Utente

Buongiorno,

Giovedì 2 Novembre mi sono accorto, rispondendo al cellulare, di avvertire dall'orecchio destro i suoni con inflessione metallica e anche stonati, questa sintomatologia è comparsa dal nulla, senza nessuna spiegazione apparente: raffreddore, trauma acustico, vertigini improvvise o altro.
Sabato 4 mi sono recato al pronto soccorso dove però, il medico di base, utilizzando l'otoscopio, non ha rilevato nulla di anomalo, prescrivendomi però una visita otorinolaringoiatrica per la mattina succesiva presso l'ospedale.
Domenica mattina dunque effettuo la visita otorinolaringoiatrica: otoscopia e audiometria nella norma. L'otorino dice che può esserci stata una lieve sofferenza dell'orecchio medio dovuta a chissà che cosa e mi prescrive Medrol 16 mg 2 compresse al giorno per 5 giorni e 1 bustina di Acuval audio alla sera per 2 settimane. Mi ha anche fatto prenotare una nuova visita di controllo con Audiometria ed Impedenziometria a fine mese.

Oggi concluderò la cura del cortisone ma purtroppo non ho ancora evidenziato nessun miglioramento dell'udito: avverto qualunque suono con distorsione metallica e stonato rispetto al SX.

La mia preoccupazione ora risiede nel fatto che la cura cortisonica fatta non sia stata sufficiente (anche se devo ancora ultimare le bustine di Acuval) e il pensiero di dover aspettare fino a fine mese per avere un nuovo controllo e una nuova eventuale terapia mi spaventa dato che so che la tempestività, per i problemi relativi all'udito, è spesso cruciale.
Volevo dunque chiedere un parere sulla terapia che mi è stata prescritta e se mi conviene effettuare una nuova visita e/o qualche esame più approfondito nei prossimi giorni o se mi conviene attendere di ultimare la terapia di Acuval e poi andare alla visita di controllo a fine mese.
Grazie mille

[#1]  
Dr.ssa Alba Milia

28% attività
16% attualità
12% socialità
VOGHERA (PV)
PAVIA (PV)
SALSOMAGGIORE TERME (PR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Gente utente, se l' esame audiometrico iniziale era nella norma, a mio parere la terapia farmacologica che ha eseguito è già abbastanza articolata e completa. Concordo con il collega ORL sul controllo audiometrico e impedenzometrico. Se l' attesa le crea disagio provi eventualmente a chiedere al centro di prenotazione dell' ospedale se vi è qualche disdetta in modo da anticiparlo oppure se può farlo in un ambulatorio convenzionato con SSN.
Cordialità
Dr.ssa alba milia
Specialista in Otorinolaringoiatria
Master in idrologia medica e medicina termale
San Giorgio Clinic Voghera (pv)

[#2] dopo  
Utente
Buongiorno! La ringrazio sentitamente per la risposta. Le volevo chiedere se secondo lei è plausibile che la mia sintomatologia non sia ancora regredita in nessun modo anche dopo aver terminato la cura cortisonica ( non sapendo quanto l'Acuval potrà aiutarmi con questa distorsione che accuso ). Mi scuso per questa domanda un po' scomoda ma l'otorino che mi ha prescritto la terapia non mi ha detto quali dovrebbero essere i tempi di guarigione
Cordiali saluti

[#3]  
Dr.ssa Alba Milia

28% attività
16% attualità
12% socialità
VOGHERA (PV)
PAVIA (PV)
SALSOMAGGIORE TERME (PR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Gentilissimo, penso sia difficile per chiunque rispondere ai suoi dubbi senza un follow-up audiologico. Attenda gli esami richiesti.
Cordialità
Dr.ssa alba milia
Specialista in Otorinolaringoiatria
Master in idrologia medica e medicina termale
San Giorgio Clinic Voghera (pv)

[#4] dopo  
Utente
Buongiorno,
scrivo per aggiornare la mia situazione:
dato che i sintomi persistono senza miglioramenti, l'otorino mi ha fatto fare l'esame dei potenziali evocati, esame che però non ha segnalato nulla di anomalo.
Dato che sia L'audiometria che i potenziali sono nella norma, è giusto pensare che i miei sintomi possano essere dati da qualche anomalia che non risiede nella coclea o nel nervo acustico?
chiedo questo perchè ho letto molto bene riguardo al trattamento in camera iperbarica per quanto riguarda i danni alla coclea o al nervo acustico e, volendole provare tutte prima di arrendermi definitivamente, mi chiedevo se ne sarebbe valsa la pena provare, dato che sono ancora all'interno del primo mese dalla comparasa dei sintomi.
L'otorino mi ha detto di attendere e sperare che i sintomi vadano via da soli e non mi ha aggiunto nient'altro da prendere :(
Ringrazio chiunque potrà darmi qualche consiglio a riguardo

