Utente 990XXX
Salve,
dopo 4 giorni di febbre alta e tosse secca (non insistente), a mio figlio di 7 anni sono comparse bolle rosse diffuse prima sul viso, dietro le orecchie, sulla schiena e con il passare delle ore stanno aumentando. Il pediatra gli aveva fatto iniziare l'antibiotico, essendo oggi irrintracciabile ho contattato un secondo pediatra che mi ha diagnosticato telefonicamente un eventuale morbillo. devo smettere l'antibiotico? oggi avrei dovuto dargli la terza dose. Posso aver provocato dei danni avendo somministrato l'antibiotico? (cefixo......)
Grazie
Saluti

[#1]  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Salve,
l'antibiotico non può avere fatto dnni, ma concluda il ciclo di 5 -6 giorni almeno. Diversamente c'è la possibilità che selezioni ceppi batterici resistenti avendo così perdita di efficacia in prosime eventuaòli somministrazioni dello stesso.
Le diagnosi telefoniche non hanno gran valore, anche se è possibile che sia un esantema virale e, nella fattispecie, morbillo.
Per al diagnosi, vedendo che è a Roma, ci sono diversi dermatologi pediatri di buon livello cui affidarsi per una diagnosi che deve essere certa, non telefonica.

Saluti

Mocci
Luigi Mocci MD

[#2] dopo  
Utente 990XXX

Grazie
un secondo pediatra ha diagnosticato il morbillo.
oggi sarebbe stato il secondo giorno con febbre bassa (37) ed esantema in dissolvimento che ha lasciato spazio a desquamazione della pelle. Invece nel pomeriggio la febbre è risalita improvvisamente a 38,8.
Cosa devo fare?
Saluti

[#3]  
Dr. Luigi Mocci

40% attività
4% attualità
20% socialità
ALESSANDRIA (AL)
VALENZA (AL)
TORTONA (AL)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2005
Segua pure ciò che le ha detto il medico cui si è affidato, non vedo perchè non farlo.

Un salutone

Mocci
Luigi Mocci MD