Gonfiore linfonodi collo e sottomandibolari

Salve, sono un ragazzo di 22 anni.
Da circa 6 mesi mi si è gonfiato un linfondodo sotto la mandibola. Ho eseguito analisi del sangue, risultate perfettamente nella norma.
Successivamente ho fatto un'ecografia al collo che ha evidenziato un gonfiore di alcuni linfonodi ma nulla di preoccupante.
A distanza di un paio di mesi mi si sono ingrossati atri 2 linfonodi sotto la mandibola e 2 sul collo. Sono costantemente gonfi ma non mi causano dolore.
Da qualche mese sento anche delle paline gonfie nel labbro (specialmente quello inferiore) e in quello che penso sia il frenulo della lingua di sinistra sento dei granuli che a volte provocano un leggero dolore.
Ho fatto anche un tampone e anche quello è risultato negativo.
Il mio medico sostiene che si tratti di linfonodi reattivi. In tal caso è normale che se ne gonfino altri successivamente al primo? Le palline del labbro e in bocca possono essere collegate in qualche modo?
Chiedo un consulto poiché sono un tipo abbastanza ansioso e mi farebbe piacere un ulteriore parere, dato che da mesi la situazione peggiora anzi che migliorare.
Aggiungo che soffro di gastrite, esofagite ed ernia iatale. Sono anche un fumatore.
Attendo una risposta, ringrazio in anticipo.
[#1]
Dr. Simone Spagliardi Otorinolaringoiatra, Perfezionato in medicine non convenzionali 177 9
Buonasera,
Visti gli esami del sangue negativi e l’ecografia che indica solamente la presenza di linfonodi reattivi (così almeno intuisco dalla sua descrizione), le direi di stare tranquillo. Al tempo stesso essendo sintomi presenti da alcuni mesi le suggerirei una visita specialistica. Potrebbe essere utile ad esempio eseguire esami del sangue più specifici o eventualmente una TC, ma è indispensabile partire da una visita ORL completa con fibroscopia, per escludere eventuali fenomeni infiammatori locali che possano sostenere questi sintomi. Mi spiace ma senza una visita non è possibile essere più precisi.
Cordialmente,

Dr. Simone Spagliardi

[#2]
dopo
Utente
Utente
Salve, la ringrazio per la risposta.
Tornerò dal medico di base per poter fare ulteriori accertamenti e stare più tranquillo.
Nel messaggio precedente mi sono dimenticato di dire che ho fatto anche test allergenici (negativi) e che ogni tanto mi compaiono delle macchie bianche sulle tonsille che poi spariscono da sole lasciando dei segni.
Secondo l'otorinolarigoiatra si tratta di piccoli pezzi di cibo che si bloccano causando questa reazione. Potrebbe essere anche questa una causa di infiammazione che fa gonfiare i linfonodi?
[#3]
Dr. Simone Spagliardi Otorinolaringoiatra, Perfezionato in medicine non convenzionali 177 9
Buonasera,
Se il Collega che l’ha visitata ha concluso si tratti di caseum (frammenti di cibo che restano bloccati nelle cripte tonsillari), non credo ci sia da dubitarne. Una situazione di questo genere però è difficile che provochi ipertrofia dei linfonodi del collo.
Cordialmente,
[#4]
dopo
Utente
Utente
Salve, ho eseguito ulteriori accertamenti ed è risultato dalle analisi del sangue valori di virus epstein barr vca di 190 Ua/mL mentre epsten barr ebna di 507 Ua/mL. Cosa può essere? Grazie in anticipo
[#5]
Dr. Simone Spagliardi Otorinolaringoiatra, Perfezionato in medicine non convenzionali 177 9
Buonasera, mi spiace ma senza una descrizione più dettagliata dei risultati dell’esame (IgG e IgM) non mi è possibile dare un’interpretazione dell’esame. Se non le è possibile indicarli piuttosto mostri l’esito al suo medico Curante. Un cordiale saluto.
[#6]
dopo
Utente
Utente
s-virus epstein barr vca IgG 190 UA/mL,
s-virus epstein barr ebna IgG 507 UA/mL.
Sotto a entrambi i nomi compare la scritta clia (non so cosa significhi e se possa servire). Al di la di questi valori non ho nulla, possono bastare?
[#7]
Dr. Simone Spagliardi Otorinolaringoiatra, Perfezionato in medicine non convenzionali 177 9
Buongiorno, è strano che nell’esame ci siano solo i valori di IgG e non anche quelli di IgM. Un rialzo dei valori di IgG indica un’infezione pregressa, cioè che lei ha avuto la mononucleosi nel corso della sua vita e ha sviluppato gli anticorpi, che com’è normale resteranno per sempre. Dovrebbero però esserci anche i valori di IgM che escludano o confermino un’eventuale infezione in atto.
[#8]
dopo
Utente
Utente
I valori igM non sono presenti nelle analisi purtroppo. È normale che gli IgG siano così alti? E soprattutto i linfonodi anzi che sgonfiarsi rimangono gonfi e se ne aggiungono altri leggermente gonfi che prima non erano così.
[#9]
Dr. Simone Spagliardi Otorinolaringoiatra, Perfezionato in medicine non convenzionali 177 9
Buongiorno, quei valori come le dicevo segnalano unicamente che lei ha contratto l’infezione in passato, però sarebbe consigliabile valutare se lei ha eventualmente un’infezione in corso; per cui le consiglio di ripetere una visita allegando i valori che mi ha riportato. Consiglierei di parlarne prima con il suo medico e ripetere un esame del sangue più completo per la ricerca di tutti gli anticorpi contro la mononucleosi, prima di eseguire la seconda visita.
Un cordiale saluto,
[#10]
dopo
Utente
Utente
Sono stato dal mio medico di base, i valori IgM erano presenti nelle analisi ed è stata una mia svista. In ogni caso i valori IgM sono nella norma, il mio medico di base ha detto che ho avuto la mononucleosi ma ora non ce l'ho più e finché i linfonodi gonfi sono solo quelli del collo di star tranquillo.
Però continuandosi a gonfiare nuovi linfonodi e avendo spesso gonfiori di gola non sono molto tranquillo a dire il vero.
[#11]
Dr. Simone Spagliardi Otorinolaringoiatra, Perfezionato in medicine non convenzionali 177 9
Buonasera, guardi, riepilogando: ha le analisi positive per pregressa infezione da mononucleosi, cosa molto comune per la quale non deve preoccuparsi; essendo le IgM negative la malattia non è in fase attiva. I linfonodi del collo sono descritti dall'ecografia come reattivi, per cui non preoccupano. Ha eseguito una visita otorinolaringoiatrica, con esito negativo. Attualmente non vedo elementi particolarmente preoccupanti. Se il mal di gola persiste ne riparli con il suo medico o esegua un controllo con lo specialista di riferimento.
Un cordiale saluto.
[#12]
dopo
Utente
Utente
Al momento dell'ecografia, circa 5 mesi fa, erano molti meno i linfonodi gonfi e gli episodi di gonfiori di gola, non so se possa essere cambiato qualcosa. Oltre a preoccuparmi è anche abbastanza fastidiosa come situazione. So di essere un po' assillante ma sono un tipo ansioso.
[#13]
Dr. Simone Spagliardi Otorinolaringoiatra, Perfezionato in medicine non convenzionali 177 9
Buonasera, capisco i suoi fastidi. A questo punto però resta solo da effettuare un secondo consulto specialistico per eventualmente impostare una terapia. Purtroppo solo un riscontro visivo e diretto può permettere di impostare quella corretta.
Un cordiale saluto.

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test