[#5] dopo  
Utente
proprio nessun consiglio :( ?
perdonate l'insistenza ma essendo un musicista sono molto preoccupato

[#6]  
Dr.ssa Alba Milia

28% attività
16% attualità
12% socialità
VOGHERA (PV)
PAVIA (PV)
SALSOMAGGIORE TERME (PR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Gentile utente, se i potenziali evocati non registrano alterazioni, l' esame audiometrico e impedenzometrico nemmeno, non c'è indicazione strumentale ad eseguire camera iperbarica. Può eventualmente parlarne con un medico del centro iperbarico per avere maggiori delucidazioni sul tipo di terapia e per una sua maggiore tranquillità. Nell' attesa può proseguire Acuval 400 mg (1al giorno anche per 2 mesi).
Cordialità
Dr.ssa alba milia
Specialista in Otorinolaringoiatria
Master in idrologia medica e medicina termale
San Giorgio Clinic Voghera (pv)

[#7] dopo  
Utente
La ringrazio nuovamente per il tempo che mi ha dedicato,
seguirò i suoi consigli. L'impedenziometria purtroppo non me l'hanno ancora fatta, è prevista a fine mese.
La terrò aggiornata
Grazie ancora, cordiali saluti

[#8]  
Dr.ssa Alba Milia

28% attività
16% attualità
12% socialità
VOGHERA (PV)
PAVIA (PV)
SALSOMAGGIORE TERME (PR)

Rank MI+ 56
Iscritto dal 2017
Gentile utente, quella è importante per capire se c'è una difficoltà anche minima nella ventilazione dell'orecchio, che lei può percepire in modo (mi passi il termine) " esagerato" perché è un musicista e quindi di base ha una discriminazione dei parametri sonori molto sottile. Attendo gli aggiornamenti.
Cordialità
Dr.ssa alba milia
Specialista in Otorinolaringoiatria
Master in idrologia medica e medicina termale
San Giorgio Clinic Voghera (pv)

[#9] dopo  
Utente
Buongiorno,
3 giorni fa ho effettuato l'ultima visita di controllo:
Esame Audiometrico normale, Esame Impedenziometrico nella norma, sono risultati però totalmente assenti i riflessi stapediali di entrambe le orecchie ((l'otorino però ha detto di non preoccuparmi a riguardo) e ha trovato leggermente retratta la membrana timpanica dell'orecchio destro, quello in cui avverto i sintomi descritti (ma anche qui mi ha detto che non è nulla di preoccupante).
L'otorino mi ha detto che quella che io avverto è una paracusia disarmonica con l'aggiunta di questa fastidiosa distorsione metallica che avverto. I sintomi non sono regrediti minimamente. L'otorino allora mi ha prescritto una RMN apc con mezzo di contrasto dicendomi che, se c'è qualcosa che non va, la risonanza magnetica lo evidenzierà...anche se mi ha detto che molto probabilmente, nel mio caso, non rileverà nulla di anomalo.
Detto ciò non so davvero dove sbattere la testa, non riesco a capire cos'è che possa aver causato la comparsa dei miei sintomi e dove possa essere localizzato il problema che mi porta ad avvertire queste distorsioni.
I potenziali evocati hanno escluso lesioni al nervo,
L'audiometria esclude in qualche modo danni alla coclea,
Il tecnico audiometrista mi ha detto che potrebbe essere legato ad un problema di gnatologia, l'impedenziometria però non evidenzia problemi di ventilazione dell'orecchio. Temo veramente di stare sprecando tempo prezioso senza avere ancora una diagnosi in cui potrei ancora intervenire in qualche modo per guarire da questi sintomi.
Continuo a prendere Acuval alla sera e l'otorino mi ha aggiunto 1 compressa di Opera x 15 giorni.
E dunque sono ancora qui, a chiedervi un parere sulla mia situazione.
Come sempre ringrazio anticipatamente chiunque potrà dedicarmi un po' del suo tempo.