Utente
Buongiorno e grazie per il servizio che offrite.
Vi espongo un mio dubbio: ho effettuato una ecografia al collo per un linfonodo ingrossato al collo.
L'ecografia ha confermato la diagnosi di banale linfonodo reattivo.
Tuttavia, in entrambi i lati della parotide è stata rilevata una piccola lesione intra-parotidea ipoecogena di forma ovale con una piccola vascolarizzazione a destra e non vascolarizzata a sinistra.
Le misure sono 6.5 x 4.9 x 3.7 mm e 6.2 x 6.1 x 5 mm.
Tiroide a posto, analisi del sangue perfette.
Tutti gli altri linfonodi sono normali.
Ho 37 anni, non fumo, non assumo droghe, sono vegano, mi alleno almeno 5 ore a settimana e bevo massimo un paio di bicchieri di vino il week end.
Donatore di sangue e molto sportivo, quindi mi sottopongo a dei controlli almeno una volta l'anno.
Nessuna malattia e l'ultima influenza l'ho avuta quando avevo 6 anni, ma il linfonodo per il quale ho originariamente richiesto l'ecografia è spuntato dopo un mese di mal di gola e forte raffreddore che in parte ancora continua.
L'ecografista mi ha rassicurato dicendomi di ricontrollare queste due lesioni tra 6 mesi ma vorrei essere sicuro di non perdere eventuale tempo prezioso qualora il quadro clinico necessiti attenzione immediata.
A questo link scan dell'ecografia: http://postimg.org/gallery/c9kpr518/89127c58/
Grazie mille e buon lavoro,

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Il prossimo passo consiste nel sottoporsi ad una tac delle ghiandole salivari con mezzo di contrasto e, forse, quello successivo in un agoaspirato.
Condivido in pieno il suo parere, ovvero di non aspettare i sei mesi, come consigliato.
Una volta in possesso delle relative risposte, si vedrà il da farsi.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Grazie per la risposta.
Sarò fuori per lavoro per le prossime due settimane ma fisserò una TAC al mio ritorno a Parigi.

Tre domande extra, se è così gentile da rispondermi:

- La TAC delle ghiandole salivari fa fatta nel macchinario intero (scusi, non conosco il termine tecnico ma credo abbia capito cosa intendo) o quello aperto?

- Perché afferma che solamente "forse" ci sarebbe bisogno dell'ago aspirato? Il risultato della TAC in questo caso potrebbe già essere definitivo e non necessitare ulteriori investigazioni?

- Mi sembra di capire che lei esclude una banale linfadenite, che invece sembra sia l'opinione dell'ecografista, viste le scarse dimensioni dei noduli. Oppure la tiene comunque nel range delle possibilità ma è semplicemente più scupoloso?

Grazie,

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
L'Ecografista puo' certo, esprimere una sua opinione, ma è lo Specialista che, leggendo le immagini dell'esame, decide il da farsi secondo i protocolli. Quindi, Le consiglio di rivolgersi ad uno Specialista prima di sottoporsi di testa sua a tac od altro. In un caso come questo, oltre le indagini radiologiche , spesso occorre un agoaspirato: solo cosi' si ha una indicazione della patologia che ci si trova di fronte.
Cordialità
Dr. Raffaello Brunori