Utente 120XXX
Egregi dottori, mio figlio ha quasi 3 mesi e da 1 mese e mezzo, oltre al mio latte, gli sto dando l'aggiunta di latte artificiale. Questo poiché, dopo il primo mese di vita durante il quale era cresciuto bene (oltre 1kg) nelle successive 2 settimane era aumentato complessivamente di soli 60gr. La mia pediatra, contattata telefonicamente e senza visitarlo, mi aveva pertanto consigliato di dargli l'integrazione, cosa che ho fatto a malincuore. Sottolineo che, in quelle 2 settimane di crescita nulla, il bambino non stava molto bene, aveva del catarrino in gola e spesso rimetteva il latte a fine poppata. In più io ho avuto una bella influenza con febbre oltre i 38° per 5 giorni, passata con terapia antibiotica. Volendo comunque mantenere stimolato il mio seno, ho iniziato ad usare un tiralatte un paio di volte al giorno, e proprio nel periodo dell'influenza notavo la totale trasparenza del latte, che solo alla fine della sessione risultava più biancastro.
Il bambino, ad ogni modo, non finisce mai il biberon (anche ora va da un minimo di 70ml a un massimo di 130-140ml). Dopo 10 giorni dalla prima influenza ne ho fatta un'altra gastrointestinale, ed il latte prodotto era sempre trasparente, mentre mio figlio ha avuto un ulteriore periodo di catarrino e conseguenti vomiti, passato con terapia antibiotica. Pertanto ho mantenuto le 2 poppate notturne-mattutine, per poi dargli solo il biberon di giorno.
Ora che da circa 10gg stiamo entrambi meglio, e noto anche che il latte estratto ha un colore molto più "corposo" e mio figlio mette su più peso (circa 180gr/settimana), alterno di giorno biberon e seno, mentre di notte solo seno (in totale sono 2-3 biberon e 3-4 seno).
Vorrei sapere se è possibile tornare all'allattamento al seno esclusivo,ed eventualmente se c'è una "procedura" consigliata. Mi sembra di sprecare tanto buon latte, quando lo estraggo!
Informo inoltre che il seno destro è sempre più pieno rispetto al sinistro, dal quale estraggo meno latte (40-80ml contro 80-125ml), e mi chiedevo se ciò potrebbe costituire un problema.
Ringrazio anticipatamente per la risposta.

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora
legga questo mio piccolo contributo
https://www.medicitalia.it/minforma/pediatria/461-allattamento.html
potrebbe esserle utile.

Certamente se il suo latte è sufficiente (legga come regolarsi sulle quantità) e il piccolo cresce (da 150 a 250 grammi alla settimana) non vedo motivi di dare latte artificiale. Probabilmente lo stress che l'ha preoccupata ha influito sulla produzione di latte che ora è ripristinata.

Tranquillamente cominci a sostituire il latte artificiale con la poppata al seno: l'unica difficoltà che troverà potrebbe essere quella legata alla maggiore facilità del succhiare dal biberon rispetto al seno che comprende un impegno maggiore di suzione..ma non si preoccupi la cosa è risolvibile con tanta pazienza...

Cordialmente
Dott.Agnesina Pozzi