Utente 127XXX
Buonasera,
ho un bambino di quasi 5 mesi. Fin dalla nascita soffre di abbondanti rigurgiti dopo il pasto, anche a distanza dallo stesso. Ho letto molto e, ovviamente, ne abbiamo parlato con la pediatra che, confermando quanto letto sull'argomento, non ha ritenuto di effettuare accertamenti diagnostici in quanto il bambino cresce abbastanza regolarmente e dorme tranquillamente tutta la notte...Abbiamo provato diversi latti (anche AR) con scarsi risultati...La mia richiesta è la seguente: comprendo che non ci sia da preoccuparsi e lo condivido ma ritenevo che, a quasi 5 mesi, le cose potessero, almeno un pò, migliorare...Invece il piccolo continua a rigurgitare anche 4 o 5 volte a pasto anche abbondantemente...e sembra soffrire di bruciori di stomaco...La sera, prima di coricarsi, sembra invece soffrirne meno...Ritenete che noi si debba fare qualcosa o lasciamo le cose come sono...?
grazie mille

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Gentile signore
le ultime linee guida,nel reflusso semplice,consigliano la terapia posturale,cioè alzare la culla a 30 gradi ,non con un cuscino ma in modo uniforme alzando i piedi della culla, dalla parte della testiera .Si sconsiglia poi mettere il piccolo a dormire a pancia sotto.
A questo può' aggiungere una dieta con latti antirigurgito dando la preferenza a quelli addensati con amido di riso. Se il reflusso si complica ,determinando un abbattimento della crescita ,una esofagite,si può' usare il domperidone oppure gli antiacidi come prodotti contenenti acido alginico+sodio bicarbonato,oppure antisecretivi come la ranitidina.In eta' inferiore ad un anno è consigliabile non usare gli inibitori di pompa.La terapia chirurgica va presa in considerazione solo se la terapia medica si è dimostrata inefficace,in presenza di una grave esofagite ,di broncopolmoniti ripetute o crisi di apnea ricorrenti. Per ulteriori chiarimenti può' afferire ad un centro di gastroenterologia pediatrica.
Gentilissimi saluti ed auguri
Dr. Gaetano Pinto

[#2] dopo  
Utente 127XXX

grazie per la pronta risposta dottore.

Dalla lettura della sua risposta mi pare di capire che, durante il giorno, non si possa (e non si debba se ho capito bene...) far nulla in più della somministrazione del latte AR (che peraltro, nel nostro caso, non ha sortito alcun effetto...) e che si debba diversamente intervenire solo se il bambino non cresce? Ho capito bene?
grazie
saluti