Tonsillite cronica - terapia tonsillare iniettiva

Salve. Volevo chiedervi un parere su una tonsillite cronica che dopo un mese e 2 cure antibiotiche effettuate continua a ripresentarsi. L'otorino alla visita specialistica mi ha liquidato dicendomi di fare una terza terapia con un altro antibiotico ma io stavo prendendo in considerazione tutte le alternative disponibili, compresa una eventuale tonsillectomia se il problema continua a persistere.
Con le cure effettuate il problema sembra passare (quantomeno le placche spariscono completamente per poi ripresentarsi dopo 7-10 giorni, con malessere, senza febbre e sinceramente ora non ho nemmeno più male alla deglutizione, quindi solo stanchezza e malessere).
In internet ho trovato nel sito www.giorgiobrizzi.it una terapia consigliata proprio da Lui, Dottore Otorinolaringoiatra di Firenze, che consiste nell'iniettare all'interno delle tonsille un antibiotico direttamente con una siringa e che a detta del dottore da una percentuale di guarigione dell'80%.
Che ne pensate di tale terapia. Il mio medico dice che se la ritengo una soluzione potrei provare (quindi passa la palla solo a me), ma vorrei un parere da qualche dottore più esperto. E' per caso pericolosa? Avete esperienze in merito? Grazie
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Sconsiglio assolutamente tale pratica. Prima di tutto, dobbiamo capire se questa infiammazione sia di natura batterica o meno e, per questo, occorre che si sottoponga ad un tampone tonsillare per la ricerca di germi patogeni. Ovviamente, tale esame, deve essere fatto non prima di una decina di giorni dall'ultimo antibiotico assunto. Attendo la risposta del tampone.
Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve Dott. Brunori, la ringrazio per la risposta. Mi interessava appunto avere un parere specialistico perchè per quanto ne possa sapere un medico di base non è mai esperto in tutto.
Provvederò a chiedere al medico di base di prescrivermi un tampone per la ricerca dei germi. A detta del mio medico però l'infezione è batterica senza alcuna ombra di dubbio, perchè non ho mai sofferto di tonsilliti nella mia vita, di mononucleosi non si tratta certamente perchè da esami del sangue risulta che l'abbia già contratta (ho gli anticorpi ma non risulto averla al momento) e nelle tonsille a seguito spremitura tonsillare esce un po' di pus, che con le cure antibiotiche sparisce del tutto per poi ripresentarsi dopo circa 10 giorni. Per questi motivi non ha nemmeno voluto che facessi il tampone, prescrivendomi subito gli antibiotici. E' il caso che il tampone lo faccia fare con antibiotigramma o non serve?
Cordiali saluti.
[#3]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Proprio per questo occorre un tampone: magari ha utilizzato antibiotici non sensibili per il germe determinante la patologia. L'antibiogramma serve proprio per scegliere l'antibiotico piu' appropriato per l'eradicazione del batterio.
[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve, scrivo solo per aggiornamento della situazione:
A seguito ulteriore visita dal medico che non ha voluto prescrivermi il tampone ma ha voluto che facessi un'ulteriore terapia antibiotica di 3 giorni, le placche sono sparite e per ora non sono più ritornate. Al terzo giorno di tale terapia avevo anche una visita già prenotata da tempo con un otorino privato (in ospedale evito di andare perchè sono troppo frettolosi e comunque il costo per una visita di libera professione è identico, se non superiore, alle cliniche private). A distanza di 15 giorni dalla fine di tale terapia permane però ancora faringite, tonsille arrossate, un po' di stanchezza e sensazione di gonfiore (anche se leggero).
Perciò senza passare per il medico di base in mattinata ho deciso (come comunque consigliato anche dallo specialista che mi ha visitato) di sottopormi a tampone faringeo con abg presso un laboratorio privato convenzionato (scoprendo che comunque il costo di tale esame fatto privatamente è solo di 3 euro in più di quello fatto tramite ssn). A metà della settimana prossima avrò i risultati e La aggiornerò.
[#5]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Perfetto, ottima decisione. mi farà piacere conoscere la risposta dell'esame. Penso che convenga rivolgersi ad un altro Medico di famiglia: non si puo' prescrivere una terapia a caso, in questo caso antibiotica senza sapere la natura dell'infiammazione!
[#6]
dopo
Utente
Utente
Certo, valuterò il cambio non appena avrò sistemato questi problemi, avevo già intenzione di farlo, ma poi come si dice in gergo, "si sa quello che si lascia ma non si sa cosa si trova".
Credo che mi sia stato più utile Lei con un consulto online finora che il mio medico, anche se in effetti dopo tre terapie antibiotiche le placche sono sparite e alla fine della terza terapia avevo perso anche quei 2-3 kg di peso che ho prontamente ripreso in 2 settimane, visti gli effetti collaterali.
Secondo l'l'ultimo specialista consultato la faringite persistente potrebbe essere anche causata da reflusso gastrico + rinite allergica (ho sempre sofferto in forma lieve di entrambi, ma non mi avevano mai dato alcun problema alla gola) e la tonsillite è stata una sovrainfezione batterica.

Intanto attendo gli esiti dell'antibiogramma (sempre se verrà trovato qualche germe, ma se non venisse trovato il problema sarebbe doppio non sapendo da cosa deriva...). Appena li ricevo Le farò sapere.
Grazie ancora.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Dunque. Aggiorno ad oggi la situazione. Ho eseguito tampone faringeo. Risultato negativo a batteri e miceti a tutto e quindi ab non eseguito.
La faringite però permane, le tonsille sono meno infiammate e placche per ora non ne ho, ma il fastidio non è sparito del tutto.
Chiaramente dal mese scorso il quadro generale è migliorato, però non è completamente risolto.
Io continuo a fare un paio di sciacqui al giorno col collutorio e ad assumere gastroprotettore 40mg al mattino come indicato dall'otorino. Chissà che piano piano migliori....
Altri consigli?

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test