Utente 471XXX
Gentilissimi Dottori,
siamo i genitori di due bambini, uno di 4 anni e l'altro di 4 mesi e mezzo. Il piccolo è nato di 3,700 Kg ed ha avuto una crescita molto veloce soprattutto nei primi tre mesi. Ad un certo punto, però, la crescita è diminuita fino a stabilizzarsi a 7kg per un paio si settimane. Questa settimana, poi, ha avuto un calo di 100gr. Adesso, quindi, pesa 6,900Kg. Il bambino è sempre stato allattato al seno esclusivamente. Non sembra esserci un calo del latte perchè il bambino non è irrequieto dopo le poppate e tiene comunque una distanza accettabile tra una poppata e l'altra (3-3,5 anche se forse avrebbe dovuto cominciare a distanziarle di più). E' stato raffreddato ed ha fatto una cura con antibiotico, bentelan e aereosol. L'ultima volta che il pediatra l'ha visto (la vigilia di Natale, non era ancora calato di peso) ha detto che la crescita andava bene e ci ha detto che possiamo cominciare a svezzarlo lasciandoci la libertà di aspettare se avessimo preferito. Quello che ci chiediamo è se è necessario a questo punto cominciare lo svezzamento (avremmo preferito aspettare un altro mese) oppure dover integrare il latte (a questo preferiremmo lo svezzamento). E poi... tutti ci dicono che sia normale l'arresto o il calo della crescita in un bimbo che è cresciuto molto nei primi mesi e che, non essendo "patito", ci preoccupiamo per niente. E' vero? Noi comunque ci teniamo a non prendere sotto gamba questa situazione. Poniamo questo quesito anche a voi per avere opinioni anche diverse in merito e fare una scelta più consapevole.
Ringraziandovi anticipatamente per le risposte che vorrete fornirci, vi porgiamo distinti saluti.

[#1]  
Dr.ssa Stefania Paesani

24% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Prenota una visita specialistica
Gentile Signora, sicuramente un calo di peso in un piccolino va tenuto in considerazione, ma al momento io non mi allarmerei. Spesso dopo cure antibiotiche e/o infezioni
i lattanti possono arrestare temporaneamente la crescita.
Con le misurazioni che ci ha fornito, il bimbo ha mantenuto lo stesso percentile di crescita (fra l'altro nella media) fino a questo ultimo calo.
Aspetti un paio di settimane e lo riporti dal suo pediatra per una visita completa.
Riguardo allo svezzamento : se lei reputa che il suo latte non è diminuito e se preferisce continuare solamente quello, lo faccia e come ho scritto in precedenza, ricontrolli il peso tra 15 gg.
A quel punto se il suo pediatra rileverà un ulteriore calo o un arresto di crescita saranno necessarie indagini piu' approfondite.
Dott. Stefania Paesani
Specialista in Pediatria
Diplomata American Board of Pediatrics
https://www.facebook.com/stefaniapaesani.md/

[#2] dopo  
Utente 471XXX

Gentilissima dottoressa Paesani,
intanto grazie per la chiara e immediata risposta! Ieri abbiamo contattato il pediatra che ci ha tranquillamente consigliato di iniziare a dargli della frutta. Ci ha detto di cominciare per abituarlo al cucchiaino e quindi farlo o subito dopo una poppata oppure tra una poppata e l'altra. In sostanza ci ha consigliato di non sostituire una poppata con la frutta ma di utilizzare la frutta come semplice dopo pasto. Prima di farlo abbiamo provato a ripesarlo e ci siamo accorti che ha perso altri 50gr in metà settimana. Per curiosità abbiamo fatto una doppia pesata (anche se sappiamo essere inutile) e aveva mangiato 200gr di latte. Così dopo la poppata di mezzogiorno abbiamo provato a dargli un pò di omogeneizzato alla mela che ha assaggiato volentieri anche se, giustamente, dopo 4-5 cucchiaini non ne ha voluto più sicuramente perchè troppo pieno. Stessa cosa oggi. Il bambino ha preso l'antibiotico fino al 2 gennaio (tre giorni a cavallo del Natale e 3 giorni a cavallo di capodanno) e, poichè il grande gli porta dall'asilo qualsiasi bacillo, da quando è nato è stato spessissimo raffreddato.
Forse siamo stati troppo precipitosi nel dargli la frutta ma forse qualche cucchiaino non fa la differenza ai fini dell'osservazione, vero? Ma è meglio che continuiamo a dargliela aspettando per le pappe ancora un pò oppure dobbiamo smettere? Se continuiamo, possiamo comunque aspettare il sesto mese per la pappa se scopriamo che il calo è stato dovuto al raffreddore e torna a crescere?
Ringraziandola ancora per la disponibilità, le porgiamo i nostri cordiali saluti.

[#3]  
Dr.ssa Stefania Paesani

24% attività
4% attualità
16% socialità
MILANO (MI)

Rank MI+ 44
Iscritto dal 2003
Va bene iniziare con la frutta e visto il calo in peso sono d'accordo di offrire la frutta come dopo pasto.

Aspetti ad iniziare pappe varie di sicuro fino a che il bambino non si sia ripreso dalla recente infezione .
Vediamo cosa succede con il peso e poi si deciderà se iniziare le pappe prima del 6 mese o no.
Prego non c'è di che
Dott. Stefania Paesani
Specialista in Pediatria
Diplomata American Board of Pediatrics
https://www.facebook.com/stefaniapaesani.md/