Utente 235XXX
Buonasera,
desidererei risposta da un omeopata.
sono la mamma di un bimbo di 3 e mezzo. Contrae streptococco a luglio, facciamo 10 gg di antibiotico. Ri-contrae streptococco a metà novembre - rifacciamo stessa cura solo che verso il nono gg di antibiotico accusa chiazze rosse nel corpo dovute ad una reazione allergica all'antibiotico. Il 2 gennaio inizia col non aver appettito (molto strano), un gran raffreddore (proprio tappato), naso chiuso. Pensando a colpo di freddo gli dò aconitum, poi belladonna, hepar sulfuris e propoli. Il naso cola muco giallo in continuo, gola rossa e febbre al max fino a 37.5. poi il sabato arriva a 38. Lunedì porto dalla dr.ssa che dice di fare tampone. OK positivo. Ma non volendo dargli nuovamente antibiotico chiedo di fare cura omeopatica per iniziare. Ok. Gammaechinacea della OTI, nel corso dei gg 2 dosi di STREPTOCOCCINUM 200 CH DOSE e continuo con belladonna, bryonia, hepar sulfuris. E' il terzo gg che non ha febbre, il naso continua a colare ma molto meno. Naso chiuso e gola un pò rossa ma dice di non aver male. Tampone: positivo. Mi sembra assurdo dare un antibiotico ad un bambino che a vederlo sta benissimo. Ha ritrovato l'appetito di prima, gioca,salta e fa tutto normalmente. Questo anche perchè documentandomi, sembra che nel ns corpo, questo tipo di batteri ci siano sempre e molto probabilmente mio figlio è portatore sano di questo batterio. Cosa mi consiglia?

[#1] dopo  
Dr. Massimo Ciampi

20% attività
0% attualità
12% socialità
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Gentile signora,
suo figlio potrebbe essere un portatore sano di SBEA (streptococco beta-emolitico di gruppo A): per confermare tale ipotesi diagnostica, oltre un'attenta anamnesi ed un accurato esame obiettivo, sono necessari alcuni esami emato-chimici, come emocromo, VES, PCR, procalcitonina, TAS, ecc.....
Sono. pertanto, assolutamente d'accordo con lei sulla perplessità di somministrare una nuova terapia antibiotica, peraltro assolutamente indispensabile nela caso di angina streptococcica.
Se suo figlio si rivelasse un portatore sano, gli si potrebbe applicare un protocollo terapeutico omeopatico-omotossicologico adatto a tale diagnosi.
Distinti saluti.
Massimo Ciampi

[#2] dopo  
Dr. Serafino Ciancio

24% attività
0% attualità
12% socialità
COPERTINO (LE)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2009

Per parlare del caso è necessario classificare lo streptococco.
Se è uno SBEA se ne parlerà con vantaggio.
Cordiali saluti
Dr. Serafino Ciancio