Utente 110XXX
sono un ragazzo di 23 anni... dopo una presunta bronchite nel mese di gennaio, riporto tutt'ora i seguenti sintomi... un catarro perenne con necessità di sputare 2 volte a minuto e raramente degli attacchi di tosse che durano mezz'oretta con conseguente nausea.... da gennaio ad ora ho effettuato tali controlli: 3 rx torace (tt negative) , tac seni paranasali( negativa), spirometria( nn rilevati problemi), laringoscopia ( adenoidi e tonsille ipertrofiche)... cm cura ho provato con antibiotici, areosol anche x lunghi periodi... le analisi sn tutte buone, tranne il valore del citomegalovirus ( le igg) che era a 26.... io sono un ragazzo molto ansioso.. ho paura di avere qualcosa di grave.. aiutatemi !

[#1] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
DA COME DESCRIVE I SUOI SINTOMI SEMBREREBBERO LEGATI PROPRIO AD ANSIA CON SCIALORREA (IPERPRODUZIONE DI SALIVA): SPUTA 2 VOLTE AL MINUTO...
EFFETTUI, COMUNQUE, LAVAGGI NASALI CON ACQUA SALINA IPERTONICA NEL CASI SECREZIONI CHE COLASSERO PER VIA RETRONASALE. LE CONSIGLIEREI ALCUNE VISITE SPECIALISTICHE MA SEMBRA CHE LE ABBIA EFFETTUATE UN PO' TUTTE E TUTTE NELLA NORMA... STIA TANQUILLO, SI RILASSI ED EFFETTUI I LAVAGGI NASALI: NON SEMBRA PROPRIO NULLA DI GRAVE...
FORDIALMENTE
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#2] dopo  
Utente 110XXX

GRAZIE X LA RISPOSTA DOTTORE.... LE VOLEVO DIRE INOLTRE CHE OGNI TANTO IL MUCO è STRIATO CN DEL SANGUE...NON SO SE POSSO FARE MAGARI ALTRI CONTROLLI....POSSIBILE CHE IL CATARRO PROVENDA DALLO STOMACO???

[#3] dopo  
Dr. Edoardo Bernkopf

Referente scientifico Referente Scientifico
44% attività
20% attualità
20% socialità
ROMA (RM)
PARMA (PR)
VICENZA (VI)

Rank MI+ 84
Iscritto dal 2008
Gentile Paziente, se, come scrive, si é già sottoposto alle indagini e alle cure del caso, le suggerirei di considerare anche un aspetto che spesso può sfuggire, cioé la presenza di uno schema respiratorio abituale di tipo orale. Lo schema respiratorio che abitualmente si impiega può essere di tipo orale o nasale. Il più corretto a riposo prevede l’impiego della via nasale. La presenza di uno schema respiratorio orale può avere riflessi significativi anche sull’ insorgenza della Tosse Cronica, specie se il paziente presenta una particolare sensibilità e iperreattività dei recettori della tosse.
In presenza di uno schema di Respirazione Orale Primaria (ROP) una considerevole quota di aria inspirata salta il fisiologico filtro costituito dall'epitelio nasale ciliato e investe, non preriscaldata e umidificata nelle fosse nasali e nei seni paranasali, la mucosa faringea. Oltre a favorire l’irritazione di quest’ultima con meccanismo fisico, la mancata filtrazione nasale favorisce l’introduzione di agenti patogeni e allergeni di vario tipo, anche perché il transito orale aggira il filtro costituito dalle difese ( interferon, macrofagi e trasporto muco ciliare) , presente nelle mucose rinosinusali. In questi casi il paziente durante il giorno sta abitualmente con la bocca semiaperta (anche di poco) , e di notte tende più facilmente a russare.
La malocclusione dentale e la malposizione mandibolare sono spesso alla base dell’instaurarsi di uno schema respiratorio orale. Lo schema respiratorio non costituisce una caratteristica fissa di un soggetto, ma può variare anche spontaneamente nell’arco della giornata e delle sue condizioni psicofisiche, e, sopratutto, costituisce un parametro fisiopatologico modificabile con adeguato trattamento.
Il ripristino di uno schema respiratorio nasale, ottenibile con l’applicazione di dispositivi endoorali di tipo ortodontico, comporta una ricaduta respiratoria positiva a vari livelli, compresa la Tosse Cronica. Inoltre la profilassi attuata con il ripristino delle difese respiratorie che le vie aeree nasali assicurano non può che riverberare positivamente sulla salute respiratoria generale. Per tutto ciò le consiglierei di consultare anche un dentista esperto in problemi respiratori.
Se ha tempo , dia un’occhiata all’articolo qui linkato: è scritto in chiave pediatrica, ma la problematica che espone, nell’adulto è praticamente molto simile.
www.studiober.com/pdf/Tosse_Medico_Pediatra.pdf (attendere con pazienza quando si vuole aprire il link: è molto pesante)

Cordiali saluti
Dr. Edoardo Bernkopf-Roma-Vicenza-Parma
Spec. in Odontoiatria, Gnatologo- Ortodontista
www.studiober.com edber@studiober.com

[#4] dopo  
Utente 110XXX

GUARDI LO LEGGERO SICURAMENTE......... LE FACCIO UN'ALTRA DOMANDA... ... CN L'RX TORACE SE CI FOSSE STATO QLC AI POLMONI SI SAREBBE VISTA?? POSSO STARE TRANQUILLO CHE I MIEI POLMONI STANNO BENE.. HO TANTA PAURA CHE IL SANGUE PROVENGA PROPRIO DAI POLMONI... LA RINGRAZIO X LA DISPONIBILITà..BUONA GIORNATA