Utente 433XXX
Buonasera,
Vi espongo la mia preoccupazione.

Ho un bimbo di quasi 5 anni, in salute. Da circa un anno ha un linfonodo ingrossato sottomandibilare lato dx che non va via. Si ingrossa per un breve periodo per poi tornare “normale”. Abbiamo effettuato due volte una eco, ed entrambe le volte si è evinto un linfonodo nella norma, reattivo, di circa 12mm. Dato che abbiamo la fortuna di conoscere un medico molto bravo anch’esso chirurgo maxillo-facciale, abbiamo sottoposto mio figlio ad una visita. Il dottore ha constatato la veridicità di quanto detto sopra e in più ci ha prescritto un’analisi del sangue per verificare infezioni. Inoltre se il linfonodo fosse stato ancora presente da lì a due mesi, avremmo potuto pensare ad un’esportazione. Le analisi del sangue hanno detto: VES e PCR alti. Un paio di gg dopo mio figlio ha avuto la varicella (ecco i valori alti?). Passato tutto il linfonodo è ancora lì.
Oggi al tatto mi sembra più grande e mio figlio asserisce dolore al tatto ma credo sia solamente un fastidio, viste le dimensioni. Dimenticavo una cosa. Siamo stati anche da due dentisti e hanno constatato che gli incisivi sopra e sotto si muovono. Siamo stati ovviamente in prima battuta dal pediatra. Gli specialisti concordano che si tratta di un linfonodo nella norma e non dobbiamo preoccuparci (io e mia moglie). Faccio queste domande: perché il linfonodo è ancora presente? Posso prendere in considerazione l’esportazione della ghiandola? Cosa comporta?
Vi ringrazio anticipatamente.

Saluti

[#1] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, se "Si ingrossa per un breve periodo per poi tornare “normale” penserei ad un problema alle ghiandole salivari , e sposterei l'indagine ecografica a queste. Infine anche un'ortopantomografia potrebbe far emergere qualcosa a carico dei denti.
Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#2] dopo  
Utente 433XXX

Buongiorno Dottore
La ringrazio per la risposta.

Abbiamo pensato infatti di portare nostro figlio dall’ecografa a gennaio, prestando attenzione nello specifico alle ghiandole salivari. Le vorrei chiedere che tipo di “problema” potrebbe esserci, cioè di cosa si può parlare...

Anche un ortopanoramica ma la valuteremo dopo la visita di cui sopra.

Ora la ghiandola è tornata ad essere “piccolina”.

Grazie ancora
Danilo

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Signore, per capire il razionale di quello che sospetto, legga questo articolo:
https://www.medicitalia.it/minforma/gnatologia-clinica/1217-parotite-ricorrente-calcoli-salivari-colpa-denti.html

Cordiali saluti ed auguri
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Utente 433XXX

Grazie Dottore
ho appena letto l’articolo e devo dire che mi ha in parte rincuorato. A gennaio dopo l’ecografia spero di stare più tranquillo.

La ringrazio molto
Danilo