Utente 279XXX
Salve Dottore,
Ultimamente mi ritrovo ad essere parecchio preoccupata a causa di alcuni sintomi che destano in me sospetti negativi, così creandomi un forte stato di ansia! Allora, da molto tempo ormai accuso sintomi come tremori alle gambe, fitte alla testa, momenti di confusione, fatta visita neurologica: depressione! Ora è subentrato un nuovo problema : è ormai da tempo che mi ritrovo ad avere spesso una bella tosse, avvolte secca, altre volte molto grassa.. Non mi sono mai preoccupata (pur essendo fumatrice, fumo circo 5-10 sigarette al
Giorno da quando ho 16anni, quindi sono 4anni)ora però iniziò ad agitarmi, è iniziato un po' di tempo fa, febbre e gola gonfia piena di linfonodi e dolore
Forte, passato ciò un giorno mi ritrovo ad espellere del catarro denso e trasparente con dei puntini di sangue, il dottore mi tranquillizza, finché oggi (a distanza di 2giorni) ho emesso sangue tossendo (piccolissima la quantità, qualche puntino, non sangue vivo ma sul marrone rosso.... Rame, accuso anche fiato corto e un po' di tachicardia con dolore addominale, ma questi ultimo sintomi secondo il mio più che modesto pare sono dovuti al l'ansia!!!! Mi aiuti, dovrei agitarmi??? Ovviamente lunedì farò una rx al torace!!! La ringrazio in anticipo per la sua risposta.

[#1] dopo  
Dr. Pierluigi Giordano

32% attività
0% attualità
16% socialità
LECCE (LE)

Rank MI+ 48
Iscritto dal 2012
Gentile utente,
tosse, catarro, espettorazione anche di sangue, affanno, tachicardia.... si rende conto che questi sintomi non appartengono alla sua età? Ha mai pensato che tutto, ma proprio tutto può dipendere dalle sue sigarette? Che ne dice di pensare attivamente alla sua salute? La salute non passa nè dai medici nè dalle medicine. Ma dalle buone abitudini e dai propri comportamenti. Dopo la radiografia del torace lei non avrà guadagnato salute... Fumando, con ogni sigaretta lei aggiunge un mattone al muro delle sue malattie. Ora le confido un segreto: se non esistessero le sigarette, io sarei disoccupato, gli ospedali sarebbero semivuoti, si studierebbero e curerebbero solo le "malattie rare" e probabilmente non esisterebbe nemmeno questo portale perchè non ce ne sarebbe bisogno. Si rende conto che fumando lei arricchisce i produttori di sigarette a danno di se stessa?
Lei chiede se dovrebbe agitarsi. La risposta è si, ogni volta che accende una sigaretta!
La sua agitazione può essere ridotta o addirittura eliminata smettendo di fumare. Deve provare! Cerchi un ex fumatore e gli chieda se è più ansioso ora che non è più dipendente dalla nicotina o prima quando fumava.
Non è l'ansioso che fuma per calmarsi, ma chi fuma diventa ansioso.
Dott. Pierluigi Giordano

[#2] dopo  
Utente 279XXX

Grazie mille dottore, ho letto solamente ora la sua risposta! È passato un bel po' di tempo ma la
Ringrazio...