Linfonodi ascellari

salve a tutti dottori, sono recidivo di linfonodi reattivi motivo per cui mi rivolsi ad un ematologo 2 mesi fa che mi visitò tutte le stazioni linfonodali riscontrando diversi piccoli linfonodi reattivi e nient'altro.
una ecografia completa alle ascelle, inguine e collo ne ha rilevati diversi, tutti reattivi di cui il maggiore 11 mm dietro la nuca.
non convinto e con il pensiero fisso del linfoma ho insistito con l'ematologo per approfondire la diagnosi e m fece fare una rx torace che non trovò nulla di anomalo.
a distanza di 2 mesi dall'ultimo controllo medico, ecografico e radiografico; sono alle prese con un nuovo linfonodo sotto l'ascella sinistra, mobile e morbido.
2 mesi fa non c'era.

siccome io sono stato bene, non ho sintomi che possano aver giustificato la comparsa di questo linfonodo, mi chiedevo se una infezione alla mano possa causare una reazione dei linfonodi ascellari.
per settimane sono stato con indice, medio ed anulare gonfi, infiammati e pruriginosi; il medico mi diete gentalyn 0.1% crema.
una settimana fa l'infezione è regredita.

ho letto su internet che infezioni al braccio ed alla mano attivano i linfonodi del cavo ascellare.

volevo sapere se effettivamente è cosi e se potrebbe valare nel mio caso.

approfitto per chiedere da cosa possa dipendere un acufene mattutino percepito sempre al risveglio
grazie e buona pasqua
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32k 1,1k
Mi sembra di capire che tu sia un soggetto ipocondriaco. Ti sei sottoposto ad accertamenti clinici, ad una visita ematologica e, fortunatamente, il tutto è risultato negativo. Per la linfoadenopatia, non è possibile che tu , in passato, abbia contratto la mononucleosi?
Per l'acufene, diverse possono essere le cause: cerume, catarro tubarico, esito di ascolto di musica ad alto volume, etc. Dovresti sottoporti ad un esame audio-impedenzometrico.
Cerca di tranquillizzarti. Una serena Pasqua anche a Te

Dr. Raffaello Brunori

[#2]
dopo
Utente
Utente
sono senz'altro ipocondriaco, per la mononucleosi non saprei dirle di certo ho ricorrenti infezioni respiratorie 3/4 volte ogni inverno con mal di gola, tosse e raffrddore; ho una prostatite cronica che a periodi tengo sotto controllo con dosi di ciproxin; sotto questo punto di vista sarebbero giustificati i vari linfonodi presenti.
l'ematologo mi disse che i linfonodi reattivi non ritornano mai alle dimensioni originali ma che possono rimanere palpabili e gonfiarsi/sgonfiarsi se sollecitati da infezioni pur rimanendo sempre palpabili

grazie
[#3]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32k 1,1k
Concordo con quanto ti è stato detto dall'Ematologo

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test