Utente 156XXX
Gentili dottori,
a breve dovrò sottoporre mia figlia alle prime vaccinazioni obbligatorie e mi sono sorti dei dubbi circa le modalità di questa pratica, in particolare sono preoccupato dal fatto che le saranno iniettati 6 vaccini in una sola soluzione.
Non discuto circa utilità della vaccinazione, ma vorrei evitare a mia figlia, così piccola, un eccessivo stress del sistema immunitario e limitare, se possibile, la manifestazione di effetti collaterali.
In quest'ottica, riterreste vantaggiosa la scelta di somministrare alla piccola il trivalente DTP e il monovalente anti-polio uno alla volta e in date differenti? Stessa cosa dicasi per l'anti- epatite B e l' anti-Haemophilus influenzae, uno per volta e in date differenti.
Inoltre, potrebbe essere utile effettuare anche una indagine immunologica pre-vaccino? (quesito già aperto ma forse nella sezione sbagliata)

Risposte solo da medicina ufficiale
Ringrazio anticipatamente.

[#1]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Le sue considerazioni, gentile Signore,
sono frutto dell'intelligenza che auspico illumini tutti i genitori e che li illuminerebbe ancora di più se fossero correttamente informati; cosa che purtroppo non accade da parte di quelle strutture che invece dovrebbero addirittura ottenere in consenso informato scritto, trattandosi di minori che non possono decidere per conto loro. Il Ministero della Salute si è sforzato a comunicare qualcosa in merito (http://www.salute.gov.it/malattieInfettive/paginaMenuMalattieInfettive.jsp?menu=vaccinazioni&lingua=italiano)
e ( http://www.salute.gov.it/dettaglio/pdPrimoPiano.jsp?id=269&sub=1&lang=it) ma ancora siamo abbastanza lontani dalla chiarezza che le pratiche vaccinatorie oggi abbastanza esasperate e a colpo di "cannone" richiederebbero.

Innegabile lo stress sul sistema immunitario e sembra che, appunto nell'esavalente, la protezione immunologica a lungo termine sia decisamente deludente...

In pratica lei si è dato da solo le risposte, sulle quali convengo.

Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi

[#2]  
Dr. Serafino Ciancio

24% attività
0% attualità
12% socialità
COPERTINO (LE)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009
Lei prevede che somministrerà tutti i sei vaccini?
Sì? Se sì, autorizzi la vaccinazione con una sola vaccinazione.
Nessun danno deriverà dalla contemporaneità.

Se Lei vuole limitarsi agli obbligatori faccia eseguire DT Polio
L'HB è un vaccino per la più contagiosa delle malattie veneree e può essere rinviata.
L' H. Influenzae non è obbligatorio.

Veramente utili sono Tetano, Pertosse, Emofilo.

Lo Stato risarcisce solo per le conseguenze degli obbligatori.

del suo atteggiamento cauto e analitico,protettivo parli con il papà della piccola o con altra persona di sua fiducia.

Considerato che io in 40 anni di professione (40 mila bimbi?) ho avuto notizia di 40mila vaccinati e non ho saputo di un solo caso di complicazioni; considerato che le vaccinazioni aiutano a sviluppare anche le difese aspecifiche, io vaccinerei in una sola volta. mi sembra una cattiveria pungere 18 volte un bambino.
L'amore e la pulsione di morte, secondo il buon vecchio Freud sarebbero compresenti a determinarci: entrambi sono presenti nella scelta di pungere 18 volte, con 18 pianti e 18 stresses per cautela.
Con rispettoso ossequio.
Dr. Serafino Ciancio

[#3]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Caro Serafino,
meglio lo stress del pianto...che lo stress immunitario;

per quanto concerne l'interferenza tra vaccinazioni contemporanee, rimando alle linee guida emanate dalla Regione Marche, molto interessanti

https://docs.google.com/viewer?a=v&q=cache:HaUc0BUQzoUJ:www.epicentro.iss.it/regioni/marche/Lineeguida%2520vaccinazioni%2520nelle%2520Marche.pdf+stress+immunitario%2Bvaccini+contemporanei&hl=it&gl=it&pid=bl&srcid=ADGEEShWYvCJjb9qlpQiCC27JxWzIprvKaXCF65IGJ7shZCJWwhNDmYapgcTfRjIQrfF9PgFCYqIa9rVFkUX2ccZBYdTTxCrjIPTPmdkqclvOuMyG4pffj492RFL4axelS6rk0lhKDWA&sig=AHIEtbTQqqwKK8cABKoYO0ig250vwgDXjA

Infine è meraviglioso...affermare che non ci sono danni dalla contemporaneità e contemporaneamente (scusa il bisticcio di parole) affermare che il Servizio Sanitario risarcisce solo i danni causati dai vaccini obbligatori. Da ciò si dedurrebbe in termini legali che nel momento in cui si somministrano contemporaneamente obbligatori e facoltativi, in caso di danno, non essendo assolutamente ascrivibile il danno a questo o a quel vaccino...ci sarebbero battaglie legali senza fine e alla fine (ulteriore bisticcio), un 2 di picche sul risarcimento eventuale e malaugurato.

Con profonda stima e affetto
Dott.Agnesina Pozzi