Utente
Buongiorno sono una ragazza di 18 anni, volevo chiedere, è possibile diagnosticare una disfunzione tubarica tramite una semplice otoscopia dall’otorino?
Ho l’impressione di avercela, ho continui acufeni da un mese e sensazione di ovattamento alle orecchie.
Ma l’otorino mi ha detto che era tutto dovuto a stress/tensione muscolare (siccome ho dolori alla testa e click alla mandibola) poiché il timpano era perfetto.
Però perché quando sbadiglio sento che il condotto non si stappasse bene?
È come se rimanesse dell’aria all’interno, difatti aspetto un pochino e poi va via.
A volte mi capita di ingoiare catarro e la notte dormo con la bocca aperta.
Secondo voi il mio presentimento può essere corretto?
Scusate ma ho un po’ d’ansia e mi stressa non trovare una soluzione al problema.

[#1]  
Dr.ssa Alba Milia

28% attività
20% attualità
12% socialità
PAVIA (PV)
MILANO (MI)
VOGHERA (PV)

Rank MI+ 60
Iscritto dal 2017
Gentilissima, per diagnosticare la disfunzione della tuba di Eustachio non basta solo l'otoscopia ma servono anche degli accertamenti audiologici (esame audiometrico tonale, impedenzometria ed eventualmente anche prove di funzionalità tubarica). In base all'esito degli accertamenti audiologici, lo specialista saprà consigliare un approccio terapeutico è/o riabilitativo. A volte viene anche richiesta una valutazione odontoiatrica perché la disfunzione della muscolatura peritubarica può essere influenzata da problematiche odontoiatrica.
Nelle forme persistenti monolaterali è consigliabile eseguire anche la rinofibroscopia per la valutazione del rinofaringe.
Dr.ssa alba milia
Specialista in Otorinolaringoiatria
Centro Medico Stand-up (PV)
Centro Medico Camedi (Mi)

[#2] dopo  
Utente
Grazie dottoressa per la risposta, per caso potrei chiederle un consulto per quanto riguarda i miei sintomi? Presento acufeni da un mese e non so cosa fare. Ho chiesto consulti più volte per quanto riguarda la mia sintomatologia qui ma senza risultati. Sono un po’ disperata, sono una ragazza di 18 anni e questi sintomi mi stanno demoralizzando a livello psicologico e sociale, spero possa aiutarmi.
Da Natale a questa parte soffro di acufeni, tutto è iniziato con un forte mal di testa e sbandamenti che portano a una mancanza di equilibrio, bruciori in qualsiasi lato della testa con formicolii il che mi hanno preoccupata. Dopodiché insieme al mal di testa ho cominciato ad avvertire ovattamento e acufeni bilaterali continui che non mi abbandonano. Cambiano di intensità quando muovo la testa e quando apro la mandibola (che fa un click quando mastico o la muovo). Sono andata dal mio dottore e dall’otorino, entrambi mi hanno diagnosticato una cervicale/tensione muscolare dovuta a stress e ansia dandomi una cura omeopatica che ha scarso effetto. Anche perché i dolori continuo ad averceli a livello del collo e spalle, premetto che presento una cattiva postura e che soffro di scoliosi (anche se trascurata). Soprattutto quando lavo i capelli e piego il collo in avanti ho le vertigini. È passato un mese e i miei acufeni persistono, anzi sono aumentati. Possibile che non ci sia risoluzione? Forse della fisioterapia potrebbe aiutarmi a sciogliere questa presunta tensione muscolare? Ho un brutto presentimento dottoressa, sento che i miei acufeni non sono reversibili e che ci sia qualcos’altro alla radice dei miei problemi... non ce la faccio più ho crisi di pianto ogni giorno. Sento come se ci fosse una tv sintonizzata, come se ci fosse elettricità all’interno dell’orecchio. Inoltre non supporto i rumori forti, ma a volte anche rumori che per gli altri sembrano normali, forse è iperacusia.
Spero possa rispondermi, grazie mille in anticipo.