Utente
Innanzitutto tanti auguri di Buon Anno ai Sigg.Medici
Vorrei chiederVi consigli per 3 problematiche che mi stanno creando notevoli disagi.
1-Sinusite
Da circa 2 anni soffro di sinusite che ultimamente è molto peggiorata.
Cure omeopatiche, fiori di Bach, pranoterapia, agopuntura e farmacologiche:antibiotici, spray nasali e vitamine ora purtroppo vane.
Ho sempre naso chiuso e dolorante con difficoltà di respiro e continui mal di testa localizzati sopra gli occhi.
Certe volte alleviavo il dolore con pressione nella parte superiore del naso e, strano a dirsi, coi suffumigi.
Ora purtroppo la situazioe è molto peggiorata.
Nel 2005 RX del cranio e seni paranasali:modesta velatura della parte centrale dei seni frontali e del seno mascellare dx.
Scarsa aerazione delle fosse nasali con deviazione a dx del setto.
RX del 2008: modesta velatura della parte centrale dei seni frontali e del seno mascellare dx.Scarsa aerazione delle fosse nasali.Non segni di ipertensione endocranica.
2-Tiroide
Ultimamente mi si è ingrossata notevolmente una ghiandola al collo dx con dolori persistenti e difficoltà a deglutire.
Nel 2004 ecografia capo e collo: mentre il lobo di dx è normale sia per dimensioni che per profilo dei margini e struttura, il lobo tiroideo sx è un po' piccolo per dimensioni e presenta contorni bozzuti e la struttura è irregolarmente ipoecogena (tiroidite?).Essendo l'alterazione strutturale monolaterale utile agoaspirato random six o scintigrafia.
-Scintigrafia 2004
L'indagine scintigrafica ha evidenziato tiroide in sede, di dimensioni ridotte, asimmetrica per riduzione volumetrica del lobo tiroideo sx, con disomogenea distribuzione intraparenchimale del tracciante.Assente visualizzazione di formazioni nodulari iper o ipocaptanti.
Conclusioni: tiroide di dimensioni ridotte e con disomogenità distributiva intraparenchimale del tracciante, possibile espressione di esito tiroiditico.
-Agoaspirato 2004
Si esegue agoaspirato sotto guida ecografica al lobo tiroideo sx.
Il materiale è esclusivamente ematico con rari aggregato epiteliali follicolari, indenni da atipie, con alcuni frammenti di stroma.
Non evidenza di infiltrato infiammatorio che possa supportare il sospetto di tiroidite.Controlli nel tempo.
3-Ipoacusia bilaterale neurosensoriale
Da circa 1 anno l'udito è peggiorato e con un continuo fischio che a volte aumenta di volume.
Nel 2006 potenziali evocati uditivi del tronco encefalico:onda I sx non riconoscibile.Tracciati sx destrutturati con onde poco riconoscibili e ripetibili.Indice di sofferenza della via acustica centrale sx.
Esame otovestibolare 2006:non vi sono segni di sofferenza clinica o strumentale di origine labirintica. Alla luce del referto ABR e Vestibolare, vi sono numerosi segni di sofferenza delle vie nervose tra sistema sottocorticale e periferico.
Conclusioni: ipoacusia neurosensoriale bilaterale piu' grave a sx-timpagnini tipo C bilaterale.
Audiometria vocale con discriminazione massima del 90% a 100 DB a dx del 70% a 100DB a sx.Referto complicato da instabilità.
Grazie anticipatamente

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Gentile Utente, ci troviamo di fronte a tre patologie concomitanti ma ben distinte. Per quanto riguarda la tiroide, deve necessariamente affidarsi ad un bravo Endocrinologo: probabilmente dovrà assumere una specifica terapia farmacologica. Per i problemi otorinolaringoiatrici descritti, le consiglio, per prima cosa , di sottoporsi ad una tac senza mezzo di contrasto dei seni paranasali. Una sinusite cronica, assieme ad una deviazione del setto, peggiora anche l'orecchio nella sua patologia. Purtroppo,, quello che ormai ha perso di percezione uditiva, non potrà piu' recuperare. Quello che a questo punto dobbiamo fare è salvaguardare il piu' possibile l'udito: Esegua, pertanto la tac e mi faccia conoscere il referto. Dopodichè, potro' consigliarla sul da farsi. Auguri di buon anno
Dr. Raffaello Brunori

[#2] dopo  
Utente
Gentile Dott. Brunori nel ringraziarLa per la risposta immediata,Le porgo i miei piu' sentiti auguri di Buon Anno.
A risentirci dopo la Tac.
Grazie

[#3] dopo  
Utente
Gentile Dott. Brunori
nell'attesa della Tac, ho eseguito ecografia collo:
lo studio della faccia anteriore del collo evidenzia tiroide in sede di dimensioni ridotte a lieve prevalenza del lobo di dx.
La struttura è grossolana con aree ipoecogene che si alternano a piccoli setti iperecogeni senza che si riconoscano con sicurezza formazioni nodulari.
Due piccoli linfonodi reattivi a livello 3 a dx.
Non masse adenopatiche di sicuro carattere patologico.
Trachea in asse.
Il quadro tiroideo è compatibile con esiti di tiroidite.

Anticipatamente La ringrazio per l'eventuale risposta

[#4]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Come già le ho consigliato, è bene che si sottoponga ad una visita endocrinologica, visto anche che è reduce di un processo infiammatorio tiroideo. Utile anche una ricerca ematologica per gli ormoni tiroidei: T3,T4, FT3, FT4, TSH. Cordialità
Dr. Raffaello Brunori

[#5] dopo  
Utente
Gentile Dott.Brunori
Referto Tac massiccio facciale
L'indagine è stata condotta con tecnica spirale multislice,sequenze assiali senza somministrazione di mdv ev ricostruzioni elettroniche coronali.
Setto nasale con deflessione a S e curvatura dx convessa al III antero-inferiore in corrispondenza della regione anatomica della cartilagine quadrangolare e sx convessa al III medio posteriore con presenza di sperone osseo che protrude nello spazio compreso tra i turbinati inferiore e medio,in sede posteriore.
Parzialmente pneumatizzate le porzioni verticali dei turbinati medi.
Pervie le regioni dello hiatus semilunaris e dei meati medi.
Pervie le regioni infundibulari.
Non significativi segni di flogosi dei seni mascellari.
Modico ispessimento muscoso di alcune cellule etmoidali bilateralmente con osteoma misto con diametro massimo di circa 7mm dell'etmoide anteriore dx.
Non significativi segni di flogosi dei seni frontali.

pervie le regioni anatomiche dei recessi naso-frontali.
Cellule dell'agger nasi bilateralmente e bulle frontali.
Lievemente asimmetriche le docce olfattorie.
Minimo ispessimento della mucosa epifaringea.

[#6]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
In base da quanto emerge dalla tac cui si è recentemente sottoposto, risulta necessario un intervento di settoplastica funzionale. L'importante deviazione, infatti, impedisce una corretta ventilazione dei seni paranasali etmoidali ed un problema ventilatorio tubarico. Consulti a riguardo, lo Specialista di sua fiducia. Cordialità
Dr. Raffaello Brunori