Ticchettio orecchio sx

Salve,
chiedo aiuto per questo mio problema perchè mi crea grandissimo disagio e la sera anche se non sempre, soffro di insonnia a causa di questo.
Da più di un mese a questa parte ho un fastidioso ticchettio all'orecchio sinistro, tipo una macchina da scrivere che in maniera non ritmica ma molto velocemente ticchetta all'interno del mio orecchio. Quando è iniziato, ticchettava una volta ogni tanto e pensavo fosse dovuto a un po' di catarro all'interno della tuba, visto che in passato avevo fatto una cura per una otite tubarica,e quindi non gli davo peso. Col passare del tempo però questi ticchettii sono cominciati ad essere frequenti e se prima cambiando posizione smettevano ora non importa più quale posizione assuma che si fanno sentire lo stesso e con molta insistenza. Nella mia anamnesi otoiatrica posso aggiungere di aver avuto un'otite perforante bilaterale in età neonatale che mi ha arrecato una sordità al 40%, un periodo di vertigini posizionali o (come afferma il mio medico di base) sindrome di meniere, tonsillectomia a 7 anni e settoplastica e turbinati nel 2006. In questo periodo (nell'ultimo mese) ho effettuato una visita da otorino che mi ha diagnosticato catarro tubarico da curare con fluimucil 600mg da distribuire in 2 volte al giorno e rinofluimucil spray nasale 2 spruzzi x narice 3 volte die. In più dovrò fare una tac massiccio facciale in assiale-coronale (versamento endotimpanico in esiti di settoplastica). in attesa di questo esame la mia domanda è questa: è possibile che nonostante stia facendo la cura i fenimeni dei ticchettii aumentino anziche diminuire? se si a cosa potrebbe essere dovuto? cosa posso fare per migliorare la mia situazione? Ieri sera per cercare di dormire ho preso 15 gtt di lexotan e un po' son riuscito a dormire, possibile che questo sia l'unico rimedio per ora? Aspetto ansiosamente una risposta. Grazie.
[#1]
Dr. Edoardo Bernkopf Dentista, Gnatologo, Esperto in medicina del sonno 5,7k 194 26
Gentile Paziente, é difficile poter dare una risposta chiara via rete in un caso come il suo. Noto però che lei ha avuto problemi alle orecchie ....fin dalla nascita. Evidentemente questi problemi sono stati considerati per se stessi, e in qualche modo conclusi ogni volta. Potrebbero però essere le manifastazioni cliniche di volta in volta diverse sostenute da una struttura anatomofunzionale sfavorevole di quel distretto che mette in relazione l'orecchio con l'Articolazione Temporo Mandibolare (ATM).
Dia un'occhiata , su questo stesso sito, agli articoli qui sotto linkati, nell'ipotesi che vi riconosca qualche somiglianza con il suo caso. Eventualmente mi faccia sapere.Cordiali saluti ed auguri


Otite che non guarisce: colpa dei denti?
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/961-otite-ricorrente-colpa-dei-denti.html
Malattia di Meniere e Disfunzioni dell'Articolazione Temporo Mandibolare
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/745-malattia-di-meniere-e-disfunzioni-dell-articolazione-temporo-mandibolare.html

https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1348-acufeni-e-disfunzioni-dell-articolazione-temporo-mandibolare-atm.html

Problemi di “naso chiuso”: a volte la causa sta in bocca
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/983-problemi-di-naso-chiuso-a-volte-la-causa-sta-in-bocca.html

Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2]
dopo
Utente
Utente
Non so se questi problemi possano essere direttamente correlati alla bocca...
Ho da poco finito delle cure odontoiatriche (perlpopiù 3 estrazioni tra cui un giudizio e 2 molari + 2 devitalizzazioni e 3 otturazioni) e tra questi un premolare il 35 mi ha dato dei problemi di infezione profonda curata prima con assunzione di cortisonici e antibiotici, poi con applicazioni dirette nel canale di cortisonici. Spiego questo perchè ho avuto l'impressione che il problema fosse correlato con questo dente, in quanto l'insorgenza dell'acufene combacia circa con l'ultima volta che ho chiuso questo dente. Problemi adenoido-tonsillari non ce ne possono essere perchè ho avuto un intervento di adenoido tonsillectomia a 7 anni. Preciso inoltre che ho terminato la cura datami dall'otorino a base di fluimucil e rinifluimucil ma di giovamenti non ne ho avuti. Ora sto attendendo solo la tac sperando dia qualche risultato. Problemi temporo mandibolari non so se ne ho, ma soffro di cervicale dovuta da artrite uncoartrosica delle vertebre cervicali con ridotta escursione sia in estensione che in riduzione nelle dinamiche.
Per ora la ringrazio del consulto e attendo oltre a sue ulteriori considerazioni anche l'esito della tac. Voglio precisare inoltre che l'equipe medica otorino che mi sta seguendo è quella del dott. Tubino all'ospedale di Chivasso (To) e per quanto ne so sono molto conosciuti e di buona reputazione. Quindi fino a prova contraria continuo a mantenere un po' di fiducia...
Cordiali saluti.
[#3]
dopo
Utente
Utente
Caro dottore, speravo si facesse sentire con nuovi consigli in merito, cmq volevo solo dirle che la tac non ha evidenziato nulla e che l'otorino non sapendo di cosa si tratta, mi ha inviato presso un otologo sperando che almeno lui ne possa sapere qualcosa... intanto continuo a prendere lexotan per dormire e forse ricomincio cura con microser che sembrava avesse qualche risultato per adesso non ho altro da aggiungere nella speranza che qualcuno possa darmi qualche soluzione
cordiali saluti

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test