Otomicosi e diflucan

Buonasera, scrivo per una delucidazioni su una cura prescrittami per un otomicosi.
Qualche giorno fa ho fatto un bagno in vasca e per puro rilassamento sono stata con la testa in acqua per un bel po.
Dopo qualche giorno ho cominciato con un dolore ad un orecchio, e avendo avuto in ottobre un otite catarrale, ma essendo in città diversa dalla mia residenza, ho sentito il mio otorino telefonicamente per chiedere se potevo intraprendere la cura che avevo fatto in ottobre.
Dopo un paio di giorni, ho capito che la situazione era diversa, sentivo l'orecchio pieno e ho perso un po l'udito.
Ho cercato in urgenza un otorino e la sua diagnosi è stata otomicosi esterna con tappo micotico.
Mi ha aspirato una gran quantità di materiale, cotonoso con puntini neri, ma un po per l'infiammazione, e un po perché ho il condotto uditivo piccolo e stretto già di mio, non è riuscito a pulire davanti al timpano.
Ho ancora il timpano ricoperto di funghi.
Mi ha prescritto come cura delle medicazioni con garza orlata da inserire nel c.
u.e.
(2 volte al giorno per un ora) bagnata con alcool 70 e acido borico a saturazione.
Inoltre una compressa al giorno di Diflucan 100 per 10 giorni.
Controllo tra 2 giorni per provare a rimuovere il tappo micotico e lavaggio.
Ora per tornare al motivo del mio consulto, mi chiedevo il Diflucan come terapia è la strada giusta?
leggo che il suddetto medicinale non è efficace su micosi da aspergillus (niger?) e Ad occhio nudo erano ben visibili i puntini neri in un materiale cotonoso grigio, quindi non penso sia da candida.
A parte che chiederò di poter effettuare un tampone auricolare, pensa che la cura prescrittami sia corretta?
Ringrazio anticipatamente.
Buona serata
[#1]
Dr. Giuseppe Castellana Otorinolaringoiatra 60 8
Salve,
i puntini neri nell'orecchio (che sono poi le ife dell'Aspergillus) sono tipici dell'otomicosi e quindi se si vedono la diagnosi è abbastanza chiara, il tampone auricolare non lo ritengo molto utile poichè spesso risultano batteri contaminanti o della flora locale che creano solo confusione poi sulla terapia da utilizzare. Il tampone è indicato nel caso in cui la terapia locale o sistemica di prima scelta non sia efficace a fronte di chiari segni di infezione. La terapia con lavaggi di acido borico va benissimo, poichè l'acido borico ha azione antibatterica e antimicotica. Inoltre non deve far entrare ulteriore acqua nell'orecchio, poichè l'acqua è veicolo di batteri e funghi, almeno per una quindicina di giorni. Anche il Diflucan per bocca va bene, anche se per esperienza in questi casi è molto importante la terapia locale che arriva direttamente sull'orecchio esterno, sede dell'infezione.

