Utente 947XXX
Buongiorno gentili dottori,
vi scrivo perchè dopo un anno intero di sonno notturno tranquillo, il mio bimbo di 20 mesi ha improvvisamente iniziato ad avere seri problemi di insonnia. Si sveglia la notte verso le due e vuole alzarsi e giocare fino alle quattro e mezza/cinque, quando finalmente crolla.
Io sopporterei, se non fosse per il fatto che sono al settimo mese di gravidanza e ultimamente ho dei piccoli problemi di salute. Purtroppo se non accorro io ma mio marito, il bimbo ne fa una tragedia. Quindi mi tocca stare sveglia con lui, perchè anche se cerco di rimetterlo a letto comincia a urlare, scalciare, etc...
Devo dire che sono arrivata a un livello di sopportazione massimo e sono sempre più provata... di certo dovrei cambiare la sua routine del sonno, perchè il bimbo si addormenta con me stesa di fianco e la manina sul mio petto (e se mi sposto prima che sia sprofondato nel sonno profondo piange).
Vorremmo provare il metodo Estivill, ma prima vorrei sentire da pareri esperti se è un metodo che potrebbe peggiorare ancor di più le cose e causargli traumi, o se potrebbe risolvere i suoi problemi di insonnia.
Ho pensato anche di eliminare il riposino pomeridiano di due ore (dall'1 fino alle 3), ma anche per questa cosa vorrei aspettare pareri: è troppo piccolo per eliminarlo?
Inoltre vorrei avere un parere circa l'uso della melatonina: potrebbe aiutarmi o è dannosa per il piccolo?
E' ben accetto qualsiasi consiglio, vorrei riuscire a sistemare le cose prima dell'arrivo del fratellino per fargli vivere la sua nascita meno traumaticamente possibile.
Vi ringrazio davvero tanto per qualsiasi prezioso consiglio saprete darmi.

[#1] dopo  
Dr. Gianmaria Benedetti

28% attività
4% attualità
16% socialità
FIRENZE (FI)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2008
Gentile signora,
il metodo che le consiglio è quello di non aver paura dei capricci del bambino. E' il bambino che deve abituarsi al mondo e non il mondo a lui. Ovviamente con pazienza e con dolcezza, ma dovrà abituarsi che non comanda lui e che bisogna fare come dicono i genitori. Non vi preoccupate per proteste e pianti: ovviamente il bimbo cerca di prevalere, ma non gli farebbe bene. Bisogna fargli perdere le abitudini sbagliate, come addormentarsi controllando la mamma e il suo seno, e fargli prendere le abitudini più adatta a far andar bene tutta la famiglia.
Ci si passa tutti, ma sono i genitori che devono tener le redini, o il timone della barca, e disporre i bagagli e i passeggeri in modo cha la barca sia equilibrata da poterla guidare...
In bocca al lupo.
Dr. Gianmaria Benedetti

http://neuropsic.altervista.org/drupal/