Utente 215XXX
Gentilissimi Dottori, ferma restando la grave nocività del fumo di sigaretta, Vi chiedo se l'espirazione del fumo dal naso sia più dannosa dell'espirazione dalla bocca.
Sono un fumatore "mediamente incallito" (15 sigarette al giorno da circa 10 anni), ho l'abitudine di espirare dal naso e mi sono accorto che anche dopo molte ore dall'ultima sigaretta, premendo con le dita sulle narici sento quello sgradevole odore di fumo.

Ha senso dire che espirando fumo dal naso le pareti interne delle narici rimangano sporche di fumo? Se sì, ha senso dire che avere le pareti interne del naso sporche di fumo comporta l'inalazione CONTINUA di aria sporca e dunque dannosa?

Cordialità

[#1] dopo  
Dr. Maurizio Cecchini

Referente scientifico Referente Scientifico
36% attività
20% attualità
16% socialità
PISA (PI)

Rank MI+ 72
Iscritto dal 2009
La traspirazione del fumo dalle narici comporta un aumento del rischio di cancro del rinofaringe, che si aggiunge al ischio di cancro al polmone, di infarto e di ictus.
Dia retta, smetta, oggi stesso
Arrivederci
Cecchini
Dr. Maurizio Cecchini - Cardiologo - Universita' di Pisa
www.cecchinicuore.org
Medicina di Emergenza ed Urgenza