Utente 242XXX
Gentili Dottori
sono il papà di Gaia una bimba di 9 mesi. Gaia cresce molto bene (9.5 KG circa), mangia tranquillamente le pappe, ha preso latte materno esclusivo fino ai sei mesi e ora mangia, oltre alle pappe e alla frutta, il latte artificiale e una volta al giorno il latte della mamma. E’ una bambina molto attiva, giocosa, simpatica e ben gestibile durante il giorno. Ha però sempre avuto problemi con il sonno che si stanno aggravando.
Fino a 5 mesi le notti erano tutto sommato nella norma con il seguente andamento:
- A nanna nel suo lettino alle 21.00
- Prima sveglia alle 01.00 circa e veniva nel lettone dei genitori per mangiare dalla mamma
- Sveglia successiva dopo circa tre ore per mangiare nuovamente dalla mamma
- Sveglia definitiva alle 07.00 circa
- Durante il giorno due sonnellini di 45 minuti circa
Dai 5 mesi ad oggi invece la situazione è molto peggiorata; in quasi tutte le notti le sveglie sono ogni due ore e molte notti anche ogni ora. Due dentini sotto sono già spuntati e il fatto di venire nel lettone dei genitori non sembra giovare. Gaia si sveglia quindi frequentemente, si lamenta inarcando la schiena e si consola con 2 minuti di poppata per poi riaddormentarsi. Abbiamo provato anche a darle il biberon con circa 200 ml di latte ma non aiuta. Idem con il prodotto omeopatico Camilia. L’unico giovamento (si sveglia “solo” tre volte) sembrerebbe esserci nelle notti in cui non le abbiamo dato la pappa serale (farina+verdure+formaggio). Noi genitori possiamo tranquillamente sopportare la situazione, siamo però preoccupati per Gaia perchè temiamo che un sonno così disturbato possa darle dei problemi o fastidi. Ci potrebbe essere qualche causa seria da eventualmente indagare o dobbiamo ritenere tutto normale ed essere pazienti?
Grazie molte per la comprensione
Massimo

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Potrebbero essere dei disturbi legati ad un aumento dell'acidità gastrica.
Provate a variare l'alimentazione serale, anticipando la pappa, magari evitando i formaggi e le farine, e possibilmente evitando di darli insieme nello stesso pasto. L'ultimo pasto serale dev'essere di latte e magari potreste variare il tipo di latte utilizzando un tipo ad alta digeribilità, oppure se ne avete l possibilità nella vostra città, preferire il latte d'asina che è molto simile a quello materno e decisamente più digeribile di quello di mucca.
Evitate di farle prendere il vizio del lettone, non solo non giova ma potrebbe peggiorare la situazione.
Provate con lo stratagemma del pupazzetto di stoffa da tenere nel vostro letto per un paio di notti in modo che si impregni del vostro odore; quando comincia a frignare e si sveglierà, non tiratela su dal vostro letto e non accendete luci più forti della notturna ma accarezzandola dolcemente e sussurrandole paroline mettetele vicino il pupazzetto perché lei percepirà il vostro odore, si tranquillizzerà e quasi sicuramente riprenderà a dormire.

Tentativi...e pazienza. Tanta!

Cordialmente
Dott.Agnesina Pozzi

[#2] dopo  
Utente 242XXX

Grazie mille Dott.ssa. Cercheremo di seguire i suoi preziosi consigli e le faremo sapere.