Utente 233XXX
Salve dottori di tutto lo staff, avrei bisogno di un vostro parere/aiuto per capire se ciò che a me sembra un reflusso per alcuni pediatri non lo è e siccome ho già cambiato 2 pediatri non so più a chi credere sinceramente, ognuno dice una cosa diversa per lo stesso sintomo. Vi spiego meglio...
Mio figlio ha 20 giorni, dopo una settimana di vita , ha iniziato a piangere ininterrottamente soprattutto la sera e qui so che ci sono le colichette è questo ci sta, ci sta anche il rigurgito, è appena nato, ma quello che mi sorprende è che mio figlio anche dopo 3 ore dall'ultima poppata fa ancora rottini buttando fuori ancora tanto latte come mai? Può essere che sia il Latte di mia moglie? Come me faccio a regolarmi? Potete aiutarmi?
Grazie aspetto una vostra risposta, buon lavoro

[#1] dopo  
Dr. Gaetano Pinto

Referente scientifico Referente Scientifico
48% attività
4% attualità
20% socialità
NOCERA INFERIORE (SA)
TORRE ANNUNZIATA (NA)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2011
Gentile utente
il reflusso gastroesofageo nei lattanti fino a circa otto mesi di età rimane una condizione parafisiologica che si risolve da sola. Differente è la malattia da reflusso,caratterizzata da mancato incremento del peso,notevole agitazione e pianto ,a volte associato ad inarcamento della schiena che lascia sospettare una sindrome di Sandifer,in cui potrebbe essere necessario un apporto terapeutico. Il latte materno va benissimo e va continuato,importante la posizione del lattante quando succhia per non fargli ingerire aria .Dopo la poppata è necessario mantenere il piccolo in braccio in posizione rialzata per favorirgli l'espulsione dell'aria ingerita
cordiali saluti
Dr. Gaetano Pinto