Utente 133XXX
Gentili Dottori sono la mamma di una bimba di sei mesi, che ho allattato sepmre al seno, ma ora a causa della mia depressione ( ne soffrivo pure prima della gravidanza) sono costretta toglierle il mio latte, in quanto dovrò assumere lo zoloft 50, il problema è che la bimba da quando abbiamo inizato lo svezzamento ( pappa a pranzo e cena , yogurt al pomeriggio) mi beve pochissimo latte ( 60 ml la mattina 90 ml la sera se sono fortunata) la situazione è ulteriormente peggiorata da quando sto provando a darle il bibe... lo rifiuta proprio, cos' sono molto combattuta perchè vedo che la piccola prende un poco di latte solo dal mio seno, ma al tempo stesso sento l'esigenza di curarmi.La bimba pesa ancora 6500 kg, è nata piccolina in quanto in pancia si alimentava poco ed io la vedo sempre misera. La mattina è comletamente inappetente e così le do un poco di pappa lettea con 30 ml di latte, e volevo chiedervi se le posso fare la pappa serale con il latte visto che il brodo glielo do a pranzo, così almeno 180 ml sono sicura che li prende. Sono disperata ditemi come posso fare per dare il latte alla mia bambina, ho provato con il biscotto, ho cambiato marca, ho cambiato biberon, le ho messo pure un poco di zucchero...ma nulla.Le ho fatto le analisi delle urine ed è negativo.Grazie a chi mi risponderà.

[#1] dopo  
Dr.ssa Stefania Paesani

24% attività
12% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 52
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
rispondo forse in ritardo alla sua richiesta.
Molto frequentemente quando nei bimbi cosi piccini c'è un rifiuto della pappa o del biberon bisogna indagare se si puo' essere di fronte ad una intolleranza alle proteine del latte (se il bimbo rifiuta solo quello) o se si tratta di un reflusso Gastro esofageo.
Il reflusso non per forza si deve presentare con rigurgiti o vomito frequente, ma solo con irritabilità durante il pasto, pianto inconsolabile o disagio,
inarcamento della schiena con rifiuto di mangiare ,svegliarsi frequentemente di notte
aumento di peso lento ,frequente singhiozzo o eruttazione.
le suggerisco di vagliare questa ipotesi con la sua pediatra.
Dott. Stefania Paesani
Specialista in Pediatria
Diplomata American Board of Pediatrics
https://www.facebook.com/stefaniapaesani.md/