Utente 326XXX
Salve.
Mio figlio di 6 anni e mezzo non pronuncia la "r". Nel suo linguaggio è completamente assente e adesso che sta iniziando a scrivere ho notato che spesso la salta. Per il resto parla molto bene, ha un vocabolario molto ricco, è intelligente e vivace.
La sorellina di cinque anni, poi, credo per imitazione ha il suo stesso difetto.
Come devo comportarmi? Mi consiglia di aspettare ancora o di intervenire?
Grazie

[#1] dopo  
Dr.ssa Paola Scalco

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
CASTELL'ALFERO (AT)
ASTI (AT)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora,
cosa ne pensa il pediatra del bimbo?
Ha mai pensato di effettuare una consulenza presso un logopedista per avere ulteriori informazioni in merito e decidere come e se intervenire?
Il problema è stato evidenziato anche dalle maestre?


Cordialità.
Dr.ssa Paola Scalco, Psicologa
specialista in Psicoterapia Cognitiva e perfezionata in Sessuologia Clinica
https://www.psicologi-italia.it/psicol

[#2] dopo  
Utente 326XXX

Gentile dottoressa Scalco,
innanzitutto la ringrazio per la risposta.
Le dico di non aver mai parlato né con la pediatra dei bambini né con le maestre, perchè non è un difetto tale che il bambino non venga capito dagli altri, per cui sia io che mio marito abbiamo sempre pensato che nostro figlio avrebbe avuto la "erre moscia".
La cosa che mi ha fatto pensare negli ultimi tempi, oltre al problema nella scrittura di cui le parlavo prima, è che ci siamo resi conto che se ci prova, con molto impegno, riesce a dire una erre mista ad esse e quindi forse, potrebbe correggersi. Per il resto del tempo, semplicemente sorridendo dice di non riuscire a pronunciarla.
Inoltre c'è poi il discorso della sorellina minore che, per amore dico io, lo imita anche in questo. Lei ormai ha cinque anni, parla molto speditamente da quando aveva meno di due anni, possibile che ancora non abbia imparato a dire la erre?
Grazie

[#3] dopo  
Dr.ssa Paola Scalco

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
20% attualità
20% socialità
CASTELL'ALFERO (AT)
ASTI (AT)

Rank MI+ 88
Iscritto dal 2011
Gentile Signora,
dal momento che il prossimo mese, immagino, si svolgeranno i colloqui con gli insegnanti, potrebbe approfittare dell'occasione per confrontarsi con loro e chiedere un consiglio: dal momento che hanno (e hanno avuto) sott'occhio tanti bambini e che conoscono da vicino il suo piccolo, potranno esprimere il loro parere sull'opportunità o meno di una valutazione logopedica.
Così vi toglierete il pensiero e saprete se sarà il caso di effettuare un ciclo di sedute riabilitative, oppure no.
E nel contempo, potrete chiedere anche come comportarvi con la piccola "imitatrice".

Cari auguri a Lei e alla sua bella famigliola!
Dr.ssa Paola Scalco, Psicologa
specialista in Psicoterapia Cognitiva e perfezionata in Sessuologia Clinica
https://www.psicologi-italia.it/psicol

[#4] dopo  
Utente 326XXX

grazie!
è vero, mi ha dato un bel consiglio. :)