Utente 521XXX
Gentilissimi,

circa un mese fa ho riscontrato un rigonfiamento nella zona sottomandibolare, non dolente ma leggermente fastidioso al tatto. Mi sono dunque sottoposto a una visita otorinolaringoiatrica. E' stata rilevata un'iperplasia del tessuto rinofaringeo e della base lingua, insieme alla tumefazione sottomandibolare destra. Mi è stata quindi prescritta un'ecografia al collo e alle ghiandole salivari in elezione. Prima che mi sottoponessi all'esame, è insorto un nuovo sintomo: sentivo alla base delle gengive, in corrispondenza della tumefazione, un piccolo rigonfiamento, una sorta di "afta" che non riuscivo a vedere e che mi doleva se toccata con la punta della lingua; ma, nel giro di alcuni giorni, è scomparsa. Mi sono dunque sottoposto all'esame: l'ecografia non ha rilevato alterazioni volumetriche o ecostrutturali alle ghiandole salivari maggiori, né ectasie duttali, né calcoli di dimensioni dimostrabili, né alterazioni del circolo intrasalivare da entrambi i lati al color-Doppler. Sono state riscontrate però "adenopatie sottomandibolari e perisalivari a destra" (cito il referto). Due giorni fa è insorto un nuovo sintomo: un leggero dolore ai molari destri, corrispondenti alla tumefazione, che aumenta se premo i denti con la lingua. Mi sono accorto poi della presenza di arrossamento alla base dei denti e di una specie di "bolla" di colore biancastro collocata sulla gengiva al di sotto del terzo molare, entro una leggera rientranza arrossata. Sapreste darmi delucidazioni? Grazie mille

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
16% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2008
Penso che il problema sia di interesse odontoiatrico e, pertanto, andando per esclusione, consiglio di iniziare con una visita da parte del suo Dentista.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori