Utente 432XXX

Buongiorno,

Dopo la procedura di esami tutti nella media sono arrivato finalmente a fare un RM ( risonanza magnetica) encefalo senza mezzo di contrasto, vi posto il referto.

Assenza di alterazioni morfologiche e/o del segnale a carico del tessuto nervoso. Ai limiti superiori rispetto alla norma il sistema ventricolare sotto e sopraremtoriale, lievemente asimmetrico per prevalenza del ventricolo laterale dx, su probabile base conformazionale. Nella norma l'ampiezza degli spazi liquorali subaracnoidei pericerebrali e pericelebbrellari, se si esclude modesta megalia della cisterna magna associata infatti a locale duplicazione incompleta della falce cerebellare. Incidentale piccola cisti della pras intermedia, localizzata infatti tra l'adeno e la neuroipofisi, in basso segnale T2w, che misura 4,7mm (dS-I) x 3,3 mm (dA-P), di scarso significato patologico. Regolare spessore e segnale del VII e dell'VIII paio dei nervi cranici.
Conservata morfologia e segnale delle strutture clocleo-labirintiche. Regolare decorso e segnale da flusso dei principali vasi arteriosi intracranici in assenza di dilatazioni aneurismatiche e/o malformazioni artereo-venose. R. A. Ispessimento flogistico- reattivo della mucosa del seno mascellare sx; obliterazione di analoga natura di alcune cellette etmoidiali anteriori sx ma soprattutto posteriori dx.

La mia dottoressa è in malattia aiutatemi a decifrare questo referto. Acufene pulsante dx.

Grazie

[#1]  
Dr. Salvatore Pappalardo

24% attività
0% attualità
4% socialità
TAORMINA (ME)

Rank MI+ 28
Iscritto dal 2016
Il reperto è normale, con la irrilevante eccezione di minimi rilievi da esiti flogistici in risoluzione in alcuni seni paranasali.
Le due patologie che potrebbero dare acufene pulsante, obiettivabili con diagnostica per immagini, sono: 1) replezione flogistica completa di un cavo timpanico, catarrale o purulenta
2) glomangioma ( o chemodectoma) timpanico.
Mentre la prima ipotesi si accompagnerebbe ad una probabile sintomatologia otoiatrica, immediata evidenza otoscopica alla visita ORL, e sarebbe abbastanza evidente in RM, la seconda sarebbe caratterizzata da un reperto molto meno evidente alla RM, soprattutto ad uno studio generale dell'encefalo, non mirato specificamente al quesito diagnostico, e quindi potrebbe sfuggire, anche ad una refertazione esperta ed accurata come quella trascritta.
In definitiva, se l'ORL dovesse confermare, anche tramite osservazione otoscopica, il sospetto diagnostico di glomangioma timpanico, la maniera più accurata, sensibile e specifica per metterlo in evidenza sarebbe uno studio TC ultracollimato, anche con mezzo di contrasto.
Dr. salvatore pappalardo

[#2] dopo  
Utente 432XXX

Effettivamente la dottoressa ORL mi visito' con l'otoscopio solo nel primo incontro riscontrando nell'orecchio dx un tappo di cerume poi rimosso. Per escudere muchi preventivamente mi fu prescritta una terapia atta ad eliminarli, senza successo. Adesso sto facendo una cura per la Sinusite (trovata in RM), un integratore che non fa mai male, e una trt prescritti dalla dottoressa.

Comunque, grazie per la professionalità!