Saluti

Dr. Giuseppe Castellana

[#2]
dopo
Utente
Utente
La ringrazio infinitamente per la risposta. Come terapia locale mi sono state prescritte solo queste medicazioni, che tra l'altro trovo difficoltà ad effettuare in quanto non credo di riuscire ad inserire la garza fino in fondo. Mi chiedevo se non fosse il caso di affiancare anche un antimicotico in emulsione o in gocce. Penso che non mi siano prescritte perché a detta dall'otorino il timpano non era visibile perché ricoperto dal fungo. Ma comunque la mia perplessità maggiore resta il fluconazolo. Dalla lettura della sua farmaco dinamica  leggo che non è attivo sull'aspergillus. Ecco perché volevo chiedere di fare un tampone, ma se mi conferma che quei puntini neri sono caratteristici proprio dell'aspergillus non mi spiego proprio l'utilità del Diflucan. Comunque oggi sono alla terza medicazione e alla prima compressa , noto un leggero miglioramento, l'orecchio mi sembra meno infiammato, non ho dolore al tatto, solo ogni tanto delle leggeri "fitte".  Non ho più la sensazione di pienezza e di pressione dei primi giorni ma già stasera comincio a risentirlo umido e persiste una media ipoacusia. Il mio udito tornerà normale secondo lei? Sono  un po spaventata del fungo che è attaccato al timpano, rischio una perforazione? Lunedì tornerò al controllo e spero  vivamente che si riesca ad aspirare il tutto senza "danni". Mi scusi se mi sono dilungata tanto, ma mi farebbe piacere se mi desse dei consigli sul da farsi e soprattutto la sua opinione sul fluconazolo.  Cordiali Saluti
[#3]
Dr. Giuseppe Castellana Otorinolaringoiatra 60 8
Io purtroppo non avendola visitata non posso esprimermi sulla terapia data dal collega; personalmente nell'otomicosi "classica" tendo a prescrivere un antifungino in emulsione locale, senza dare terapia per bocca. Le otiti micotiche necessitano di terapia prolungata per almeno 2 settimane, poichè se non trattate bene possono recidivare. È quindi normale avere l'orecchio ovattato nei primi giorni, il fatto che ci sia stato già un iniziale miglioramento è un segno positivo, però avendo ancora quel tappo in profondità è normale che ancora non ci senta bene. È giusto magari non dare ulteriore terapia locale senza aver valutato il timpano, per cui stia tranquilla e continui la terapia, i miglioramenti saranno graduali.

Saluti

Dr. Giuseppe Castellana

[#4]
dopo
Utente
Utente
Grazie ancora per la sua disponibilità. Ieri sera dopo la medicazione l'orecchio si è completamente tappato con mia grande preoccupazione. Stamattina invece fortunatamente è quasi tornato l'udito. Diciamo un ipoacusia lieve. Ho però dei doloretti improvvisi. Inoltre sento degli scricchioli durante la deglutizione, cosa che mi ricorda l'otite catarrale che ho avuto ad ottobre. La mia paura è la perforazione del timpano, soprattutto ho il terrore che la micosi si estenda verso l'orecchio interno. Pensa che sia possibile? Domani ritorno al controllo, chiederò chiarimenti sul Diflucan e se me lo permette mi farebbe piacere aggiornarla sulla mia situazione. Grazie . Buona Domenica.
[#5]
Dr. Giuseppe Castellana Otorinolaringoiatra 60 8
Deve stare tranquilla poichè nella maggior parte dei casi l'otomicosi è confinata all'orecchio esterno, anche se ci sono sui danni sul timpano sono temporanei e guariscono nel giro di qualche settimana una volta risolta l'infezione.
Con piacere aspetto suoi aggiornamenti.

Cordialmente,

Dr. Giuseppe Castellana

[#6]
dopo
Utente
Utente
Grazie per le rassicurazioni. La aggiorno. Buona giornata.
[#7]
dopo
Utente
Utente
Buongiorno, scrivo per aggiornarla, sono stata al controllo, ma la visita è stata al quanto veloce, anche  perché ero inserita a fine orario. Comunque mi è stato aspirato ancora un po di materiale caratteristico del fungo, tipo carta bagnata, e finalmente si è liberato il timpano. Ieri infatti prima della visita accusavo una specie di pressione, dopo aspirazione ora mi sembra tutto nella norma, anche l'udito.  La buona notizia è che il timpano non presenta perforazioni. La cura è rimasta identica, anche se ho riferito all'otorino le mie perplessità sull'uso del Diflucan. La sua risposta è stata che  il fluconazolo è il farmaco d'elezione in questi  casi. Per mio scrupolo e perché sono una persona che tende a prendere medicinali solo su effettiva necessità,
ho cercato anche sui testi di medicina l'azione del fluconazolo ma leggo che non ha alcuna attività sull'aspergillus. Sto sbagliando?  Non vorrei che a parte intossicarmi per 10 giorni con un farmaco che non  mi serve,le sole medicazioni con alcool borico 70 non siano sufficienti a debellare l'otomicosi. Cosa mi consiglia? Farmi visitare da un altro otorino?  Grazie ancora per la sua disponibilità, mi farebbe piacere la sua opinione.
[#8]
Dr. Giuseppe Castellana Otorinolaringoiatra 60 8
Il consiglio che le do è di continuare la terapia data dal collega, poichè il miglioramento uditivo è segno che l'infezione si sta risolvendo. Come le ho già specificato l'otomicosi richiede un trattamento prolungato, ma con i lavaggi di acido borico ed evitando ulteriore ingresso di acqua nell'orecchio, eliminerà completamente il fungo nel giro di 2 settimane. Sinceramente non so dirle sulla resistenza dell'Aspergillus al fluconazolo; la letteratura scientifica riporta che alcune specie di Aspergillus (fumigatus soprattutto) possono essere resistenti, ma visto che la terapia sembra funzionare direi di proseguirla fino al termine.

