Utente 193XXX
Buongiorno sono mamma di una bimba di 21 mesi, lei è una bambina non eccessivamente vivace, gioca molto, mangia volentieri e la notte a parte quando non è disturbata da dolori dorme tranquillamente 10 ore. Da circa 3 mesi però, si stanno verificando delle vere e proprie crisi isteriche, attacchi di pianto violenti, dove lei perde totalmente il controllo di se buttandosi per terra, dando testate e picchiando violentemente braccia e gambe che possono durare anche un'ora. Finora ho notato che queste crisi sono state sempre scatenate da piccoli capricci, reazioni ai nostri no, o quando non riesce a fare qualcosa da sola prova un tal senso di frustrazione da scatenarsi in queste violente crisi incontrollabili. Anche se erano molto pesanti e difficili da gestire non ho dato molto peso associandole a una fase di crescita tipica dei 2-3 anni, e a un'attuale sua incapacità di autocontrollo delle emozioni. Inizialmente provavo a consolarla , ma con scarsi risultati ora dopo un consulto con il ns pediatra proviamo ad avere sia io che mio marito un atteggiamento d'indifferenza aspettando che la crisi passi da sola e poi successivamente cerchiamo di consolarla e di spiegare che ha sbagliato a comportarsi in quella maniera.
Quello che mi sta però preoccupando maggiormente è che da questa notte la crisi si è presentata anche durante il sonno, in maniera improvvisa senza un apparente motivo che la potesse disturbare ed è stata molto più violenta del solito con una durata di un'ora. Non capisco cosa ha potuto scatenare questo, forse un incubo e soprattutto non essento dovuto a un capriccio qual è il metodo giusto da adottare in questo caso?
Preciso anche che la bimba va al nido questo è il suo secondo anno, al nido a detta delle educatrici è una bimba modello moltro buona anche se un pò timida.
Ho anche pensato che tutto può essere provocato da qualche allergia alimentare, ma in tal caso dovrebbe avere questi comportamenti anche al nido cosa che non è mai successa!!
Mi potete aiutare a capire e soprattutto a come comportarmi? grazie mille

[#1] dopo  
Dr.ssa Donatella Ghisu

20% attività
0% attualità
0% socialità
QUARTU SANT'ELENA (CA)

Rank MI+ 20
Iscritto dal 2011
Buongiorno a lei.
Sicuramente è necessario capire cosa scatena tali crisi nella bimba e ritengo sia il caso di effettuare tutte le visite mediche specialistiche per comprendere se vi sia un problema di salute.
In caso contrario - e spero davvero sia così - sarebbe importante che voi genitori consultiate uno psicologo specialista in età evolutiva. E' da esplorare il periodo preciso nel quale si è verificata la sua prima "crisi", comprendere cosa stesse succedendo nella sua vita - sia a casa, sia al nido - e nella vostra vita; capire se tali crisi avvengono in momenti precisi della giornata e scoprire se siano legati e riferibili a qualcosa in particolare.
A volte si tratta davvero di un modo che i bambini - ma anche gli adulti, seppur in maniera differente - hanno per eliminare qualcosa di poco piacevole che vivono.
Non è da sminuire ciò che avviene, poiché sicuramente sua figlia ha un disagio che - magari - sta provando a segnalare alle persone maggiormente significative per lei: i suoi genitori!

In bocca al lupo.

Cordiali saluti

dg
Dr.ssa Donatella Ghisu