto un equilibrio instabile dopo l'estrazione con le manifestazioni da lei riferite
la preesistente patologia occlusale potrebbe aver provocato progressive alterazioni articolari che si sono manifestate ultimamente
le consiglio una visita gnatologica
cordiali saluti
Finotti Marco
www.implantologiaitalia.com
www.centromedicovesalio.it

[#2] dopo  
Utente 152XXX

La ringrazio per la risposta Dott. Finotti, mi sn recata presso il mio dentista, ho riferito i miei disturbi, molto probabilmente ho stressato molto la mandibola durante l'estrazione e questo mi ha portato ad uno stress mandibolare, anche se dubita che ci siano delle alterazioni sulla mia malocclusione preesistente prima dell'estrazione, ad ogni modo a scopo terapeutico mi sta creando un bite per cercare di alleviare questi miei disturbi. Crede lei sia la scelta più ovvia? Volevo chiederle un altra cosa: tra i sintomi più comuni delle disfunzioni ATM può esserci anche un ovattamento auricolare (come se l'orecchio non compensasse bene all'interno della tuba)? Cordiali Saluti

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006