Acufene post lavaggio auricolare autonomo

Salve,

cercherò di essere più chiaro possibile perché sto veramente cadendo in depressione e vorrei essere aiutato.

L'11 settembre, dopo aver fatto un bagno caldo ho iniziato ad accusare un forte senso di ovattamento all'orecchio sinistro. Avendo già sofferto in passato di tappi di cerume, ed avendo io la consapevolezza di essere stato poco accorto nella pulizia delle orecchie, sono subito andato a pensare che potesse essere questo il fenomeno scatenante.
Dato che il 12 settembre avevo un importante conferenza per dottori commercialisti ed avvocati, ho fatto una cosa del quale mi pento molto. Ho preso una siringa classica sterilizzata, l'ho riempita di acqua tiepida e mi sono autolavato l'orecchio sinistro con questa "irrigazione" emulando il mio otorino. Il cerume è effettivamente venuto fuori alla seconda irrigazione, e l'orecchio si è stappato.
Dopo aver fatto questa che permettetemi di usare l'espressione, "cazzata", perché io sono un professionista e non vorrei mai che un mio cliente si sostituisse a me nel risolvere i suoi problemi se non qualificato.. . ho iniziato ad accusare un "BIIIIIP" prolungato all'orecchio stesso.
Questo suono mi accompagna notte e giorno, e sta intaccando la mia vita privata e professionale in maniera drastica. Di notte ovviamente, stando in silenzio lo avverto di più, mentre durante il giorno riesco a dimenticarmene ma non riesco a concentrarmi.

Premetto che soffro di reflusso gastrico a livelli molto considerevoli, e che sono un soggetto MOLTO ansioso e che difficilmente riesce a distrarsi da i problemi di salute.
Sono stato dal mio otorino che mi ha guardato le orecchie, ed asserisce che il timpano sta molto bene, non ci sono secrezioni nel dotto esterno, e solo una piccola quantità di catarro (fumo dalle 5 alle 10 sigarette al giorno). Sono stato anche dal mio medico di base, che invece asserisce una presenza di otite allergica ad ambo le orecchie e mi ha prescritto 2 giorni fa LOCALYN 3 gocce al giorno per 10 giorni, ma per ora non sta migliorando niente.
Avverto come una pressione se così possiamo dire, sotto il lobo, la parte bassa dell'orecchio, nei pressi della mandibola.. . ma questi sono sintomi che avevo anche prima dell'irrigazione autonoma.

Non ho ancora effettuato test audiometrici per valutare la situazione sotto questo punto di vista. Ho fatto esami del sangue e sono usciti perfetti, non ci sono infezioni in atto, almeno da quanto asserisce l'emocromo.

Ho bisogno di aiuto.. . non riesco più a lavorare.. . vi prego.
[#1]
Dr. Raffaello Brunori Otorinolaringoiatra, Medico di medicina generale 32k 1,1k
Consiglio un esame audio-impedenzometrico. Nel caso la risposta dovesse essere negativa, allora sarà necessario consultare un Odontoiatra esperto in gnatologia per escludere o meno una patologia a carico dell'articolazione temporo-mandibolare

Dr. Raffaello Brunori

L'acufene (o tinnito) è un disturbo dell'orecchio che si manifesta sotto forma di ronzio o fischio costante o pulsante. Scopri i sintomi, le cause e i rimedi.

Leggi tutto

Ansia: sai riconoscerla? Scoprilo con il nostro test