Utente 102XXX
Una mia nipotina soffre spesso di chetoacidosi. Queste crisi insorgono senza apparenti cause: senza febbre, senza vomito e senza diarrea. Di solito si presentano al mattino a digiuno. La bimba ha 4 anni, è magrolina, pesa circa 15 Kg. Il giorno di Natale l'abbiamo portata al Pronto Soccorso poichè lo stick aveva raggiunto il massimo di positività. La bimba era uno "straccetto". Le hanno fatto la valutazione della glicemia ed era 64. Un medico di nostra conoscenza ha detto al padre di fare una ecografia addominale per vedere se il pancreas era a posto. Ora , per tale motivo siamo molto preoccupati. Potete per favore darci un vostro parere?

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
Gentile signora
l'ipoglicemia chetotica è la forma di ipoglicemia più frequente ad osservarsi nei bambini fino a 5 anni di età.Va differenziata dall'ipoglicemia dovuta ad un aumento della secrezione di insulina.Si evidenzia specialmente in occasione di malattie intercorrenti,bisogna ricercare i chetoni nelle urine.In caso di presenza di queste sostanze devono essere somministrati zuccheri.Se trattasi di ipoglicemia chetotica ,tende a scomparire dopo gli 8 anni di età
cordiali saluti
Dr. Gaetano Pinto

[#2] dopo  
Utente 102XXX

Grazie, Dottore della celere risposta! La bimba come detto sopra non sembra essere malata. Le crisi iniziano con sudorazione, rilasciamento dei muscoli e torpore. Secondo lei dovremmo fare accertamenti e se si quali?

[#3] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
0% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 68
Iscritto dal 2011
la sintomatologia suddescritta orienta verso una forma di ipoglicemia.Bisogna effettuare esami diagnostici orientati verso tale disturbo.Bisogna controllare esami che differenziano una forma di ipoglicemia con chetosi da una forma con ipersecrezione di insulina,questa è un ormone che facilita l'entrata dello zucchero nelle cellule, cioè funziona come una "chiave" che fa entrare lo zucchero nella cellula facendo abbassare il tasso di zucchero nel sangue.Fondamentale è praticare una insulinemia durante la crisi di ipoglicemia e il dosaggio degli acidi grassi liberi cioè non esterificati:La prima se aumentata indirizza verso una forma da iperinsulinismo,i secondi se aumentati indirizzano verso una forma chetotica.Bisogna poi praticare un eco addome e successivamente,se necessario, approfondire con esami specifici a livello endocrinologico per la ricerca sopratutto degli ormoni controinsulari.
cordiali saluti
Dr. Gaetano Pinto