Utente
Buomgiorno. Settimane fa mi venne un dolore sulla lingua a corrispondenza delle papille gustative e molare sinistro. Il mio dentista ha limato il dente ed è passato. Ho notato che tutte le mie papille gustative era più grosse ma non dolorose. Poi mi è venuto il mal di gola. Preso aulin per 1 sett su consiglio del curante. Mi sono apparsi allora puntini bianchi vicino a dove mi faceva male la lingua la settimane prima e in generale la lingua era più bianca. Sono tornata dal curante per il mal di gola e ha visto placche quindi prescritto antibiotico. Finito antibiotico il dolore non era sparito e ho fatto presente al curante lo stato della lingua anche se non avevo dolore. Lingua biancastra ma non ricottosa, con puntini. Ha detto che sicuramente era Candida e mi ha mandato da l’ORL. Anche lei conferma candida e faringite da reflusso. Il giorno dopo dolore a l’orecchio e ORL non disponibile. Sono tornata dal curante per il dolore a l’ore e mi ha detto che vedeva sul timpano come una crosta squamosa e mi ha prescritto gocce antibiotiche supponendo che fosse la candida che si era allargata dalla bocca a l’orecchio. Allora, a parte il fatto che l’ORL mi ha detto che era candida senza fare il tampone e pure il mio dottore di base, non capisco perché utilizzando queste gocce per l’orecchio e il Diflucan 100mg già da diversi giorni non vedo miglioramenti, anzi. Sempre mal di gola (prevalentemente a sinistra), dolore a l’orecchio e nessuno miglioramento di questa presupposta Candida orale. Palato bianco senza pattina e doloroso, gola infiammata, papille gustative ingrossate, puntini bianchi sulla lingua, mal di gola e soprattutto dolore a l’orecchio. Sto cercando di contattare uno specializzata di Firenze ma non mi risponde. Sto anche dimagrando perché non ho appetito, per via della patologia, delle medicine oppure dello stress no lo so. Sono molto preoccupata. Grazie per la risposta.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Il consiglio che posso darle a distanza è quello di interrompere la cura con l'antimicotico e di sottoporsi fra un paio di giorni ad un tampone linguale per la ricerca di germi patogeni e miceti. Nel frattempo, puo' fare dei gargarismi con coca-cola ed utilizzare un qualsiasi antinfiammatorio per via orale.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori