Utente
Gentilissimi Dottori,
Da sabato scorso ho iniziato ad avere i classici sintomi influenzali come debolezza, congestione nasale..
Dopo circa 3 gg ha iniziato ad infiammarsi 5la gola, con secchezza e pizzicore alle tonsille che mi porta a tossire sovente. La tosse è secca e fastidiosa, sopratutto a metà notte inizio ad avere questo forte pizzicore ed inizio a tossire di continuo. Cerco di trarre beneficio da degli sciaqui con tantum verde e le pastiglie per la gola, ma con scarsi risultati. Ovviamente, riposo male e poco, ed è molto fastisioso.
L'anno scorso ho avuto un problema simile, una tosse stizzosa che peggiorava la notte, da sdraiata o nei luoghi chiusi.
Sono stata visitata da un otorinolaringoiatra che tramite laringoscopia ha escluso un problema di reflusso (soffro di gastrite), e ha rilevato un'infiammazione alla gola che mi ha detto di curare con bentelan e suffimigi. La situazione non migliorava, così sono stata da un allergologo e tramite prick test sono risultata allergica a nessuno degli allergeni a cui mi ha sottoposta.
Al ché sono andata al ps, e il medico dopo avermi visitata e dopo RX toracico non ha rilevAto anomalie. Mi ha dato 2 puff al di di Broncovaleos e Foster e Deltacortene 1cp al di.
Dopo due settimane è passata, ma senza mai capire cosa fosse.
Domani mi recheró dal mio medico, ma voglio domandarvi se eventualmente sia il caso di assumere antinfiammatorio e antibiotico.
Mia madre ha di recente avuto un problema simile curato con oki e octegra su consiglio del suo otorino.
Posso eventualmente parlarne al mio medico?
Oggi ho assunto una bustina di Oki per il troppo pizzicore e conseguente tosse secca e soprattutto perché vorrei riuscire a risposare la notte.
Vi Ringrazio anticipatamente per la disponibilità.
Saluti.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Da cio' che descrive, la causa della sintomatologia sofferta puo' avere, come origine, proprio una esofagite da reflusso e, in seconda istanza, una forma allergica. Personalmente, sono piu' orientata sull'infiammazione esofagea. Nessun antinfiammatorio, quindi, ma solo una cura per l'esofagite.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Egr. Dott. Brunori,
La ringrazio per la sua risposta.
Mi sono recata dal mio medico, e dopo avermi visitata mi ha prescritto una cura con bentelan 1/2 cp mattino e sera e Cefixima 1 con la sera. Per calmare bruciore e tosse mi ha dato lo sciroppo Froben.
Stanotte ho avuto due attacchi di tosse uno all'una e uno alle sei.
Ma l'esofagite con quali esami posso escluderla? Da quale specialista?
L'Otorino che mi visitò escluse problemi legati al tratto digerente.
E un'ultima curiosità, come è possibile che sia guarita con un cortisone come il Deltacorten, se il problema è legato allo stomaco?
L'oki che ho assunto l'altra sera in effetti mi ha un po'calmato la gola, ma la notte la tosse da sdraiata ce l'ho comunque.
La ringrazio nuovamente per l'attenzione .

Saluti.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Il dosaggio della cura cortisonica è assolutamente inadeguata per una persona adulta e, quindi, non serve a nulla. Il cortisone, poi, non è assolutamente indicato nella patologia infiammatoria gastroesofagea. Per una conferma della diagnosi, iniziamo con una nuova visita specialistica otorinolaringoiatrica con rinolaringoscopia a fibre ottiche.
Dr. Raffaello Brunori