Utente 981XXX
Buongiorno,
la mia bambina di quasi 21 mesi non ne vuole sapere ancora di camminare da sola richiede sempre un appiglio che sia un dito o una mano e se le manca si butta subito a terra e comincia a spostarsi strisciando il culetto o gattonando.
Ha cominciato a fare tutto molto tardi sul lato del movimento ha iniziato a tirarsi in piedi a un anno aggrappandosi e a 18 mesi a gattonare prima andava da tutte le parti da seduta strisciando, la pediatra ci ha fatto fare un controllo all'anno da una neuropsichiatra che ha ritenuto fosse tutto nella norma e poi abbiamo fatto molte sedute dall'osteopata che ci insegnava degli esercizi per stimolarla, l'osteopata ora ritiene che bisogna solo aspettare che si decida ad andare sola.
la bambina è comunque sempre in progressione però io sono lo stesso un po' in ansia, volevo anche aggiungere che è alta 85cm ed ha già il 24 di piede e pesa 12 kg mi hanno detto che possono essere anche le dimensioni notevoli a renderle l'equilibrio difficoltoso.
Vi sarei grata pe run parere
Cordiali saluti

[#1] dopo  
Dr. Gianmaria Benedetti

28% attività
4% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Peso e altezza sono nella norma, anche se un po' sopra alla media. Non camminare da sola a 21 mesi invece è un po' in ritardo, come anche le precedenti tappe motorie .
Dal punto di vista psicologio, del linguaggio, relazionale, uso dei giochi, degli oggetti, mangiare dormire comportamento ecc com'è la situazione?
C'è qualche motivo nella storia per cui potrebbe avere un ritardo, nascita, traumi, malattie?
Dr. Gianmaria Benedetti

http://neuropsic.altervista.org/drupal/

[#2] dopo  
Utente 981XXX

dice una ventina di parole ben chiare poi chiacchera a modo suo tutto il giorno,mangia da sola con cucchiaio o forchetta ( se le piace cosa c'è nel piatto) ,capisce tutto ciò che le viene detto, sa dei ritornelli delle canzoncine, conosce l'uso di tutti gli oggetti e imita tutto quello che facciamo.
La bambina è nata con TC elettivo alle 39,se abbia subito un trauma me l'hanno già chiesto ma non ne sono sicura,è stata molto anche con la baby sitter non giurerei che non possa essere caduta, malattie nessuna.
Dorme nel suo lettino ma verso il mattino vuole il lettone.

[#3] dopo  
Dr. Gianmaria Benedetti

28% attività
4% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Sembrerebbe quindi tutto a posto, con un lieve ritardo motorio. Penso che si possa aspettare e vedere fra qualche mese
Dr. Gianmaria Benedetti

http://neuropsic.altervista.org/drupal/

[#4] dopo  
Utente 981XXX

Grazie dottore, così mi dice anche la pediatra e l'osteopata comunque Venerdì faremo per scrupolo un ulteriore visita dalla neuropsichiatra che l'aveva vista all'anno, le comunicherò l'esito.
La ringrazio per la sua cortesia nell'avermi risposto
Cordiali saluti

[#5] dopo  
Utente 981XXX

Buongiorno, ieri siamo stati dalla neuropsichiatra che ha constatato questo ritardo nel movimento e un lieve ritardo psichico dovuto al fatto che non associa insieme 2 o più parole, dice che pensa sia prossima al camminare e di non fare nessuna terapia particolare ci consiglia comunque un day hospital per capire se questo ritardo ha delle cause genetiche o metaboliche e quindi consiglia di fare degli esami del sangue, un esame oculistico un encefalogramma e un' altra visita neuropsichiatrica tra un paio di mesi.

[#6] dopo  
Dr. Gianmaria Benedetti

28% attività
4% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
E' una procedura abituale...
Cordialmente
Dr. Gianmaria Benedetti

http://neuropsic.altervista.org/drupal/

[#7] dopo  
Utente 981XXX

***ATTENZIONE!***
Questo consulto risulta aggiornato a più di DUE MESI fa:
valuta attentamente se la tua risposta può ancora essere utile all'utente!

Se ritieni opportuno inviare comunque il tuo consulto all'utente allora CANCELLA TUTTO QUESTO AVVISO e scrivi qui di seguito, grazie.
Buongiorno dottore,
abbiamo fatto il day hospital dopo aver atteso molti mesi, non hanno trovato niente di patologico, hanno riscontrato il ritardo motorio ( nel frattempo si è decisa a camminare) e a livello intellettivo è un pochino indietro secondo loro perchè non mette insieme 2 o più parole però dicono pressochè in linea....ci consigliano di farle fare psicomotricità.
Quello che mi chiedo è questo: un bambino deve per forza rientrare nelle tabelle ( tra l'altro loro mi hanno detto di aver utilizzato delle tabelle più severe rispetto a quelle che aveva usato la neuropsichiatra nella visita precedente), non può essere che abbia tempi diversi senza avere comunque nessun problema? e la psicomotricità non è comunque una forzatura?
grazie per una Sua risposta

[#8] dopo  
Dr. Gianmaria Benedetti

28% attività
4% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Che esami sono stati fatti?
Se non sbaglio la bimba ha due anni, ora cammina, può essere utile mandarla al nido per qualche ora. Mi sembra che si possa aspettare e vedere come va, facendo nuove esperienze: la psicomotricità non è a mio avviso indispensabile se l'ambiente è sufficientemente stimolante.
Cordialmente
Dr. Gianmaria Benedetti

http://neuropsic.altervista.org/drupal/

[#9] dopo  
Utente 981XXX

Buonasera,
ha fatto un day hospital in cui le hanno fatto EEG, visita neuropsichiatra con dei test, visita genetica, esame sangue e urine per controlli genetici e metabolici e visita oculistica, la bambina compie 2 anni tra poco meno di 1 mese.
All'asilo non è iscritta e la manderemo da settembre,
Grazie
cordiali saluti

[#10] dopo  
Dr. Gianmaria Benedetti

28% attività
4% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Bene. Confermo quello che ho scritto sopra. La psicomotricità attualmente è prescritta ovunque e per ogni disturbo, in pratica, come una panacea per ogni cosa. Ovviamente gli psicomotricisti dicono che è indispensabile in un numero sempre maggiore di 'disturbi' e anche di variazione della norma.
L'effettiva indicazione va ovviamente valutata in una visita diretta, ma i pareri possono essere molto diversi. A mio avviso è utile che uno specialista esperto dello sviluppo segua la situazione e vi aiuti a vedere se ci sono degli ostacoli ambientali (organizzativi, funzionali) con dei controlli periodici..
Cordialmente
Dr. Gianmaria Benedetti

http://neuropsic.altervista.org/drupal/

[#11] dopo  
Utente 981XXX

Buongiorno
dottore e grazie per la cortesia d'avermi risposto: il professionista a cui si riferisce è il neuropsichiatra infantile o il pediatra di base?