Utente 319XXX
Buongiorno, volevo chiedere un consulto..
Da ottobre 2013, soffro di fame d'aria, non riesco a fare respiri profondi o sbadigli, mi manca l'aria, ho dei piccoli dolorini al petto che vanno e vengono, e tutti mi dicevano che era ansia..
A marzo di quest'anno mi sono decisa ad andare da una pneumologa, che mi ha visitata e non ha riscontrato niente di anomalo, mi ha fatto fare una spirometria che è risultata nella norma, e mi ha prescritto una radiografia al torace.
Gli esiti della radiografia sono i seguenti: rinforzo della trama peribronchiale diffusamente a destra , non si rilevano alterazioni polmonari a focolaio, ilari, mediastiniche o pleuriche, nei limiti dell'età la vascolarizzazione polmonare con profilo cardiaco normale.
Il radiologo appena mi ha dato i risultati mi ha fatto spaventare dicendo che non è normale per la mia età dato che non sono neanche una fumatrice, e preoccupata porto i raggi alla pneumologa, che nel frattempo mi fa eseguire un'altra spirometria e il test della metacolina per vedere se sono un soggetto asmatico. I risultati sono usciti tutti nella norma e il testa della metacolina negativo. La dottoressa poi ha visto le lastre e ha detto che invece lei non vede niente e mi ha detto di ripetere tra un po i raggio.
Ora mi sorgono delle domande: come è possibile che il radiologo mi ha fatto spaventare dicendo che dovevo farmi controllare, che non era normale, e invece la dottoressa dalle lastre non ha visto niente?
E poi, cosa vuol dire rinforzo della trama periblonchiale? da cosa può dipendere dato che non fumo? come si cura? devo preoccuparmi?
grazie in anticipo..

[#1] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
CARISSIMA UTENTE,
nonchè geograficamente a me vicina, non ha idea di quante volte, da pneumologo, mi trovo di fronte a questa situazione.... Se la spirometria è normale, non ha tosse produttiva, il "rinforzo della trama bronchiale e peribronchiale " all'Rx torace, non ha alcun significato!!!! Io non le av rei neanche proposto il test alla metacolina, le avrei spiegato, magari, come si correlano, perfettamente, i suoi sintomi con l'ansia, ovvero anche lieve tensione nervosa che si traduce in tensione muscolare che non permettono il completo rilassamento dei muscoli inspiratori, con le successive inspirazioni che iniziano a polmoni sempre più pieni e la difficoltà nel dilatare ulteriormente un sistema elastico, torace-polmoni, già dilatato.... I piccoli "dolorini" al petto, sicuramente muscolo scheletrici, come per "colpo di freddo", avranno contribuito alla sensazione, molto spiacevole, di fame d'aria, figlia di NESSUNA PATOLOGIA!!!!
UN GROSSISSIMO "in bocca al lupo" e, SERENITA',
VIVI ITUOI SPLENDIDI 22 ANNI!!!!
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#2] dopo  
Utente 319XXX

Grazie tantissimo per la risposta e per avermi tranquillizzata.. Non voglio essere pesante, ma ero curiosa di sapere da cosa dipendesse, o se è una cosa che si toglie col tempo.. Cioè è normale che mi sia venuto questo rinforzo della trama peribronchiale? Dovrei fare altre indagini? Grazie ancora...

[#3] dopo  
Utente 319XXX

E volevo dirle che ho spesso, anzi quasi sempre, molto catarro, può dipendere da questo?

[#4] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
Il catarro, specialmente se frequente, può tranquillamente essere causa, oeffetto, di infiammazione bronchiale, che a volte può essere evidente con l'Rx torace. Non ha comunque alcun significato.
Se il catarro fosse correlato a rinite, anche se lieve, le consiglio frequenti lavaggi nasali con acqua salina ipertonica (acqua salata quanto quella del mare) es. un cucchiaino da caffè di sale da cucina sciolto in un bicchiere d'acqua potabile da 200 cc.
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#5] dopo  
Utente 319XXX

grazie ancora, gentilissimo.. non voglio sembrare impertinente, ma dato che sono un tantino ipocondriaca, volevo sapere che indagini posso fare per scoprire l'origine di questa fame d'aria, senso di oppressione al petto, non riuscire a fare respiri profondi, che ho dalla mattina fino alla sera da ormai molti mesi e che mi preoccupa un po e nn mi fa stare tranquilla... grazie ancora.

[#6] dopo  
Dr. Vito Di Cosmo

32% attività
16% attualità
16% socialità
ANDRIA (BT)
MARGHERITA DI SAVOIA (BT)

Rank MI+ 64
Iscritto dal 2009
HO TENTATO DI SPIEGARLE CHE E' CLASSICA DELL'ANSIA: TENSIONE NERVOSA CHE SI TRADUCE IN TENSIONE MUSCOLARE ECC. NON VI SONO ALTRI ESAMI OLTRE ALLA SPIROMETRIA (NORMALE) GIA' ESEGUITA PER DARLE LA CERTEZZA CHE NON SI TRATTA DI ALCUNA PATOLOGIA MA SOLO DI UNA SENSAZIONE, SGRADEVOLE, CHE LEI PROVA PUR STANDO BENISSIMO. QUANDO "ACCETTERA' " CHE' NON SI TRATTA DI PATOLOGIA, E NON CI DARA' PESO, QUANDO ACCETTERA' DI CONVIVERE CON LA SUA "FAME D'ARIA", LE SARA' PASSATA.
L'AVER ACCETTATO DI ESSERE IPOCONDRIACA SIGNIFICA CHE E' UNA PERSONA INTELLIGENTE E CHE E' SULLA BUONA STRADA.
CORDIALMENTE
Dr. Vito Di Cosmo ANDRIA
PNEUMOLOGIA TERRITORIALE Barletta-Andria-Trani
Già Pneumologia e Broncologia Ospedale CSS di S G Rotondo

[#7] dopo  
Utente 319XXX

Rieccomi qui, confidando nella vostra gentilezza, ho ancora questa dispnea che non accenna a passare, e sono sempre molto preoccupata... Nel frattempo ho fatto anche una visita cardiologica con ecocardiogramma ed ecg, perchè accusavo spesso cm un tuffo al cuore, ovvero un battito fortissimo rispetto agli altri all'improvviso, e anche qui è uscito tutto normale.. Ho ancora dolorini al petto e ho paura possano riguardare qualcosa al seno. Inoltre ho fatto anche una visita da un gastroenterologo perchè ho eruttazioni frequenti, e dopo una gastroscopia e altri esami delle intolleranze ecc, è risultato duodenite da reflusso gastroesofageo... Ora mi chiedo potrebbe essere questo che mi provoca la dispnea? inoltre ho anche dei dolori tra le due scapole, insomma zona spalle, le due cose possono essere correlate? Non so più che esami fare, avete qualche consiglio? Grazie ancora.