Utente 277XXX
Gent. mo dott. Ponzi,
é da circa un anno e mezzo che avverto un forte dolore ai denti che si riflette anche sul naso. Questo dolore compare all'incirca un'ora dopo il risveglio e scompare quando dormo. E' localizzato soprattutto all'arcata superiore comprendendo i 4 incisivi e a volte anche i canini. Ho fatto innumerevoli visite da otorini,neurologi,oculisti,fisioterapisti e dentisti,ma nessuno è riuscito a capire di cosa si tratti esattamente.
Ognuno ha fatto ipotesi diverse. Il dentista mi ha preparato un bite da usare solo di notte,ma al mattino dopo averlo tolto il dolore ricompare. Ho provato così ad usarlo anche di giorno e ho scoperto che il dolore passa,e quindi di conseguenza lo porto quasi tutto il giorno. Devo inoltre aggiungere che quando spazzolo i denti oppure mastico il dolore si attenua moltissimo fino quasi a scomparire.
Sono veramente sfiduciata perchè dopo un anno e mezzo non so ancora nè di che natura sia il dolore nè tantomeno come curarlo. Devo rassegnarmi a convivere per il resto della mia vita con il bite o posso sperare in una risoluzione definitiva?
Nell'attesa di una sua cordiale risposta le invio i miei più distinti saluti.

[#1] dopo  
Dr.ssa Orietta Pasdera

24% attività
8% attualità
12% socialità
VICENZA (VI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
Prenota una visita specialistica
Gent.le Sig.ra, è significativo il fatto che il suo dolore passi con l'uso del byte ; a mio giudizio quindi il collega che la sta curando è riuscito a creare sulla placca un buon equilibrio utile alla scomparsa del dolore. Parli con lui che potrà proporle le soluzioni più adatte al suo caso e, se possibile, trasferire nella sua bocca lo stesso equilibrio occlusale ; distinti saluti
Dr.ssa Orietta Pasdera

[#2] dopo  
Utente 277XXX

La ringrazio innanzitutto per la sua risposta tempestiva,
Purtroppo però il dentista dal quale sono in cura,non riesce assolutamente a capire la natura del dolore e quindi di conseguenza mi ha detto che non c'è nient'altro da fare se non portare il bite a vita, ecco perchè io sfiduciata mi rivolgo alla sua gentile attenzione.
Secondo lei, cosa potrei fare per risolvere definitivamente questo problema sempre che questo sia possibile. Nell'attesa di una sua cordiale risposta, le invio i miei più distinti saluti.

[#3] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Se la posizione del bite le fa sparire il dolore potrebbe allungare i denti per riprodurre quell'occlusione. Provi a leggere http://www.danieletonlorenzi.it/?s=allungare+i+denti&x=24&y=5 sono tre articoli, spero che Le siano di aiuto.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#4] dopo  
Dr.ssa Orietta Pasdera

24% attività
8% attualità
12% socialità
VICENZA (VI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2012
non sempre siamo in grado di capire la genesi di questi dolori perchè le cause possono essere davvero tante e questo sicuramente il suo dentista glielo avrà detto ma, a mio avviso, il dato davvero importante è che portando il byte lei sta bene.
questo significa che l'appoggio creato per i suoi denti è confortevole.
Ne parli ancora con lui e vedrà che troverà la soluzione più corretta per lei per ricreare sui denti lo stesso appoggio che ha sulla placca . In tal modo la sua bocca potrà trovare l'equilibrio corretto anche senza byte.
Dr.ssa Orietta Pasdera

[#5] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
"dopo un anno e mezzo non so ancora nè di che natura sia il dolore"
Come non sa di che natura sia il dolore!
E' gnatologico!
Potrebbe essere malocclusione o bruxismo , magari combinati fra loro.
Da qui non si scappa.

