Utente 220XXX
Gent.mi dottori a mia madre, settantacinquenne, dopo una polmonite e' stata riscontrata una fibrosi polmonare tutto cio' circa due anni fa. Ogni anno si sottopone ai controlli di rito.... Contemporaneamente soffre di fibrillazione atriale e da poche settimane e' in terapia con Cumadin. Esistono in commercio farmaci in grado di rallentare la malattia al di la' del cortisone? La fibrosi polmonare puo' essere considerata considerare una malattia invalidante?

[#1] dopo  
Dr. Giuseppe Spina

24% attività
0% attualità
12% socialità
MARSICOVETERE (PZ)

Rank MI+ 36
Iscritto dal 2008
cara amica la fibrosi che riferisce sembra alle poche notizie che da solo legata alla polmonite accusata in precedenza. Infatti non tutte le patologie infiammatorie dei polmoni vanno incontro a guarigione totale ed evolvono in aree di fibrosi, ciò non significa che tale patologia evolverà in quadri gravi (pensi alle fibrosi post tbc del passato che restano stazionarie anche per tutta la vita)
Se mi da qualche informazione maggiore come un referto TAC potrei cercare di capire meglio
Auguri
Dr. GIUSEPPE SPINA

[#2] dopo  
Utente 220XXX

Buongiorno Dott Spina mi perdoni se solo oggi rispondo a lei cosi gentile da aver considerato la mia richiesta di consulto del 6\10\2011.
Purtroppo la mamma e' mancata il 23\11\2011 proprio per una polmonite bilaterale non diagnosticata nel reparto di pneumologia di ..........E' entrata in reparto il giorno 11\11\2011 per normali controlli di routine aveva febbre le e' stato somministrato un po' di ossigeno perche' respirava a fatica, una unita', augmentin come antibiotico non e'stata fatta nemmeno una emocultura per controllare la presenza di infezione e il giorno 16\11\2012 e' stata trasferita in terapia intensiva per micro embolo polmonare.... ovviamente la diagnosi completamente errata cure inadeguate e omissioni di analisi che avrebbero indirizzato il primario verso una diagnosi e una cura adeguata... ROCEFIN che se somministrato in tempo forse le avrebbe salvato la vita!!!
Ad oggi sono poco serena e sempre molto arrabbiata e mi creda tanti sensi di colpa avrei dovuto portare la mamma in un centro specializzato ma non sono medico e mi sono fidata della persona sbagliata sicuramente competente ma troppo sicura di se' molto superficiale e questo non me lo perdonero' mai
La ringrazio per l'interessamento
Cordialmente