Utente
Salve medici, scrivo nella speranza di un consulto perché la mia dottoressa di base non risponde da Marzo.
Di norma ho un'intensa produzione di muco quotidiano tutto l'anno, presento timpani "sfilacciati" da numerose otiti passate e anni di batteria suonata senza tappi, parziale perdita di udito dall'orecchio destro, faringite cronica e deviazione nasale grave con 95% di ostruzione della narice destra e parziale della sinistra, turbinati ben aperti.
Sono stata un po' di volte da un otorino ammirevole che ha confermato il mio urgente bisogno di intervento quando avevo 9 anni ma abbiamo aspettato la fine della crescita ossea facciale per discuterne ancora. Risulta molto difficile perché ho un passato di ortodonzia non completo che continua a far muovere i denti e il setto nasale con molti dolori a distanza di anni quindi non ho mai accettato l'intervento nonostante con questo naso la mia vita sia un orribile impedimento che blocca qualsiasi attività fisica e la buona respirazione portandomi ad un livello di stress che ha condizionato permanentemente il mio sistema immunitario che non riesco più a far riprendere da 3 anni.
Il mio problema attuale è che da Aprile il solito raffreddore è peggiorato e sono iniziate violente fitte nelle orecchie, specialmente il sinistro, congiuntiviti, mal di testa e dolori facciali in zigomi, fronte e denti. È iniziato in Sardegna, dopo aver preso un volo di emergenza familiare. Il giorno prima ho fatto una doccia e mi è andata dell'acqua nelle orecchie che nel periodo otiti/placche/linfodeniti gravi mi ha portato 2 volte su 3 all'antibiotico. Non essendo a casa mia ho provato a chiamare la dottoressa ma non ha mai più risposto dalle sue vacanze di Pasqua dove di solito sparisce e lascia il numero della guardia medica locale... Cosí in farmacia mi hanno dato dell'antinfiammatorio che ho preso per 4-5 gg fino a scomparsa sintomi. Adesso è Giugno e non sono passate le fitte nelle orecchie e l'abbondantissimo muco.
Soffio il naso ogni 5 minuti, sento come se avessi dei palloncini gonfi dentro le narici, sono molto secche e bruciano.
Stasera ho provato uno spry di acqua marina che mi pento di aver usato perché ora ho davvero il fuoco nel naso, lo sento scartavetrato.
Spero mi rispondiate in fretta perché ho davvero bisogno, non so cosa fare e non posso cambiare medico perché ho in programma un trasloco che non so dove sará. Sono disperata, respirando cosí tanto con la bocca sono tutta secca, la notte non respiro e non riesco a mangiare/parlare bene.
Mi scuso davvero tanto per la lunghezza della spiegazione, ho solo paura di non poter risolvere il problema.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Penso proprio che sia arrivato il momento di pensare ad un intervento chirurgico per la correzione funzionale della deviazione del setto e per la decongestione dei turbinati. Poichè la patologia è di vecchia data e, quindi, cronica, penso che sia opportuna anche una tac dei seni paranasali senza mezzo di contrasto, magari allargata all'orecchio medio. Non ci sono altre soluzioni.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottore, è stato molto chiaro ma purtroppo temo di non poter affrontare l'intervento sia per la mia carriera da mezzo soprano sinfonico e sia perché questo otorino era stato molto onesto preparandomi al fatto che il mio naso é talmente complicato che per correggerlo rimarrebbe molto sottile, "di cristallo" e si era spinto a darmi molto tempo per pensarci offrendomi prima dei vaccini anticatarrali. Nel tempo delle visite ho effettuato 2 tac ortodontiche ed una risonanza magnetica per un problema oculare e in distanza di mesi il mio setto e i denti risultavano muoversi senza sosta così lui si è rifiutato momentaneamente mettendomi in guardia che se dopo l'intervento si sarebbe mosso ancora il setto sarebbe stato necessario un pezzo di femore (non posso permettere cicatrici sul corpo per lavoro).
La ringrazio tantissimo per il suo consiglio ma non mi sento pronta ad affrontare una cosa così delicata dove persino il chirurgo mi ha avvisata con la frase "dovrai aver paura a ricevere una manata sul naso perché sarà sottilissimo". Ha anche rifiutato la parte estetica, del quale necessito perché la condizione del naso comporta anche un'importante asimmetria che deforma molto il viso, perché in sua opinione ho una pelle che non cicatrizzerebbe e mi ha consigliato che se proprio un giorno insisterò si vuole prendere lui la responsabilità perché c'è da sistemare molte cose e suggerisce, data la gravità, di farlo operare una volta sola.
Non me la sento.
Buona giornata dottore, grazie tanto ancora.

[#3]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Non condivido il parere del Collega. Certo, si deve mettere nelle mani di uno Specialista che abbia una buona casistica operatoria sul naso. Per ogni problema c'è una soluzione che solo l'esperienza puo' trovare.
Dr. Raffaello Brunori