Ischemia con edema cerebrale da cmv

Salve...piu breve e' possibile Nel settembre 2016 all'eta' di 35 anni dopo 14 giorni di febbre con mal di testa,confusione,vista doppia andai in ospedale.. era il 20/09 la prima RM ENCEFALO senza contrasto e con diffusione diceva
Sistema ventricolare morfovolumetricamente ai limiti con strutture della linea mediana in asse.si apprezza estesa zona di alterato segnale tipo edema citotossico a livello dell'emisfero cerebellare destro(territorio PICA),al verme,con altri sport di simile alterazione di segnale all'emisfero cerebellare sn ed a sede corticale occipito mesiale sin.Non significatio enhancement dopo contrasto(anche in fase tardiva).
I reperti potrebbero essere riferibili a lesioni ischemiche emboliche(origine cardiogena)non potendosi escludere natura di patologia vasale(vasculite):meno probabile l'ipotesi di PRES.modici fenomeni compressivi sulle strutture encefaliche vicine con modica discesa della tonsilla cerebellare dxla RM encefalo la evidenziava multipla aree di alterato segnale a sede emisferica cerebellare sn,mentre emisferica cerebellare dx e occipto sinistro come da lesioni ischemiche di natura embolica.Si sospetta che il CMV mia abbia provocato tutto questo perche' in quei giorni fatto le analisi si scopri che avevo appunto il Citomegalovirus.Dopo le 3 sett di ricovero andai in un altro ospedale e feci altre 2 sett per debellare questo virus.Da allora sono passati 9 mesi ma ho mal di testa con giramenti,sbandamenti e debolezza fisica che mi fanno compagnia 24 ore su 24 ...le altre RM e TAC effettuate
-27/09 ANGIO TAC ASSI CAROTIDEI
regolare aspetto dell'arco aortico che non presenta significative calcificazioni in relazione all'origine dei TSA,normale origini,decorso e calibro dei TSA
a destra:tutto normale arteria carotide, l'arteria vertebrale omolaterale e ipoplasica sin dalla sua origine con lume pervio ma filforme (DT 2 mm)
a sinistra: tt normale arteria carotide,ectasia compensatoria dell'arteria vertebrale sin(DT 5 mm)
a carico dei vasi esaminati non si apprezzano alterazioni paretiali ne' segni di dissezione
05/10 RM netto decremento dell'area edemigena in regione cerebello-vermiana di dx sostanzialmente invariato per il resto il quadro Rm,le sequenze angio confermano la mancata visualizzazione dell'arteria vb dx
29/10 RM progressiva stabilizzazione della lesione vascolare ischemica e la prozione basale dell'emisfero cerebellare di ds(pica),con scomparsa delle alterazioni di segnale nelle immagini pesate in diffusione,sistema ventricolare regolare
01/04 RM non si evidenzia lesioni focali del tessuto encefalico sotto e sopratentoriale normali dimensioni del sistema ventricolare,si apprezzano gli esiti stabilizzati di pregressa sofferenza ipossico/ischemica in regione cerebellobasale ds,non evidenti alterazioni di segnale nello studio in diffusione,non apprezzabile l'arteria vb dx,carotidei normale flusso.HO PRESO FARMACI LYRICA,ADEPRIL SENZA NESSUN SOLLIEVO..NON SO COSA FARE..COS'E' CHE NON FERMA IL MAL DI TESTA?

[#1]
Dr. Mauro Colangelo Neurologo, Neurochirurgo 5,9k 329 223
Egregio Signore,
dalla sua descrizione risulta che 8 anni or sono Lei ha verosimilmente sofferto un episodio di encefalopatia ischemica la cui patogenesi potrebbe essere cardiogena e la cui verifica è di stretta competenza cardiologica. Per il vero, sarebbe un po' artificioso inquadrare la pregressa condizione encefalopatica come secondaria ad una infezione virale e nella fattispecie da citomegalovirus. Attualmente, distanza di anni, qual è il quadro neurologico? Lei non ne fa cenno per cui suppongo non dovrebbero esserci deficit stabilizzati. L'unico disturbo che al presente sembra darle problemi è una cefalea a carattere continuo. Ma a questo riguardo occorre conoscere accuratamente la fenomenologia cefalalgica ed in modo particolare quale uso stia facendo di eventuali antalgici. Tutto ciò richiede che si affidi ad un Neurologo che riesca a fare luce sulle problematiche cui ho fatto cenno.
Cordialmente

Dott. Mauro Colangelo, Neurochirurgo/Neurologo
maurocolang@gmail.com
www.colangeloneurologo.it

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test