Utente 251XXX
Salve,

ho portato mio figlio di 10 mesi dalla pediatra per una visita periodica.
E' una nuova pediatra, dato che con quello vecchio non ci trovavamo bene.

Quello vecchio ci diceva che l'aderenza al pene di nostro figlio era a posto, non c'erano problemi.

Questa pediatra nuova invece ci dice che c'é aderenza e che va risolta.
Ci ha dato una pomata che abbiamo applicato per una settimana, fino ad ora, con dei movimenti per facilitare il rilascio.
Sembrerebbe che non é cambiato molto...e per nostro figlio penso sia fastidioso date le lamentele...

La pediatra ci ha detto che se non migliora in 10 giorni, basta portagli nostro figlio e lo fa lei con anestesia locale... Con conseguente bruciore per il bimbo per qualche giorno + applicazioni pomate varie...

Ora io mi chiedo, anche dopo aver girato sul web ed essermi documentato, é necessaria questa operazione?
Il prepuzio é sufficentemente libero e fa la pipì normalmente...

A voi chiedo: va fatta questa operazione oppure va lasciato stare?
Tra l'altro il primario di pediatria dell'ospedale diceva di non fare queste procedure che non servivano e che il pene si sarebbe sistemato da solo col tempo...
Stesse cose che leggo sul web.

Voi che dite?

Grazie mille.

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Gentile signore
bisogna differenziare le aderenze balano-prepuziali dalla fimosi,quest'ultima dovuta a ristrettezza del foro di apertura del pisellino.Le prime sono fisiologiche e non vanno trattate ne' con la "ginnastica prepuziale" ormai abbandonata ne' con interventi cruenti che possono dare esiti cicatriziali,oppure la temibile e pericolosa parafimosi con incarceramento del glande nell'anello prepuziale.La vera fimosi richiede un intervento chirurgico da effettuarsi di solito dopo i 2 anni di vita, per la tendenza a volte a risolversi da sola.Per una valutazione accurata può' rivolgersi ad un chirurgo pediatra che la consiglierà in merito
un cordiale saluto
Dr. Gaetano Pinto

[#2] dopo  
Utente 251XXX

Salve,
grazie per la risposta.

In effetti non si tratta di fimosi, come ci ha detto la pediatra, ma di aderenza...
La pelle del pisellino non scorre tutta giù ma é come se fosse attaccata.

La cosa strana é che la pediatra ci ha consigliato addirittura di portarglielo e che l'avrebbe fatto lei con "una manovra" con anestesia locale...
Sinceramente ci siamo rimasti...

Ho letto sul web che la procedura da seguire in certi casi é molto diversificata, nel senso che in ambito pediatrico ci sono due correnti di pensiero: lascio così com'é che si sistema da solo e lo sblocco con una manovra e con anestesia.

Mi fa specie vedere queste opinioni divergenti e mi da un senso di insicurezza come neo genitore, anche perché non capisco come mai su cose di questo tipo, in fin dei conti molto semplici, ci siano così tanti pareri discordanti...
Anche perché un'operazione di questo tipo ad un bimbo di 10 mesi provoca sicuramente dolore e in secondo luogo lo voglio vedere mio figlio con anestesia locale stare fermo...

A questo punto proveremo a consultare un chirurgo pediatra, é il minimo per nostro figlio, anche se le ripeto...rimango sempre con uno strano senso di insicurezza e di nervoso dato che si spera sempre di trovare la soluzione con dei professionisti e spesso, molto spesso, si cade nel caos mentale...della serie: lo lascio così com'é ma se poi magari peggiora? Oppure... lo faccio operare...e se poi era meglio di no?

Comunque sia, grazie mille per il suggerimento.

( p.s. mi può suggerire un buon chirurgo pediatra in zona Saronno/Varese? )

Arrivederci.

[#3] dopo  
Dr. Lorenzo Giacchetti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
SVIZZERA (CH)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
se il suo piccolo non ha una vera fimosi, ma solo delle aderenze balano-prepuziali, a 10 mesi, l'atteggiamento più corretto ed utilizzato, è quello meno invasivo e cioè in genere di vigile attesa.
Si può tentare qualche volta con una pomata cortisonica; talvolta l'effetto può essere quello di aiutare a scollare tali aderenze.
tuttavia a 10 mesi e senza che il bambino abbia avuto episodi infettivi locali (balano-postiti), io credo che possa stare abbastanza tranquilla.
Un pediatra potrà seguirlo nei prossimi mesi. Nella maggior parte dei casi si risolve da solo.
Tuttavia nel caso in cui volesse ancora pù sicura si rivolga pure ad un chirugo pediatra.
Chiedeva prima un consiglio su un Collega in zona Saronno, Varese,
c'è un ottimo chirugo pediatra che lavora proprio nel mio Ospedale Del Ponte a Varese e che tra l'altro è attivo anche su Medicitalia.

Se interessata, mi scriva pure in privato che le do gli estremi.
Cordiali saluti
Dr. Lorenzo Giacchetti
Specialista in Pediatria - Neonatologia e Patologia Neonatale, Varese.
Capoclinica Pediatria Ospedale di Lugano (Svizzera)

[#4] dopo  
Utente 251XXX

Salve!
Le ho appena mandato una mail.

Grazie mille.

[#5] dopo  
Dr. Lorenzo Giacchetti

Referente scientifico Referente Scientifico
52% attività
4% attualità
20% socialità
SVIZZERA (CH)

Rank MI+ 76
Iscritto dal 2012
risposto
saluti
Dr. Lorenzo Giacchetti
Specialista in Pediatria - Neonatologia e Patologia Neonatale, Varese.
Capoclinica Pediatria Ospedale di Lugano (Svizzera)