Utente 121XXX
Sono la mamma di una bimba, di quasi due mesi, nata con l'ano anteriorizzato. Mia figlia evacua e urina senza problemi. Lo spazio tra la vagina e l' ano è di aspetto mucoso. Vorrei porvi alcune domande:
- Per l' ano anteriorizzato è sempre necessario l' intervento chirurgico? O ci sono dei casi nei quali si può evitare? A che età è preferibile eseguire tale intervento? Quali possono essere le conseguenze di un simile intervento?
- Ho sentito parlare di stitichezza o, ancora peggio, di incontinenza? Questo significa che mia figlia dovrà fare clisteri ogni giorno?
- A cosa servono le calibrazioni e quando è opportuno praticarle?
- Sapete dirmi qual è il migliore ospedale (in qualsiasi città) per la cura di questa patologia?
Sono molto preoccupata!
Vi ringrazio anticipatamente. Attendo con ansia le vostre risposte.
Cordiali saluti.

[#1]  
Dr. Pasquale De Negri

20% attività
0% attualità
4% socialità
RIONERO IN VULTURE (PZ)

Rank MI+ 24
Iscritto dal 2003
si rivolga alla chirurgia del Regina Margherita a Torino o dell'Istituto Gaslini di Genova ( prof Jasonni)
Dr Pasquale De Negri, Fellow of Interventional Pain Practice (US)- Direttore Dipartimento Chirurgia Oncologica e Medicina del Dolore IRCCS CROB

[#2]  
Dr.ssa Sandra Pezzilli

20% attività
4% attualità
12% socialità
TORINO (TO)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2005
Gentile Signora,
vorrei innanzitutto rassicurarla perchè la sua bambina non è affetta da una patologia che richieda decisioni immediate o interventi di emergenza. L'ano anteriorizzato non è certo sinonimo di soluzione chirurgica, anzi, nella minoranza dei casi l'intervento si rende necessario. Se abita a Torino, l'èquipe di Pediatria e di Chirurgia Pediatrica del Regina Margherita a Torino è preparata per valutare e seguire la sua bambina. Nel frattempo, è importante per la piccola mantenere la calma e tranquillità, per favorire l'allattamento materno, le difese immunitarie e l'adeguada crescita. Le faccio tanti auguri e complimenti per l'arrivo della sua bimba.
Dott.ssa Sandra Pezzilli