Utente 236XXX
Buonasera,ho bisogno che qualcuno mi aiuti a intraprendere la via giusta per capire e risolvere i continui problemi di dolori addominali di mio figlio di quasi 8 anni.Sono mesi che giornalmente lamenta dolori a livello dell'ombellico a volte accompagnati da nausea e espulsione di aria dalle vie superiori.Mesi fa andammo al pronto soccorso preoccupati di una eventuale appendice invece nulla,gli fu fatta un'ecografia e risultò solo un intestino lungo e delle ghiandolette presenti vicino all'ombellico.I dolori continuarono nonostante una cura con fermenti lattici,il pediatra da una palpazione continua a non rilevare nulla.Vorrei fare presente che mio figlio nel corso di un anno ha avuto per ben 6 volte gli ossiuri trattato quindi con vermox e combatrin.Il bimbo pesa 21 kg da un anno senza aumenti alcuni,mangia poco ma spesso nel senso che ha spesso fame per poi saziarsi subito con poco ad ogni piccola assunzione di cibo si lamenta del mal di pancia e digerisce male ....ora ho svariati dubbi,avrà una gastrite, la tenia?problemi di intolleranze alimentari?non so come poter capire e aiutare mio figlio a risolvere questi dolori....inoltre chiedo gentilmente siccome lunedì faremo esami del sangue per scoprire eventuali allergie e coprocultura delle feci possono comunque risultare attendibili quest'ultime avendo assunto una settimana fa la dose di combatrin???attendo notizie vi ringrazio anticipatamente

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
0% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
No, le feci non sono affatto attendibili per la verifica di parassiti a prescindere dai vermifughi...che li rendono visibili facendoli espellere. Il prelievo delle feci andrebbe fatto per almeno tre giorni di seguito portando la raccolta della cacca presa dal centro delle feci (aprendole con una palettina). Nonostante ciò i parassiti potrebbero non essere evidenti. Si può associare lo scotch test perché spesso eliminano le uova la notte.

Bisognerebbe escludere possa trattarsi di un diverticolo di Meckel, che simula spesso l'appendicite e si associa a sintomi di gastrite nell'età infantile.
Fatte tutte le indagini cliniche, semeiotiche e di laboratorio o strumentali...è bene non sottovalutare gli aspetti psicologici di qualche condizione di malessere nel suo ambito sociale-scolastico.

Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi


[#2] dopo  
Utente 236XXX

Gentilissima dott.Pozzi,finalmente ho i risultati delle analisi di mio figlio Samuel.....in generale valori nella norma ma le comunico questi risultati della coprocultura cosicchè possa spiegarmi di cosa si tratta:
popolaz.microb.fecale norm. presente
ricerca salmonella negativa
ricerca shigella negativa
ricerca miceti CANDIDA ALBICANS NUMEROSE
COLONIE
ricerca stafilococco aureo negativa
conclusioni risultato positivo
ricerca campylobacter negativa

inoltre risultano sballati questi valori:
HGB 13.3
HTC 38.6
RDW-SD 37
MONO 12.9
BASO 1.4

urine pulite......mi può spiegare?consultando internet ho appurato che tra i sintomi di questa candida albicans intestinale ci sono tantissime sintomatologie di cui soffre il bambino....mal di pancia quotidiano,prurito all'ano,mal di schiena,alle ossa,nausea.... senso di pienezza addominale....attendo gentile risposta,

[#3] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
0% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2007
I valori tranne i monociti (alti anche per una virosi) sono nella norma per l'età.
La candida è sempre nel nostro intestino ma è anche in agguato sia quando si abbassano le difese immunitarie, sia ....per contaminare le colture di laboratorio che è sempre bene ripetere e magari si dovrebbe confermarne la presenza con un esame a fresco delle feci con la specifica ricerca di spore del micete.

In ogni caso bisogna agire sul terreno che è l'alimentazione e diminuire drasticamente sostanze zuccherine, latticini e farine (pasta pane biscotti) di grano tenero, preferendo farine integrali, grano saraceno, soia, mais, legumi, pesce.

Cordiali saluti
Dott.Agnesina Pozzi