Utente 136XXX
Salve, ho un bambino di due anni nato negli stati uniti e regolarmente vaccinato, dopo essermi trasferito in italia ho continuato il ciclo vaccinale come richiesto dopo di che mi sono trasferito nuovamente negli stati uniti (da una settimana) e portato a visita oggi il pediatra ha effettuato i seguenti vaccini:
Influenza
antidiftotetano e pertosse
antiemofilo tipo b
morbillo, rosolia,parotite (orecchioni)
varicella
dopo visita e vaccini siamo tornati a casa ma ho notato una cosa...in pratica sui record vaccinali hanno trascritto in modo errato le date dei vaccini fatti in italia.
In pratica a parte influenza, morbillo, rosolia, parotite e varicella (fatte oggi per la prima volta) le altre vaccinazioni erano state fatte il 4 dicembre 2013 (antidiftotetano, pertosse, antipolio, antiemofilo tipo b) e per un errore di trascrizione hanno segnato 12 aprile 2013 (per gli americani il 4/12/2014 e' aprile non dicembre) pertanto, come detto, oggi hanno rifatto questi vaccini e mi sento preoccupato perche' in Italia mi avevano detto che fatti i vaccini mpr e meningiococco (giugno 2014) dovevo fare altri vaccini al bambino quando aveva 5 anni e mezzo.
Quindi come spiegato il mio dubbio e' che a questo punto abbiano somministrato i vaccini inutili o quantomeno PRIMA dell'effettivo richiamo ed ora mi sento preoccupato per mio figlio.
Non voglio che a causa di un errore da parte del pediatra americano nel leggere le date mio figlio possa risentire in modo grave di questi vaccini effettuati,, avere problemi in futuro o causare problemi ancora piu gravi.
Sto in ansia e sinceramente non so nemmeno se abbiate o meno capito quanto spiegato, vorrei solo essere tranquillizzato su eventuali effetti sull'organismo o se sia il caso di allarmarmi e andare in ospedale per precauzione.
Spero possiate rispondermi il prima possibile e vi rignrazio anticipatamente.
Se qualcosa non e' chiaro vi prego di renderlo nota in modo da potervi rispondere tempestivamente e spiegarmi meglio.
Cordialmente

[#1] dopo  
Dr. Agnesina Pozzi

48% attività
4% attualità
20% socialità
()

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2007
No non si preoccupi, non succede nulla, ha solo anticipato il richiamo, sollecitando la memoria immunitaria che peraltro già ha.
La prossima volta prestate attenzione. Sinceramente anch'io avrei sbagliato a leggere le date!!!
Tranquilli! L'ospedale non serve. tenga solo presente che potrebbe avere la reazione vaccinale che è diciamo fisiologica, con febbricola, dolorino nel punto di iniezione che sono le manifestazioni più frequenti. L'Ospedale riservatelo a sintomi seri che, grazie a Dio, ora non ha.

Cordiali saluti
Dott.ssa Agnesina Pozzi