Si rivolga ad un professionista esperto nella materia.
Come trovarlo lo spiego qui:

https://www.medicitalia.it/sergioformentelli/news/439/Lo-gnatologo-ma-chi-e-costui
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#6] dopo  
Utente 277XXX

Vi ringrazio per le suddette risposte. In quanto al suggerimento del Dottore Daniele Tonlorenzi ho trovato molto interessante il suo suggerimento ed ho letto con molta attenzione tutto l'articolo. Per quanto riguarda la mia situazione, credo di dover fare alcune precisazioni affinchè possiate capire al meglio e darmi di conseguenza preziosi consigli. L'esordio del dolore ai denti e al naso risale a giugno 2011, ed era localizzato soprattutto ai 4 incisivi dell'arcata inferiore. Naturalmente la prima figura medica alla quale mi sono rivolta, fu il dentista il quale, essendo in ferie, mi disse telefonicamente che il dolore da me descritto non era assolutamente imputabile ai denti, ma che sicuramente dipendeva da una forma di sinusite. Di conseguenza, mi indirizzò dall'otorino, nonostante io lo misi al corrente di un'evidente carie all'ottavo inferiore di sinistra. Da li ho intrapreso strade sicuramente sbagliate che non mi portarono a nulla se non il peregrinare da un medico all'altro. Su suggerimento di un otorino ho fatto anche una TAC dal massiccio-facciale, dalla quale si evince una forte deviazione del setto nasale a dx con ipertrofia dei turbinati inferiori specie a sx, sperone posteriore osseo a dx. spazio respiratorio ridotto e conca bullosa a sx. Verso la fine di Aprile, dopo inutili cure e con la TAC in mano, mi recai dal dentista, che finalmente mi fece una panoramica e riscontrò una carie con infezione sottostante all'ottavo inferiore di sinistra, e ipotizzò che il dolore potesse dipendere da quella carie. Mi propose quindi l'avulsione dello stesso, che naturalmente accettai, nella speranza di risolvere così tutti i miei problemi. Dopo l'avulsione ( non so per quale bizzarro motivo) il dolore si spostò ai 4 incisivi dell'arcata superiore, con una tale intensità da non riuscire più a sopportarlo. Quando andai per il controllo, e gli spiegai la situazione, il dentista mi propose un byte all'arcata superiore, per presunto bruxismo. Porto il byte da 6 mesi ed è solo per caso che mi sono resa conto che con lo stesso, il dolore scompare, ma per un anno ho sofferto davvero tanto senza alcun rimedio. Inoltre, in quest'ultimo periodo ho notato, un notevole spostamento dei denti dell'arcata superiore, presumo per la mancanza di un premolare ed un molare ( anche se in effetti, mi mancano tre molari, anche nell'arcata inferiore ). Di conseguenza m sono accorta che quando chiudo la bocca, i denti non combaciano fra di loro. Naturalmente ho fatto notare questo problema al dentista e gli ho proposto di impiantarmi i denti fissi. Mi ha risposto che se io mettessi i denti fissi, ( non so per quale motivo) si potrebbero spostare in avanti gli incisivi centrali e che l'unico rimedio per affrontare il dolore che mi affligge è il byte. Scusatemi se mi sono dilungata troppo, ma credo che sia stato necessario per cercare di porre rimedio in modo definitivo ad un dolore che credetemi, ha radicalmente cambiato la mia vita e per curarlo sarei disposta ad andare in capo al mondo. Distinti Saluti.

[#7] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Con il bite non ha dolore? Vuole "liberarsi dal bite"? Il dentista che l'ha in cura ha trovato la posizione corretta in cui mettere i suoi denti? Quella posizione può essere ritrovata mettendo i denti. In presenza di paziente con dolore è richiesta attenzione e competenze.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#8] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
16% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Cambi dentista.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#9] dopo  
Utente 277XXX

Il dentista che mi ha in cura non ha trovato alcuna posizione,anzi dopo la mia proposta di rimettere i denti mi ha esplicitamente risposto che se li mettessi si potrebbero spostare in avanti i due incisivi centrali.La ringrazio infinitamente per la sua risposta,ho capito perfettamente il suo messaggio e sicuramente mi rivolgerò ad una figura specializzata in gnatologia che spero sia in grado di risolvere il mio problema.Comunque credo,me lo lasci dire,dovrebbe essere un medico al quale un paziente si rivolge a proporle le alternative più adatte al suo caso e non viceversa.E' solo grazie alle vostre risposte se io ho potuto finalmente capire lo specialista al quale rivolgermi.E mi creda,dopo un anno e mezzo fra visite e quant'altro questo è a dir poco paradossale.Distinti saluti.

[#10] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Si spostano i due incisivi se toccano prima, ma in una riabilitazione corretta devono toccare prima i denti posteriori. Non ha le idee chiare.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#11] dopo  
Utente 277XXX

L'importante adesso che le idee chiare le abbia io.
I vostri messaggi sono stati abbastanza chiari.
Rinnovo i miei ringraziamenti a tutti voi che mi avete gentilmente rispo