Utente 162XXX
Gentile Dottore,
durante la gravidanza ho riscontrato una toxoplasmosi connatale al 7 mese. Mio figlio è nato apparentemente sano, ma verso il 4 mese è risultato positivo alla toxo. Ha eseguito un anno di terapia senza problemi.Adesso ha 17 mesi. E' un bambino fisicamente molto sano, si ammala di rado (qualche raffreddore ogni tanto). Al 8 mese di vita ha eseguito una visita neuropsichiatrica dove non hanno riscontrato nessun problema, era tutto nella norma! Ha iniziato a gattonare verso i 10 mesi, e a camminare a 14. E' un bambino socievole, anche se fa un po fatica con gli estranei, ha un ottimo contatto oculare, gioca molto con i suoi giochi, gli piace giocare a nascondino e ride molto. E' un bimbo molto affettuoso e capisce tutto quello che gli si dice, porge i suoi giochi a chi è li con lui. Dorme tutta la notte nel suo lettino e non ha mai avuto problemi col cibo, beve e mangia (con le mani) da solo. Da qualche giorno cerca anche di usare le posate. Le cose pero che realmente mi preoccupano sono queste: non parla, per chiamarci od ottenere la nostra attenzione dice solo "E", dice mamma molto raramente. Non indica col dito, se vuole una cosa mi prende per mano e mi porta davanti all'oggetto o semplicemente cerca di afferrarla e se non ci riesce piagnucola, non saluta con la mano e si diverte a salire e scendere le scale (se lo assecondi anche per 20 volte di fila) e ad aprire e chiudere le porte. Sono un po preoccupata di fronte a questi comportamenti e vagare in internet non è sicuramente rassicurante, tuttaltro! A breve faremo una visita dal neuropsichiatra (l'ultima visita di rutine per i bimbi affetti da toxo), però nel frattempo mi piacerebbe avere qualche rassicurazione, o comunque qualche parere a proposito. La ringrazio in anticipo
cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Gianmaria Benedetti

28% attività
4% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Si può sicuramentre rassicurarla, direi, per quanto possibile senza vedere il bambino. 'non parla e non indica' a 17 mesi, (ma facendo tutte le altre cose che ha descritto, fra cui dire 'mamma' qualche volta), non vuole dire assolutamente nulla. Ci sono bambini che parlano ben dopo i due anni, senza essere autistici, visto che è questa la paura che dilaga per i bimbi che "non indicano".

Cordialmente,
Dr. Gianmaria Benedetti

http://neuropsic.altervista.org/drupal/

[#2] dopo  
Dr.ssa Angela Pileci

52% attività
20% attualità
20% socialità
SESTO SAN GIOVANNI (MI)
MONZA (MB)

Rank MI+ 92
Iscritto dal 2009
Gentile signora, ogni bimbo ha semplicemente tempi diversi. Non si faccia influenzare da tutto ciò che trova in internet.
Ha fatto bene, per sciogliere ogni dubbio, a prenotare la visita dal neuropsichiatra infantile.

Ci faccia sapere, se lo desidera.

Saluti,
Dott.ssa Angela Pileci
Psicologa,Psicoterapeuta Cognitivo-Comportamentale
Perfezionata in Sessuologia Clinica