Utente
Ho 54 anni, da 4 mesi ho smesso di fumare, sono un forte ex fumatore fumavo 40/50 sigarette al giorno, fino a quest'estate che la mattina iniziavo da un anno a svegliarmi col naso tappato, poi da naso tappato si e' trasformato in atroce mal di gola, la gola mi bruciava e le ghiandole linfatiche ai lati del collo le sentivo dolenti e calde.
Mi si attenuava l'infiammazione mangiando caramelle antinfiammatorie di flurbiprofene, alla fine neanche queste mi facevano bene, allora sono passato all'aerosol ho usato FORBEST due flaconi al giorno e mi si attenuava.
e ultimamente neache con gli aerosol mi passava.
allora ho deciso di smettere di fumare, i primi giorni ne ho tratto giovamento perche' la tosse e' sparita, ma il mal di gola c'era sempre.
stufo e preoccupato per la durata quest'autunno mi sveglio con un broncospasmo un blocco alla gola che mi passava solo con le caramelline ma temporamente salvo poi ripresentarsi dopo qualche decina di minuti questo dolore.
Il mal di gola e' peggiorato, causandomi disfonia, disfagia, voglia di schiarrmi la gola frequentemente, Ho fatto visita con laringoscopia che ha denotato una grossa irritazione della mucosa e mi ha ordinato FLUIFORT 1 bustina x die, e 200 ml di GLITISOL AEROSOL + FORBEST, X 2 VOLTE al giorno.
Inizialmente la settimana scorsa i sintomi sono spariti ieri c'e' stato un brusco calo nelle temperature e ho avuto come una crisi respiratoria, nel senso che non ho mal di gola, ma mi e' rimasta dispnea, fame d'aria, espiro e mi mi sembra di non aver espirato tutto completamente, ne manca un pezzetto, che mi stia venendo l'asma?
i sintomi tranne la tosse che non ho ci sono tutti, non penso altre cose, perche' avrei avuto febbre,.
tosse, che io non ho ho solo dispnea che pero mi agita e mi si chiude la gola cosa sara?
grazie se esporrete il vostro pensiero giusto x farmi un idea cosi niente di che.

[#1]  
Dr. Raffaello Brunori

Referente scientifico Referente Scientifico
32% attività
20% attualità
16% socialità
ROMA (RM)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2008
Come ben puo' capire, da lontano, senza un riscontro clinico, non posso esserle molto di aiuto. cerchiamo di andare per esclusione. Vista la situazione attuale, consiglio sempre un tampone rapid antigenico per il Covid. Poi, dovrebbe munirsi di un saturimetro e misurare l'ossigenazione del sangue. In base ai dati ottenuti, cerchero' di indirizzarla su come proseguire con le indagini, per avere una diagnosi precisa.
Un cordiale saluto
Dr. Raffaello Brunori