Faringite cronica

Buongiorno,soffro da 10 mesi di un mal di gola cronico 24 ore su 24, ho fatto varie visite orl con fibrolaringoscopia dove si evince uno stato irritativo della faringe, visite gastroenterologiche con gastroscopia e analisi del sangue ok. Ho effettuato varie terapie con antibiotici, antinfiammatori, aereosol,protettori gastrici,antiacidi, ecc. ma non ho avuto nessun miglioramento sul dolore. Non so più a cosa attribuire questo mal di gola e sto iniziando seriamente a preoccuparmi. Pertanto volevo chiedere se una fibrolaringoscopia sia sufficiente per confermare l'assenza di un carcinoma alla gola come ad esempio quello in situ che per quanto credo di aver capito è quello che si sviluppa nell'epitelio. Inoltre vorrei un consiglio sul da farsi come esempio eventuali tac rm o biopsia per escludere il peggio,ringrazio anticipantamente per una eventuale risposta.
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32k 1,1k
Sicuramente. attraverso una fibroscopia si puo' rilevare l'eventuale presenza di una neoformazione e, per questo, posso tranquillizzarla. Che fare nel suo caso? Mi pare di capire che, ad oggi, non si è ancora sottoposto ad un tampone faringeo per la ricerca di germi patogeni. Lo farei. In base alla risposta dell'esame, vedremo il da farsi.
Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Mi scusi ma non ho trascritto di aver eseguito 2 volte il tampone per la ricerca dei batteri e dei miceti con esito negativo. Inoltre vorrei dirle che ho una tiroidite cronica ancora normo funzionante con valori di ft3, ft4 e tsh nella norma, mentre gli anticorpi anti perossidasi e anti tireoglobulina sono a 440 quando il valore max e rispettivamente 16 per anti tpo e 100 per antitireoglobulina. Ho eseguito anche visita da endocrinologo che mi ha escluso la correlazione della tiroide con questo mal di gola cronico. Una cosa particolare ma non so se è solo una mia impressione è che il dolore aumenta quando sono più stanco.Cordiali saluti
[#3]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32k 1,1k
Ovviamente, come ben puo' comprendere, è difficile fare una diagnosi a distanza. Prendendo per buona le negatività dei tamponi effettuati, un'altra possibile causa potrebbe essere una esofagite da reflusso. Forse, sarebbe il caso di sottoporsi ad una rinolaringoscopia a fibre ottiche.
Cordialmente
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buonasera dottore, vi scrivo nuovamente a distanza di tempo poichè ancora non ho risolto il mio mal di gola. Ho fatto di tutto e provato di tutto. Attualmente l'unica cosa che mi sta calmando il dolore è la terapia con ommunal, gargarismi tre volte al giorno con un cucchiaino di acqua ossigenata diluita in un bicchiere d'acqua, e bactoblis per 30 giorni. Ora volevo porvi una domanda, escludendo un fattore di reflusso e prendendo in considerazione che ho avuto sempre una debolezza alla gola, infatti ogni qualvolta mi veniva il mal di gola avevo il terrore di non riuscire a guarire,infatti mi accorgevo che ogni anno che passava sembrava essere sempre più resistente agli antibiotici e impiegavo sempre più giorni per guarire fin quando allo stato attuale mi trovo ad affrontare quello che temevo cioè un dolore continuo,pertanto chiedo se può una faringite cronica causata dai vari mal di gola precedenti presentarsi in questa maniera con un dolore continuo e persistente. Vi ringrazio in anticipo per una vostra eventuale risposta.
[#5]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32k 1,1k
Personalmente, non credo sulla negatività del tampone faringeo ultimo eseguito. è importante saperlo fare. Comunque sia, una faringite cronica è caratterizzata da fasi migliori e da fasi peggiori , con intensificazione e miglioramento del quadro clinico. Tornando al reflusso come possibile causa, magari farei un test per la presenza dell'Helicobacter Pylori.
Cordialmente
[#6]
dopo
Utente
Utente
Buonasera Dr. Brunoni, scusate se mi dilungo, sono passati più di due anni ed io non riesco ancora ad uscire da questa infiammazione alla faringe(non ho tonsille), mi sembra un incubo poichè il dolore è continuo e si allevia solo con il riposo e i lisati batterici. Ricapitolando ho ripetuto due volte la gastroscopia helicobacter pilory negativo , ho fatto due ph metrie, ripetuto tampone faringeo e analisi del sangue, pertanto il quadro è il seguente lieve reflusso acido (anche se io non sento nulla) rilevato solo dalla ph metria e quindi può darsi che sia solo una coincidenza o concausa della mia faringite,comunque sia ho effettuato varie terapie con ipp alginati ecc.ecc. durati per circa due anni senza benefici, ho curato l'alimentazione e l'inclinazione del letto, tamponi faringei per ricerca batteri e micosi negativi ,analisi del sangue ok, no mononucleosi. Noto nella parete posteriore della faringe come delle petecchie rosse che nel momento in cui io assumo un antibiotico si rimpiccioliscono quasi a sparire ed io mi sento meglio ma nel giro di qualche giorno ritornano ad ingrandirsi ed io accuso nuovamente bruciore. Da quando sto effettuando la cura con ommunal lisati batterici queste petecchie(non saprei come definirle) si stanno rimpicciolendo pero sono sempre li, il dolore si è un po calmato ma sempre presente. Visto che le ho provate tutte volevo sapere se è indicato fare una biopsia al tessuto faringeo per capire la causa di questa infiammazione o se devo continuare con i lisati (ho fatto già quattro cicli da tre mesi ciascuno) magari indicandomi qualche lisato più efficace e di ultima generazione, inoltre vorrei capire se in quelle petecchie si possono annidare dei batteri che non riesco a sconfiggere del tutto con l'antibiotico e come poter agire per far sparire del tutto quelle petecchie.la ringrazio in anticipo.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test