Utente 370XXX
Ciao,
Ho un piccolo problema che cercherò di spiegarvi nella maniera più dettagliata possibile in modo da facilitarvene la totale comprensione.

Circa 2 mesi fa, in concomitanza con una sbronza molto pesante (tale da farmi vomitare più volte) ebbi dell'attività sessuale, e durante quest'ultima iniziai ad accusare un forte mal di testa.

C'è da dire, qui, che non sono una persona che soffre di cefalee / emicranie in modo particolare. A volte mi capita di soffrirne, ma si tratta (magari) di 1 volta al mese, non sono di certo quel tipo di persona che ogni giorno soffre di mal di testa o simili (o almeno: non lo ero - col senno di poi).

Terminai l'attività sessuale, visto che quel dolore mi era già famigliare (cefalea da orgasmo, che ho molto raramente, per intenderci 1 volta l'anno).

Da quel giorno, ogni volta che ho dell'attività sessuale, quando sono vicino all'orgasmo, mi torna questo dolore molte forte.
Tutti i giorni, per un motivo (orgasmo) o per un altro (non so quale, ma capita casualmente) mi torna questo dolore (da ormai 2 maledetti mesi).
Il dolore emerge, anche dopo orgasmo (come scritto sopra) sotto forma di cefalea da coito (diventa fortissimo durante/dopo orgasmo).

Il dolore è situato nella parte posteriore - destra - alta della testa.
Per intenderci, in quest'area qui: http://i.imgur.com/uOTQ7xO.png

A volte il dolore si affievolisce e si intensifica leggermente quando muovo la testa in determinate direzioni (potrebbe c'entrare qualcosa la cervicale?)

Vorrei quindi sapere cosa potrebbe essere e quali visite mediche effettuare, premettendo però che:

- Il mio medico non ne vuole sapere di prescrivermi visite o analisi, dopo avermi toccato brevemente la cervicale se n'è uscito dicendo che ho i muscoli rigidi.

- Ho effettuato una visita neurologica a spese mie, il neurologo non mi ha fatto nessun analisi se non dei controlli sui riflessi e alcuni test (camminare, saltare, etc) ed è emerso che ho dei "Riflessi normovivaci simmetrici" con "Vertigini, instabilità e cefalea sono spiegate nell’ambito di un emicrania.". Mi è stato quindi consigliato di assumere Mag2 per una settimana, ma pur assumendolo non ho notato miglioramenti. Il neurologo mi ha sconsigliato ulteriori analisi o esami.

- Ho i linfonodi gonfi, da prima che iniziasse il mal di testa, non conosco la causa del gonfiore e sto assumendo anti infiammatori prescritti dal mio medico (il ché non placa il gonfiore..). L'ecografia ai linfonodi non ha mostrato alcun anomalia (tutto apparentemente normale, linfonodi infiammati).


Sono particolarmente preoccupato in merito a qualche tumore (correlazione linfonodi -> mal di testa..).
Il mal di testa lo ho tutti i giorni, in alcuni orari di più, in altri di meno.

Cosa mi consigliate di fare?

[#1] dopo  
Dr. Antonio Ferraloro

Referente scientifico Referente Scientifico
56% attività
20% attualità
20% socialità
MESSINA (ME)
BROLO (ME)
FICARRA (ME)

Rank MI+ 96
Iscritto dal 2007
Prenota una visita specialistica
Gentile Utente,

probabilmente Lei accusa due tipi diversi di cefalea, una forma da attività sessuale ed una forma tensiva considerata la tensione muscolare che è stata riscontrata a livello cervicale, la vecchia cefalea muscolotensiva. Ovviamente questa è solo un'ipotesi a distanza. Il magnesio non ha dato benefici ma a livello di prevenzione consideri che abbiamo a disposizione diversi altri farmaci.
Cosa fare? Ritornare dal neurologo o rivolgersi ad altro collega e spiegare che la precedente terapia è risultata inefficace.
Correlazione con i linfonodi ingrossati? Non penso, né mi sento di condividere la Sua equazione avendo effettuato un'ecografia con esito negativo per malattie importanti.

Cordiali saluti
Dr. Antonio Ferraloro