Utente 152XXX
Gent. Dottori,
da 9 gg ho un forte dolore alla mandobola destra, in corrispondenza dell'articolazione in prossimità dell'orecchio.
E' iniziato tutto abbastanza all'improvviso, mentre ero fuori ho percepito per qualche minuto, forse 15 minuti, un "mal d'orecchio" e tra me e me ho pensato "oh cavolo, è da 30 anni che non provavo mal d'orecchio, speriamo che rientri come è arrivato ..."
In effetti, il termpo di rientrare a casa e del mal d'orecchio non c'era più traccia, tant'è che me ne sono anche dimenticata. Verso sera ho però cominciato a sentire un dolorino (sopportabile) alla mandibola, non ci ho dato peso, pensando fosse magari un indolenzimento passeggero ...
Il giorno dopo al risveglio haimè la sorpresa ... Un dolore molto acuto, ad aprire la bocca, a muoverla avanti/indietro e a destra/sinistra ...
L'ho tenuto sotto controllo per 4 gg, poi preoccupata sono andata dal medico di base che ha ipotizzato un movimento brusco magari durante il sonno (fin da bambina, in effetti, digrigno molto i denti di notte), anche se mi sembra strano al punto addirittura di slogarmi la mascella ...
Mi ha prescitto Voltaren per 4 gg e se non fosse passato di tornare.
Il dolore non è passato, anzi è costantemente persistente, così mi ha prescritto una radiografia (che farò fa un paio di gg) e poi visita dal dentista.
Ma intanto sono passati 9 gg e ne passeranno altri fino all'esito delle lastre ...
Capisco che senza visita diretta è un po' difficile anche per voi dare un parere, ma mi chiedevo sostanzialmente un paio di cose:
- il mal d'orecchio momentaneo avvertito il 1' gg può c'entrare qualcosa, o è una coincidenza?
- la teoria della lussazione durante il sonno ha fondamento? Preciso di non essere gonfia in viso (e di non aver fatto interventi dal dentista recenti di nessun tipo).
- scartando le 2 ipotesi sopra, cosa rimane? E' normale che senta ancora male a distanza di quasi 2 settimane?

Grazie mille per l'attenzione.

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, credo che nel suo caso possa essere utile considerare l'oportunità di rimuovere l'eventuale conflitto tra condilo mandibolare e l'orecchio, e in particolare con la tuba (quel tubicino che mette in comunicazione l'orecchio medio con il retrobocca), posto che nel cattivo funzionamento della tuba c'é la chiave interpretativa della maggior parte delle otiti, come anche della predisposizione di alcuni pazienti a soffrirne periodicamente.
Del resto anche la letteratura scientifica riferisce che quando alcuni sintomi di usuale pertinenza otorinolaringoiatria non sono sostenuti da problemi otologici , è al possibile conflitto fra condilo mandibolare e orecchio che bisogna rivolgere qualche attenzione. Il dolore inspiegabile all’orecchio di questi sintomi è fra i più tipici.
Per questo le confermo l'opportunità di consultare anche un dentista-gnatologo che si occupi abitualmente di problemi dell'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM) .
Le suggerirei anche di dare un'occhiata agli articoli linkati qui sotto, nell'ipotesi che lei possa riscontrarvi elementi di somiglianza con il suo problema.
Cordiali saluti ed auguri

e a questi articoli:
http://www.medicitalia.it/minforma/Otorinolaringoiatria/961/Otite-che-non-guarisce-colpa-dei-denti

www.studiober.com/pdf/Cefalea_Otite_Cervicalgia.pdf ( attendere con pazienza quando si vuole aprire questo link: è molto pesante)
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 152XXX

Gent. Dr. Bernkopf,

grazie per la gentile e tempestiva risposta.

Sto guardando un po' su internet gli articoli da lei gentilmnete suggeritimi e doccumenti correlati, in effetti, questo "condilo mandibolare" che ignoravo fino a pochi min. fa ... sembrerebbe corrispondere abbastanza precisamente alla posizione e al tipo di movimenti che mi provocano dolore descritti.

Mi permango gli ulteriori dubbi:

- se si tratta davvero del "condilio mandibolare" è una cosa che si evincerà dalla radiografia in programma nei prox gg? O il medico di base avrebbe dovuto prescrivermi già esami differenti?

- essendo già passati 10 gg ... è qualcosa che più aspetto e più rischia di peggiorare?

- in realtà il mal d'orecchio è durato giusto 15 min il 1° gg e prima di percepire poi il male alla mandibola che mi ha afflitto successivamente. Se fosse il "condilo" non dovrei sentire mal d'orecchio tutt'ora?

- quale potrebbe essere stata la causa così improvvisa? Un colpo d'aria magari? Ma è quindi possibile che sia semplicemente "infiammato" e che guarisca da solo con qualche cura? il Voltaren però non ha sortito effetto alcuno .....

Mi perdoni le tante domande, ma sono un po' preoccupata, in quanto da 10 gg sto mangiando prorpio poco per via del dolore ... e il pensiero che possa essere un disturbo a lungo termine mi spaventa un po' ...

Grazie ancora.

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile paziente, in questi casi è fondamentale l'esame clinico da parte di un dentista esperto in problemi dell'ATM. In prima battuta le RX servono a poco.
Le cause possono essere varie, ma anche apparentemente inesistenti, nel senso che il problema, latente per molto tempo, si manifesta improvvisamente.
Senta cosa le dirà il dentista, ed eventualmente mi faccia sapere.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Gentile utente, le do dei link relative al problema da lei dichiarato, il bruxismo :

www.malocclusione.it/archivio/bruxismo_cause.pdf
www.malocclusione.it/archivio/bruxismo_diagnosi.pdf
www.malocclusione.it/archivio/bruxismo_terapia.pdf
www.medicitalia.it/minforma/Gnatologia-clinica/1363/Bruxismo-diagnosi-e-terapia

Tutto quanto descritto magistralmente dal dr. Bernkopf, vero maestro nel campo, può trovare origine nella parafunzione di cui lei soffre da bambina.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#5] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Insieme al bite ed altri rimedi (come quelli indicati dal dr. Formentelli) un po di stretching La potrebbe aiutare http://www.danieletonlorenzi.it/atm/stretching-mandibolare-contro-il-dolore-e-wellness-benessere-in-odontoiatria/
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#6] dopo  
Utente 152XXX

Buonasera,
intanto grazie infinite per tutti i Vs. gentili pareri.
Dunque, dall'ultimo msg di mercoledì u.s., su suggerimento del Dr. Bernkopf, ho provveduto a contatre il mio Dentista, che fortunatamente mi ha dato appuntamento per una visita il gg stesso (probabilmente sarei diovuta andare da lui fin da subito e non dopo 10 gg per essere passata dal medico di base, cmq ...).
Il Dentista mi ha fatto fare qualche movimento per testare esattamente dove si localizzasse il problema, riservandosi di dare un parere in merito a radiografia eseguita (che ho fatto il gg seguente e che sarà pronta settimana prox).
Per il momento ha escluso che possa essere stato causato dal bruxismo, sostenendo che è difficile che si facciano movimenti così violenti da provocare ... non ricordo come l'ha definita ... Ha sostenuta che sia stato più probabilmnet provocato magari da uno sbadiglio esteso più del solito, o un forte starnuto (se così fosse, io proprio non ci ho gfatto caso).
Tuttavia provvederò ora leggermi anche i link gentilmnete fornitimi dal Dr. Formentelli, magari mi saranno d'aiuto per un'auto-analisi.
Il Dentista si è infine limitato a prescrivermi ancora Voltaren per altri 4 gg, di muovere il meno possibile la mandibola, e di fare 3 volte al mattino e 3 volte alla sera un esercisio con la lingua da tenere attaccata al palato mentre apro la bocca il più possibile (operazione che non mi provoca il dolore, sono forse gli es. di stratching citati dal Dr. Tonlorenzi?)). il tutto in attesa di tornare da lui settimana prox con radiografia alla mano.
Dopo di chè, onestamente, non ho capito quale sarà la strada da intraprende.
Ad oggi sono 12 gg che sento dolore, forse è un po' meno generalizzato dei primi gg (dove mi faceva male anche l'arcata dentale e a volte l'orecchio), ma ancora non riesco assolutamente a slittare la mandibola a dx/sx, o avanti/indietro. mangio con attenzione, ma a volte se capita che mi distraggo e faccio un movimento non controllato ... il male è scuto tanto da lasciar cadere la forchetta nel piatto.

Dubbio forse sciocco: c'è qualche rischio che a forza di non riuscire ad aprire la bocca oltre un tot (faccio per es. fatica a lavarmi addirittura i denti)., poi si calcifichi cos' e non riesca più ad aprirla al massimo?

Grazie ancotra a tutti,
e auuguro una buona serata.

[#7] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
No non sono gli stessi, ma se sta meglio vanno bene.
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#8] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
Stampi i documenti indicati e li faccia leggere anche al dentista.
Potrebbe essere utile per iniziare un percorso di aggiornamento professionale sul bruxismo.
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#9] dopo  
Utente 152XXX

Gentili Dottori
ecco il risultato della radiografia:
"La cavità articolare temporale presenta raggio di curvatura lievemente ridotto, ma struttura ossea omogenea e normale.
Regolare la morfologia del condilo mandibolare che, a bocca chiusa, è normalmente posizionato nella cavità articolare. Grado assai rilevante di limitazione dell'escursione anteriore dello stesso invece a bocca aperta."
Oggi pomeriggio sono stata dal dentista a distanza di una settimana dalla 1' visita.
Sicuramente và meglio, ma altrettanto sicuramente non sono ancora a posto.
Sento ancora dolore, sebbene forse un po' più smorzato rispetto ai primi 10 gg, nel muovere la mandibola a destra/sininistra e se slitto la parte inferiore verso il fuori ... qui il dolore è ancora molto acuto ed è quello che ogni tanto mi fa saltare sulla sedia mentre mangio o mi lavo i denti. Per fare un es. sento dolore acuto se provo a toccarmi con la punta della lingua il labbro superiore.
Ad ad aprire la bocca in realtà non sento male, ma è come se fosse bloccata ... o forse ho solo paura di sentire male.
Normalmente io ho sempre avuto un'apertura notevole, fino a sentire quasi uno scatto della stessa ... non riesco più a spalancarla fino a quel punto, forse per paura di non riuscire più a richiuderla. Cmq il Dentista mi ha detto di fare esercizio, ma senza arrivare al limite del dolore o sforzare oltremodo l'articolazione.
Per il resto mi ha detto di aspetatre altri 10 gg e poi di tornare.

Dalla vs esperienza in quanto si risolvono mediamente queste problematiche? Ormai io sono in ballo da quasi 3 settimane ...

Grazie mille.

[#10] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, la radiografia è pressoché inutile nel suo caso, che necessita, essenzialmente di una accurata visita e, se mai, di una risonanza magnetica, il solo esame che può individuare la posizione del menisco.
"Normalmente io ho sempre avuto un'apertura notevole, fino a sentire quasi uno scatto della stessa ... non riesco più a spalancarla fino a quel punto, forse per paura di non riuscire più a richiuderla".
Dal suo racconto, infatti, ho il dubbio che si tratti di un locking, cioè di uno scivolamento del menisco che va a incastrarsi davanti al condilo, impedendogli il corretto movimento.
Ovviamente via rete , non avendo avuto l'opportunità di un esame clinico diretto, è difficile dire di più.
Cordiali saluti ed auguri.
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#11] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Gentile utente probabilmente Lei è passata dalla situazione di click ad una di blocco http://www.danieletonlorenzi.it/?s=blocco+articolare&x=-1098&y=-155
Non credo vada meglio.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum

[#12] dopo  
Utente 152XXX

Gent.li Dottori,

ormai è passato 1 mese e qualche gg e ieri ho fatto la mia 3' visita dal Dentista, che si limita a testare alcuni movimenti nell'articolazione e anche ieri mi ha detto che, essendo una cosa lunga ad andare a posto, di tornare fra altre 3 settimane.
Siciramente il dolore è migliorato, ma ancora lo sento ne muovere la mandibola a dx7sx e avanti/indietro, oltre anon riuscire ancora a spalancare completamente la bocca come sono sempre tranquillamente riuscita.

Il problema però mi sta nuovamente preoccupando, perchè dalla visita di ieri pomeriggio dal Dentista, dopo un'oretta ho cominciato a sentire l'orecchio sinistro tappato (quello opposto all'articolazione della mandibola dolorante). Senza farci troppo caso ho cominciato a stuzzicarlo con il dito, a provare a pulirlo con un cottonfiocc, a provare a soffiare con il naso tappato ... ma niente da fare ... sempre tappatto. Sono andata a letto con questa sensazione fastidiosissima sperando che fosse una cosa passeggiera ... Invece al risveglio quello era sempre tappato e nelle ultime ore di stamattina si è tappato anche il destro!
Mi sembra di essre sott'acqua,
spaventata sono andata da medico curante, che mi ha detto di prenotare una visita dall'otorino. il problema è che, apepna chiamati, tutti mi hanno dato appuntamento a dopo pasqua ... ed io devo passare 1 settimana così? e se peggiora perchè non sono intervenuta in tempo?

Cosa ne pensate? E' il caso di provare a sentire il pronto soccorso, o secondo voi non è il caso?
Può c'entrare con i movimenti fatti ieri dal Dentista, o è solo una coincidenza?

Grazie infinite.

[#13] dopo  
Utente 152XXX

PS: avete eventualmente anche un contatto di un Gnatologo di fiducia da sugegrirmi con studio nei dintorni di Monza / Prov. Milano est ?
Esiste un albo professionale da poter eventualmente consultare?

[#14] dopo  
Dr. Sergio Formentelli

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
MONDOVI' (CN)
GENOVA (GE)
LIVORNO FERRARIS (VC)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2006
www.medicitalia.it/specialisti/Gnatologia-clinica
www.studioformentelli.it
Attività prevalente: Gnatologia e
Implantologia (scuola italiana)

[#15] dopo  
Utente 152XXX

Grazie Dr. Formentelli, ora lo consulterò.

Rispetto ad ieri le mie orecchie sono ancora tappatissime ... stanotte mi sono svegliata alle 4 con la sensazione di essere su una barca ...

Cmq, in attesa della visita dall'otorino dopo Pasqua, stavo pensando ... il fatto che si sono tappate può c'entrare con il fatto che ormai è da 1 mese che non riesco più a sbadigliare come si deve?!
Quandfo mi arruva lo sbadiglio, lo contengo per non aprire la bocca .... perchè è bloccata ...

Ancora grazie.

[#16] dopo  
Dr. Daniele Tonlorenzi

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
12% attualità
20% socialità
CARRARA (MS)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2006
Se la metodica di indagine del collega prevede lo studio dei movimenti di lateralità è forse consigliabile rimandare a dopo esercizi di stretching di almeno una settimana per aumentare la mobilità e ridurre il dolore.
In presenza di dolore si sconsiglia di effettuare movimenti di lateralità senza il controllo medico. Lo trova scritto in http://www.danieletonlorenzi.it/atm/stretching-mandibolare-contro-il-dolore-e-wellness-benessere-in-odontoiatria/ un dispositivo che "assista" la ginnastica e lo stretching mandibolare non mi sembra cosa sbagliata.
Il professionista lavorerà più facilmente e Lei soffrirà meno.
Saluti
http://www.medicitalia.it/dtonlorenzi/curriculum