Dr. Giuseppe Castellana

[#9]
dopo
Utente
Utente
Buonasera, sono tornata a visita a metà settimana, non  ho più scritto perché sono un po demoralizzata e impanicata. Allora, la visita si è limitata ad un occhiata veloce con otoscopio. Il medico mi ha riferito che non c'erano funghi e mi ha effettuato una medicazione. Togliendo la medicazione ho però trovato del materiale bianco proprio all'inizio della garza, dalla parte più vicina al timpano. Inoltre, purtroppo negli ultimi giorni,prima  della visita,  ho cominciato ad avere ad intermittenza  prurito in tutto il corpo, con pelle d'oca e qualche puntino rosso. L'ho riferito al medico e mi ha detto che potrebbe essere stata una reazione al diflucan, ma comunque mi consigliava di prendere almeno altre 2/3 capsule per scongiurare qualche recidiva.Ho chiesto se fosse  possibile sostituire il farmaco con una terapia locale e mi ha detto che localmente mi avrebbe dato ancora più fastidio. La sera stessa,prima di prendere il farmaco mi è tornato il prurito  sul corpo e così spaventata ho deciso di non prenderlo più. Sto continuando  ancora con le medicazioni di alcool 70 con acido borico a saturazione 2 volte al giorno. Pensa che le sole medicazioni possano essere sufficienti a debellare definitivamente la micosi? Ho preso in tutto 5 capsule di diflucan. Non ho particolari sintomi all'orecchio esterno, solo ogni tanto mi sembra di sentire  un  leggero fastidio interno tra il timpano e la gola (tromba di Eustachio?), una specie di secchezza.
Chiedo nuovamente il suo/vostro parere, anche riguardo al prurito che negli ultimi giorni è diminuito, ma ancora presente. Ora è localizzato solo alle gambe, mi sembra un ipersensibilità, comincia con un leggero formicolio poi grattandomi mi si arrossa tanto la pelle e il prurito si intensifica. Ho smesso di prendere il Diflucan Mercoledì, dopo 4 giorni è possibile che sia ancora il farmaco a provocarmi questa reazione?  Ringrazio ancora  se  vorrà rispondermi e consigliarmi sul da fare. Buona serata.
[#10]
Dr. Giuseppe Castellana Otorinolaringoiatra 60 8
È possibile che sia stato il Diflucan. Come le ho scritto sopra, personalmente non prescrivo terapia per bocca nelle infezioni fungine dell'orecchio, per cui visto che il quadro mi sembra migliorato ha fatto bene a sospenderlo. Le consiglio di continuare con le medicazioni con acqua borica ancora per qualche giorno e di non far entrare acqua nell'orecchio.
Se il fastidio alle gambe continua a persistere nei prossimi giorni sentirei il medico curante.

Saluti.

Dr. Giuseppe Castellana

[#11]
dopo
Utente
Utente
Grazie dottore, il prurito dopo 5/6 giorni è cessato. Purtroppo però sono tornata al controllo e ci sono ancora dei puntini bianchi sul timpano che a detta del curante sono spore fungine. Dovrò continuare ancora 7 giorni di medicazioni con soluzione di alcool 70 con acido borico a saturazione. Ma è normale che dopo 2 settimane ancora non sia risolta l'infezione?
Buona giornata

Sondaggio su Vaccino anti-Covid (6 mesi dopo) Partecipa