Utente 574XXX
Ragazzo maschio di 11 anni che da circa due mesi ha episodi di fabbre della durata di 4-5 giorni con picchi febbrili anche intorno ai 39-39,5 °C (spesso con mal di gola) che poi passa totalmente per dieci giorni per poi dipresentarsi.
Sono stati eseguiti alcune indagini diagnostiche:

Riporto i valori dell'esame del sangue (è stato fatto quando mio fratello aveva la febbre a 38):

globuli bianchi: 22.7 K/uL
neutrofili: 19.1 84.5 %N
linfociti: 2.11 9.31 %L
monociti 1.36 6.00 %M
eosinofili: 009 .038 %E
Basofili: .041 .039 %B


VES: 30
PROTEINA C REATTIVA: 6,8
TAS: 120

Gl rossi: normali
Hb: normale
Ematocrito: normale
MCV: 76.2
MCH: 24.9
MCHC: normale
RDW: 18.1

Piastrine: norm
MPV: norm
PCT: norm
PDW: norm

è stato inoltre eseguito un tampone faringeo che evidenziava la presenza della normale flora batterica e la negatività per Candida.

Nei limiti di un consulto via internet, potreste dirmi se sarebbero utili altre indagini e che tipo di sospetto diagnostico potrebbe porre un quadro del genere.
Vi ringrazio anticipatamente.
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
Gentile Signora
i GB, la VES, la PCR ci indicano che c'è un'infezione in giro e il tipo di febbre la conferma.

Bisogna ancora cercare, a parte nella gola (visto che il tampone è negativo), come stanno i denti, com'è l'esame dell'urina. Amplierei la ricerca di laboratorio: Streptozyme, RA test, Immunoglobuline,
C3-C4 complementemia, mucoproteine, QSP, esame urine;

altre analisi si potrebbero consigliare (ricerca di anticorpi specifici per svariate patologie da punture di zecche, convivenza con volatili, contaminazione di urine di topo su lattine di aranciata e simili, patologie di origine alimentare in genere, ecc), col rischio che siano inutili.

L'importante è un'accuratissima visita per avere un orientamento su cosa cercare e perchè fare alcuni test piuttosto che altri.
L'addome almeno è stato visitato? Si lamenta di qualche doloretto di pancia, allo stomaco, all'inguine? C'è tosse? Problemi intestinali?

A queste domande dovrete rispondere al vsotro medico però..Ecco, il consulto via internet è davvero molto, ma molto limitato.

Cordialmente
Agnesina Pozzi



[#2]  
Dr. Francesco Niglio

24% attività
0% attualità
8% socialità
FOGGIA (FG)

Rank MI+ 32
Iscritto dal 2006
Non posso che concordare totalmente con la collega che mi ha preceduto nel consulto,la febbre e la leucocitosi da soli non sono significativi e necessitano di indagini più ad ampio spettro.Sicuramente un consulto via internet è limitativo.
Il caso va seguito momento per momento.
Cordiali saluti
Dr Francesco Niglio