Biopsia tonsille bambino anni 7

Buongiorno

il 13/07 il mio bambino di 7 anni è stato sottoposto ad intervento di aenotonsillectomia + drenaggi transtimpanici bilaterali ( causa glue ear). Al termine ell'intervento l'ORL ci chiede se il bambino avesse avuto infezioni di recente. Effettivamente aveva avuto a fine maggio una faringite con febbre a 39 e poi nuovamente a metà giugno, sempre con febbre a 39 a seguito delle quali aveva preso amoxicillana per 10 gg. Secondo l'ORL una di queste ultime infezioni poteva essere mononucleosi perchè il quadro tonsillare durante l'intervento mostrava una tipicità per mononucleos di epoca recente. A giugno aveva in effetti linfonodi ingrossati al collo. Le tonsille ( che a detta del chirurgo "si spappolavano") sono state inviate quindi ad esame istologico. Ora sono in apprensione per l'attesa dell'esito di questo esame. Gli esami EMOCROMO del prericovero erano tutti nei limiti eccetto per i BASOFILI a 0.06. Poi circa una settimana prima dell'intervento è apparso un rialzo termico fino a 37.8 scomparso prima dell visita anestesiologica ma perdurava dolore ai legamneti delle gambe ( dietro le ginocchia e alle caviglie).
Ad oggi il bambino continua ad avere febbre a 37.5 max 37.8 e forte mal di gola. Non siamo ancora riusciti a passare alla dieta del 5° giorno e continuiamo con dieta liquida/semiliquida ma con ghiaccio a portata di mano dopo ogni pasto. Mi domando se questa febbre è normale o se mi devo preoccupare, siamo al 6° giorno post intervento. Venerdì abbiamo la visita di controllo ma non so se sia meglio portarlo a vedere prima. Una mamma in ansia
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Immagino che il Bimbo sia ancora sotto terapia antibiotica ad ampio spettro e, quindi, non ci si deve preoccupare. Un po' di rialzo termico è normale dopo un intervento. A breve, si passerà ad una normale alimentazione, evitando, ovviamente, quei cibi che possano graffiare la zona operata.L'esame istologico, anche se non serviva, è stato richiesto per routne, ma senza uno specifico sospetto, in un caso come questo.
Un cordiale saluto

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
Grazie dott. per la celere risposta. In realtà siamo stati dimessi solo con antidolorifico ogni 8 ore al bisogno. L'antibiotico ( cefazolina) e' stato somministrato in fase di intervento. Per la stitichezza cosa si può fare? Ho provato ieri con due microclismi di glicerina ma nulla...solo 4 misere palline come le caprette. Però sono riuscita a fargli mangiare prugna e passato di verdura nella speranza che oggi si sblocchi. Se effettivamente ha la mononucleosi quali sono i rischi/ complicazioni che possono insorge per avere affrontato un intervento? Inoltre e' normale che abbia sempre male alle orecchie appena si sveglia? Di notte ha 4 risvegli in media in preda a dolore gola orecchie molto forte che passa stando seduto sul letto e dandogli granatina da mangiare. Ps. E' un bambino che sopporta molto il dolore.grazie infinite per la sua cortese attenzione
[#3]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Purtroppo, il dolore all'orecchio è normale e durerà ancora qualche giorno. Per questo, puo' dargli della tachipirina, mattina e sera sino alla scomparsa della sintomatologia. La terapia antibiotica è assolutamente necessaria nel post-operatorio: bisogna farla per almeno otto giorni e, quindi, anche se tardi, va iniziata subito. Per la stipsi, farei dei clisterini già pronti che si vendono in Farmacia. Per l sospetta mononucleosi, faccia fare un prelievo per: citomegalovirus e ebv. Anche se ha contratto la malattia, ormai è fatta, basta tenere il bimbo a riposo, niente sforzi fisici ed alimentazione in bianco.
Buona giornata
[#4]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno dott. Volevo darle un breve aggiornamento sullo stato di salute che è nettamente migliorato dall'8 giorno post intervento. La febbre e i dolori sono scomparsi ( tuttavia non ci hanno comunque prescritto antibiotico) e alla visita di controllo è risultato un ritardo nella cicatrizzazione sul lato dx della gola. Oggi ho anche ritirato l'esame istologico: " Frammenti di tessuto linforeticolare tonsillare con spiccata iperplasia follicolare e focale criptite". Da questo deduco che non ha avuto infezione da EBV come indicato nelle notizie cliniche dall' ORL (sospetta pregressa infezione da EBV - tonsille di aspetto lardaceo friabili)? Inoltre volevo chiederle se brevi e leggere perdite di sangue dal naso siano normali e fino a quando è consigliato riposo ( no attività fisica)?
Grazie come sempre per la sua cortese risposta. Laura
[#5]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32,3k 1,1k
Mi sembra molto strano che non sia stata prescritta una terapia antibiotica. Immagino che, almeno, stia prendendo un antiemorragico. Se cosi' non fosse, sarebbe utile . Il Bimbo non puo' assolutamente fare sforzi fisici per almeno un'altra decina di giorni, mi raccomando. Il sangue dal naso non rientra nella normalità e, per questo, le dicevo dell'antiemorragico. Senta a riguardo il Chirurgo che è intervenuto.
Buona giornata

Contraccezione: quanto sei informato? Scoprilo con il nostro test